Archive for the ‘w la fisica’ Category

Non se la sente

January 11th, 2018 by mattia | 28 Comments | Filed in w la fisica
Tra le varie scartoffie da preparare per candidarsi c'è anche una dichiarazione di trasparenza da depositare al Ministero dell'Interno contestualmente al simbolo.
La dichiarazione devo firmarla e farmela autenticare da un notaio. Un pubblico ufficiale normale non va bene, serve un notaio. E già qui... ma ok, non è l'unico caso in cui la legge impone di usare il notaio per fare esattamente la stessa cosa che può fare qualsiasi pubblico ufficiale (identificare una persona e verificare che sia proprio lei a firmare).

Contatto un notaio a Roma, mando il documento e il giorno dopo la segretaria mi risponde che il notaio "non se la sente di assumersi l'inarico" perché è una "cosa delicata".
Cioè, prendere il mio passaporto, verificare che sono io (ok, nella foto del passaporto sono brutto ma si vede che sono io), prendere lo statuto dell'associazione e vedere che ho copiaincollato gli incarichi del consiglio direttivo e del presidente... è una cosa delicata.
M'immagino quando dovrà costituire una società o scrivere un testamento.

Adesso sto cercando un altro notaio, ma v'immaginate se tutti mi dicessero che "non se la sentono"? Che faccio, non posso depositare il simbolo?
Movimento non può presentarsi alle elezioni perché non c'è notaio che autentica una firma. Se il mondo avesse un po' di logica una roba del genere sarebbe anche vagamente illegale. Ma non ho tempo per indagare.
Ci sarà poi un tempo per tutto.

Stavo per finire il post dicendo "questa è l'italia", ma forse lo sapere già.

Aggiornamento:
Chiamo un altro notaio e la segretaria mi chiede: "ma lei conosce il notaio?"
Io: no.
Lei: eh, ma bisogna conosce il notaio, oppure essere presentati.

Più o meno come a una bisca clandestina, ché in un bordello di periferia si entra con più facilità.
Così, faccio solo notare a queste persone che sulla porta del loro ufficio c'è l'emblema della Repubblica: lavorano per conto dello Stato non per i loro amici.

Aggiornamento firma-day per W la Fisica

January 10th, 2018 by mattia | 12 Comments | Filed in w la fisica
Aggiornamento veloce per i firma day di W la Fisica

STOCCARDA:
Consolato Generale di Stoccarda
Lenzhalde 46, 70192 Stuttgart

martedì  16 e martedì 23 gennaio
dalle ore 15.00 alle ore 18.00

FRANCOFORTE:

Kettenhofweg, 1
60325 Francoforte sul Meno
17 e 18 gennaio 2018
dalle ore 17.00 alle ore 18.00.

PRAGA:
lunedì 15 gennaio dalle 18 alle 20
presso Simply u Kravaty, Seifertova 522/28, 130 00 Praha 3
Evento facebook

PARIGI:
sabato 13 gennaio dalle 10 alle 12
pressi il Consolato Generale d'Italia a Parigi
5, Bd Emile Augier - 75116 Parigi
Evento facebook

LONDRA:
Sabato 6 e 13 gennaio dalle 9.00 alle 13.00 presso il consolato italiano.
“Harp House”, 83/86 Farringdon Street, EC4A 4BL
Evento facebook

MONACO DI BAVIERA:
mercoledì 17 e giovedì 18, dalle 17.00 alle 18.00 (è anche facile da ricordare).
presso il consolato italiano:
Moehlstrasse n. 381675 Monaco di Baviera
Evento facebook

ZURIGO:


Domenica 21 gennaio dalle ore 13:00 alle ore 15:00
Luogo: Punto d'Incontro

Josefstrasse 102, secondo piano

8005 Zurigo


BRUXELLES:
Consolato di Bruxelles, Rue du Livourne 38 - 1000 Bruxelles.
aperture straordinarie pomeridiane
11./16./18 gennaio dalle 14.30 alle 16.30.

COLONIA:
Sabato 20. gennaio dalle 15.00 alle 18.00
presso il consolato di Colonia
Universitaetsstrasse 81- 50931 Koeln

Ho fantasticato che…

January 9th, 2018 by mattia | 20 Comments | Filed in ignoranza, w la fisica


Dopo pochi minuti, la stessa persona...


Potremmo anche solo catalogare questi messaggi alla voce "grossa risata". Perché in effetti quando mi hanno accusato di essere un amico della boldrinova... lo ammetto, mi sono messo a ridere. Con tutto quello che ho dovuto leggere in questi giorni almeno questo mi ha portato al sorriso.

In realtà questa accusa fa riflettere su qualcosa che va oltre la risata. La persona che ha lanciato questa accusa si è costruito castelli in aria basandosi solo su sensazioni personali.
Leggendo quello che abbiamo scritto il tizio ha iniziato a pensare "ma non è che questi sono degli esperti di comunicazione pagati dalla boldrini che si mascherano da movimento per la scienza per raggirare gli italiani all'estero?"
Che poi, esperti di comunicazione, suvvia... Gli abbiamo solo fatto alcune domande banali che però lo hanno messo in difficoltà. Come per i vaccini: questo dice che 12 vaccini sono troppi, interviene Andrea che chiede sulla base di che cosa ha stabilito che 12 vaccini sono troppi e questo "siete degli esperti di comunicazione!". No, dannazione, siamo persone normali che fanno domande ovvie. Non è che se fai un'affermazione e uno ti chiede le prove lo puoi accusare di essere un esperto di comunicazione.

Da qui è partito con le sue fantasie. Si è convinto fossimo degli esperti di comunicazione (probabilmente perché nella sua vita è circondato da persone incapaci di fare un pensiero logico semplice del tipo "chiedi le prove") e ha fantasticato. La fantasia inizia a volare e allora noi diventiamo agenti sguinzagliati dalla boldrinova a inquinare le elezioni, c'è dietro un progetto segreto... o mio dio! ho scoperto un complotto, devo farlo sapere al mondo!
E così se ne esce con quel secondo messaggio in cui dice "ho scoperto che..."
Quando invece era "ho fantasticato che..."

E proprio qua sta il problema. Si prende un "ho fantasticato che..." e lo si fa diventare un "ho scoperto che...", come se fossero la stessa cosa. Non si capisce la differenza tra fantasticare (o ipotizzare, se volete) e scoprire, ossia dimostrare.
Perché per dire "ho scoperto che..." devi avere delle prove. Devi partire da una ipotesi, investigare, trovare delle prove e poi, se le prove reggono, puoi dire che "hai scoperto" qualcosa.
Qui invece si salta tutto il passaggio delle prove. Basta pensare una cosa ed è vera. Non solo, ci si senti autorizzati a dirla in pubblico come se fosse vera.

Non siamo nemmeno al livello scientifico e forse nemmeno al livello della logica. Siamo ancora più sotto, capire che per dire "ho scoperto che..." servono delle prove e che non bastano le proprie fantasie dovrebbe essere un principio che nasce naturale in ogni bambino di almeno dieci anni.
Siamo a questo livello.

 

 

 

L’appello di Valigia Blu alla trasparenza digitale

January 7th, 2018 by mattia | 7 Comments | Filed in w la fisica
Valigia Blu ha chiesto a tutti movimenti che si candidano alle prossime elezioni di aderire a un appello alla trasparenza digitale. Di impegnarsi cioè a non fare porcate tipo usare bot su twitter o a comprare i like su facebook. Che poi è una di quelle cose che tu pensi "ma devo anche dirlo? non è ovvio?". Ehm, forse no, ché di candidati sfigati che si comprano i like dalle "like-farm" in Vietnam ce ne sono a iosa.

W la Fisica, che si propone nella circoscrizione estero, risponde così all'appello.

- La nostra fonte primaria per la comunicazione digitale è il sito www.butta.org che è riportato anche nel simbolo;

- L'indirizzo www.wlafisica.org porta a una pagina con le FAQ sul progetto di W la Fisica;

- Questo è il nostro canale Youtube nel quale pubblichiamo video che illustrano le idee di W la Fisica (no omeopatia, più scienza a scuola, sì a OGM e sperimentazione animale...).
Non abbiamo comprato iscritti al canale né visualizzazioni

- questo è l'account Twitter: non abbiamo comprato like né follower

- questa è la pagina Facebook: non abbiamo comprato like né condivisioni

- Abbiamo pubblicato su Facebook alcune inserzioni sponsorizzate per invitare gli italiani residenti all'estero ad andare in consolato a firmare (visto che la stampa non ci considera è l'unico modo per raggiungere gli italiani e raccogliere le firme necessarie a candidarsi).

Le inserzioni sono state fatte tramite lo strumento ufficiale di Facebook per inserzioni sponsorizzate usando gli strumenti di "targetizzazione" di Facebook. Ciò significa che se chiedo agli italiani a Londra di andare a firmare in consolato per la nostra firma come target metto gli italiani che vivono a Londra.
Precisiamo una cosa: per alcuni paesi la "targetizzazione" non è molto raffinata. Ad esempio, se scelgo gli italiani che vivono in Rep. Ceca escono meno di 10 mila risultati e Facebook non consente una promozione con un pubblico così basso. Per forza abbiamo dovuto rendere più generico il pubblico (ad esempio, espatriati che vivono in Rep. Ceca). Il risultato è che l'inserzione è vista anche da gente che non è italiana e che mette un "mi piace" alla foto dell'inserzione anche se non capisce quello che c'è scritto perché la foto è bella (esiste quella gente, ve lo assicuro). Quindi se vedete qualche "mi piace" da gente con il nome poco italiano il motivo è quello.

- Non abbiamo troll a libro paga sguinzagliati in giro a seminare zizzania per la rete (figuratevi, abbiamo già poche cose da fare...);

- Non abbiamo una rete di propaganda occulta alle spalle gestita da Putin, Trump, i rettiliani, Big Pharma e le multinazionali degli OGM;

- Quando critichiamo la Binetti perché dice una scemenza anti-scientifica lo facciamo perché amiamo la scienza e non perché siamo degli hater;

- Nei nostri canali sulle reti sociali cerchiamo di rispondere a tutti. Cancelliamo i messaggi solo di coloro che insultano o lanciano accuse demenziali (tipo quelli che dicono che siamo uno spreco di soldi pubblici non sapendo che W la Fisica non prende manco un centesimo di soldi pubblici). Insomma, eliminiamo i tipi alla Napalm51. Perché ci teniamo a tenere il nostro angolo di internet pulito.

- In generale non usiamo nessuno strumento digitale per influenzare le masse perché il nostro scopo è esattamente l'opposto: far ragionare la gente, portarle dalla parte della razionalità.

 

 

I primi firma-day di W la Fisica

January 5th, 2018 by mattia | 11 Comments | Filed in w la fisica
Comunicazione di servizio al volo.
Per adesso abbiamo organizzato i seguenti firma-day per W la Fisica:

Londra:
Sabato 6 e 13 gennaio dalle 9.00 alle 13.00 presso il consolato italiano.
“Harp House”, 83/86 Farringdon Street, EC4A 4BL

Monaco
mercoledì 17 e giovedì 18, dalle 17.00 alle 18.00 (è anche facile da ricordare).
presso il consolato italiano:
Moehlstrasse n. 3
81675 Monaco di Baviera

Appena ho le conferme di Praga, Parigi, Colonia e Zurigo vi informo.
Nel frattempo se conoscete qualche italiano a Londra e Monaco questo è il momento per ricordargli di quel favore di cui vi è debitore: chiamatelo e ditegli di andare a firmare.
Essendo di sabato (a Londra) o la sera (a Monaco) non ha nemmeno scuse.

Gli OGM che impoveriscono i terreni.

January 5th, 2018 by mattia | 5 Comments | Filed in ignoranza, w la fisica
Punto 6: gli ogm creano danni ambientali più che di salute, un esempio è l impoverimento dei minerali nei terreni in cui si è coltivato ogm.

Mi avete sentito dire spesso che serve più istruzione scientifica a scuola. Ma delle volte basterebbe anche solo più istruzione nei campi. Perché io ho come l'impressione che stiamo diventando come quei bambini americani convinti che esista l'albero degli spaghetti (che poi magari era una leggenda metropolitana, boh in effetti era una bufala, come scrivono sotto nei commenti).

Siamo così abituati a vivere nelle città, lontani dai campi dove nasce il cibo che non abbiamo nemmeno la più pallida idea di come venga coltivato.

La frase che ho riportato qui sopra viene da un commento che qualcuno mi ha mandato al programma di W la Fisica. È così disarmante che non ti fa nemmeno arrabbiare, al massimo ti viene da sorridere.

Non mi riferisco neanche ai classici errori come quello di considerare gli OGM come se fossero tutti la stessa cosa (ciò che accomuna gli OGM è la tecnologia con cui viene prodotta la modifica genetica, non un caratteristica precisa). Così come non mi riferisco al classo errore di vaghezza: quale OGM? In che contesto?

No, io mi riferisco all'accusa di impoverire il terreno. Perché normalmente invece le piante non impoveriscono il terreno. Le sostanze che servono per sviluppare le piante le porta lo spirito santo di notte, ovvio.

Eppure basterebbe pensarci: mai sentito parlare di concimazione? Non avete mai percorso una strada di campagna venendo colpiti dall'odore di letame?
Ho una rivelazione per voi: non è che i coltivatori spargono la merda nei campi perché amano giocare con gli escrementi. Lo fanno per concimare, appunto, per aggiungere il terreno tutti quegli elementi che vengono tolti ogni anno dalle coltivazioni.
Ad esempio per ogni kg di uva prodotta vengono estratti dal terreno 7 g di azoto, 4 g di fosforo e 12 g di potassio. Se voglio che la pianta produca di nuovo l'anno successivo devo aggiungere questi elementi (insieme a tanti altri) al terreno.

Tutte le piante impoveriscono il terreno, ché mica si sviluppano grazie alle belle intenzioni. Anzi, possiamo dire che dovremmo essere lieti di avere piante che impoveriscono il terreno perché significa che le piante... funzionano. Una pianta che non assorbe sostanze nutrienti dal terreno è una pianta morta. Accusare quindi "gli ogm" di impoverire il terreno è ridicolo (almeno, detto così, chissà cosa intendeva). Tutte piante impoveriscono il terreno, perché è dal terreno che prendono le sostanze nutritive per vivere. Così come tutte le piante prima o poi crepano se il terreno non viene concimato, che siano ogm o no.

E per sapere questo non serve una laurea in agraria, né vivere in uno di quei paesi dove il sito del comune avverte che il giorno tot si sentirà gran puzza di merda in giro perché l'azienda agricola farà la concimazione e si scusa con la cittadinanza.
Basta anche solo parlare con il pensionato che fa l'orto: ve lo dice persino lui che se non concima il terreno dopo un po' col cazzo che produce più qualcosa.

 

 

 

Quando parli con gli italiani all’estero

January 3rd, 2018 by mattia | 13 Comments | Filed in w la fisica
Cercare di comunicare con gli italiani all'estero è un'esperienza fantastica. Tu gli dici "Ehy, stiamo preparando una lista per la difesa della scienza..."
E loro:
- Cosa c'è dietro?
- Siete degli opportunisti! 
- Qui gatta ci cova! Ecco l'ennesima idea per fregare gli italiani all'estero!
- L'ennesimo spreco di soldi pubblici!

Per carità di patria vi ho risparmiato i deliri mentali di persone chiaramente disturbate.
Vi cito queste frasi perché sono interessanti, mostrano la paranoia degli italiani all'estero che temono di essere fregati da tutti.

Sul serio, delle volte ti dicono anche "bella questa idea di difendere la scienza in politica, ma non mi fido, deve esserci per forza dietro qualcuno, i soliti comunisti (sic) che si mascherano per fregare gli italiani all'estero!". Sul serio.

Ora, è vero che la mamma ci ha sempre insegnato a non prendere le caramelle dagli sconosciuti, però adesso siamo diventati grandi. Rilassatevi un attimo, non siate così sospettosi a priori. Capisco che in Europa si aggirino personaggi loschi a iosa, ma esiste anche gente perbène.

Prendo l'occasione per specificare alcune cose (per chi non ci conosce):

- dietro "W la Fisica" non c'è nessun vecchio movimento o personaggio che cerca di riciclarsi con una nuova sigla. Siamo gente normale che si sta facendo un mazzo così proprio perché non ha alle spalle nessuna connessione con potentati di alcun tipo;

- siamo persone che hanno un buon lavoro, non abbiamo bisogna della politica per sentirci realizzati. Io ad esempio faccio il professore universitario, e sinceramente preferisco passare del tempo insegnando a uno studente come si usa un lock-in amplifier rispetto a confrontarmi con grillini vari. Davvero, almeno lo studente cerca di capire.
Ce ne sono tanti di sfigati che cercano di fare politica perché nella vita sono dei falliti. Ecco, noi siamo l'opposto. Abbiamo le nostre carriere e le nostre posizioni che ci soddisfano.

- i post sponsorizzati su Facebook sono necessari perché la stampa non parla di noi. L'unico modo per contattare gli italiani all'estero per parlare del progetto e raccogliere le firme è fare le inserzioni su Facebook. Potrà non piacere ma tant'è, non possiamo fare altrimenti.
Avessimo avuto alle spalle un sindacato o una mezza mafietta che ci portava centinaia di persone a firmare avremmo risolto il problema in un pomeriggio. Però poi a quelle persone devi rendere conto, e noi vogliamo rimanere liberi.

- W la Fisica non ha mai ricevuto e mai riceverà finanziamenti pubblici. Quindi lo Stato non spende mezzo centesimo per noi. Non c'è nessuno spreco di denaro pubblico. Se volete fare questa accusa rivolgetela a chi ha ricevuto (davvero) i finanziamenti pubblici ai partiti, non a noi che non abbiamo avuto nemmeno un centesimo (al contrario abbiamo pagato l'imposta di registro...)

- Ah, e per quelli che dicono "sì, dite così adesso, ma poi vediamo..." faccio presente che anche tecnicamente parlando W la Fisica non può ricevere finanziamenti pubblici (per una complessa questione burocratica) quindi nemmeno c'è il rischio che accada.
Poi, se proprio volete saperlo, il sottoscritto non ha debiti da pagare (manco il muto per le case, che ho pagato interamente) e guadagna discretamente bene. Francamente i soldi sono l'ultima delle mie preoccupazioni.
Certe accuse rivolgetele a chi magicamente passa da uno schieramento all'altro e poi si trova il mutuo della casa pagato.

- W la Fisica ha candidati residenti in Rep. Ceca, Austria, Germania e Francia. Abbiamo poi alcune connessioni in Svizzera (sebbene le persone in questione non siano candidate). Non copriamo tutta l'Europa? Certo, anche perché è impossibile farlo. Chi viene eletto rappresenta gli italiani che vivono in tutta Europa, anche se vive in un solo paese europeo. Ancora non esiste nessuno che vive contemporaneamente in tutti i paesi Europei.
Personalmente conosco gente che vive in mezza Europa, viaggio, parlo, discuto e imparo. Ad esempio, ho cari amici che vivono in UK da lustri e mi raccontano com'è la vita nel Regno Unito.

- "Ma io non mi fido ancora, secondo me mi state fregando".
Ok, lo ammetto, ti stiamo fregando.
Ti dirò di più, l'hai visto quel signore con il cappotto nero ieri sera sul marciapiede davanti a casa tua?
Secondo te era lì per caso?

Non siamo il sen. razzi

December 30th, 2017 by mattia | 10 Comments | Filed in politica, riflessioni, w la fisica
E così, finalmente, Mattarella ha sciolto le Camere.
Hanno provato a convincerlo, gli hanno chiesto un paio di settimane extra per approvare lo ius soli usando la fiducia, ma il rischio era troppo alto. Se il voto di fiducia fosse stato negativo il governo Gentiloni sarebbe caduto. Così invece resta in carica e torna comodo per il dopo-elezioni. Perché sarebbe un governo in carica e nella pienezza dei suoi poteri finché non si dimette o non viene votata una mozione di sfiducia dal Parlamento.

Nel frattempo noi qui ci stiamo organizzando. Visto che si vota il 4 marzo le liste saranno depositate il 28-29 gennaio. Un mese esatto per raccogliere le firme. Abbiamo in programma un firma party a Praga, uno a Parigi, poi Mauro vuole organizzare degli incontri per raccogliere le firme a Monaco e Colonia e se tutto va bene ci sarà un incontro di raccolta firme anche a Zurigo con Ivan.
Ho contattato anche il consolato di Londra per vedere se mi fanno fare un firma party anche nella capitale britannica (in quel caso ci vado io).

Nel frattempo sto facendo promozione sul feisbuc e sapete cosa, la risposta è decisamente positiva. Non me lo aspettavo. C'è della gente, perfetta sconosciuta, a cui piace la nostra proposta di difendere la scienza e che dice di voler firmare. Vedete, basta che arrivi la voce alle loro orecchie e la proposta piace.
Per questo sarebbe utilissimo qualche articolo di giornale. Se solo i giornali parlassero del progetto tireremmo su le firme in due giorni.
Purtroppo però i giornali ci snobbano, nonostante i numerosi comunicati stampa. Evidentemente non siamo al livello del sen. razzi per finire sui giornali, non urliamo, non facciamo scenate. E la stampa cerca questo.
Non preoccupatevi, non mi metterò mai a fare il buffone per richiamare l'attenzione della stampa. Le firme le raccogliamo con le nostre forze.