L’indagine

Ricordate quando trump, settimane fa, annunciò il blocco dei finanziamenti all’OMS accusata di essere un burattino della cina?
Un po’ tutti lo presero in giro dicendo che giocava a scaricare le sue responsabilità sulla cina. È stato incapace di gestire la crisi da coronavirus e ora cerca un capro espiatorio!

Poi è stato il momento dell’Australia che timidamente si è permessa di mettere all’indice il comportamento cinese. Poi qualche politico tedesco e ieri…

È notizia di ieri che 116 paesi vogliono un’indagine sulle responsabilità cinesi in questa pandemia. Boh, forse ci siamo già dimenticati di lui e serve un’indagine ufficiale per ricordarcelo. Magari la gente crede davvero alle dichiarazioni in cui i cinesi dicono di essere stati trasparenti e si è già dimenticata di quando mandava la polizia a minacciare i medici che davano l’allarme.

Quindi ora cosa diranno? Che 116 paesi cercano di scaricare la colpa sulla cina per coprire la propria inadeguatezza, come dissero di trump?
Spoiler: no, non lo diranno.

In un certo ambiente il gioco funziona anche. Quando una cosa la dice trump lo accusi di essere uno sciocco che scarica le proprie colpe sugli altri. Quando la stessa cosa la dicono 116 paesi del mondo magicamente la critica svanisce. Funziona con quelli che ànno un pregiudizio negativo contro trump e godono quando leggono una critica contro di lui.

Chi invece à un pregiudizio positivo verso trump?
Prendete il classico americano con reddito medio-basso che à pagato duramente la crisi. Quello che non à un reddito garantito da una posizione al caldo e la casa al mare o al lago dove andare a passare la quarantena.
Questo sente trump accusare la cina settimane e settimane fa. E ora vede che metà mondo lo segue nell’accusare la cina di essere responsabile di questa pandemia. Inconsciamente pensa “il mio presidente aveva ragione! Tutto il mondo lo segue!
Se poi ci mettete il carico da 90 di Pompeo che quando va a fare le sue interviste strampalate in TV si riferisce alla cina come al partito comunista cinese, siamo a posto. Quell’americano vedrà trump come quello che lo difende dai brutti comunisti cinesi che ànno mandato in vacca il mondo intero. Vedrà trump come il capo che guida il mondo, quello che detta la linea settimane prima degli altri, quello che li difende dai pericoli stranieri (che per gli americani sono sempre brutti, cattivi e inferiori).

Poco conta se tutto ciò è vero o no, se le responsabilità sono di trump o di cuomo, della cina o dell’OMS. Anzi, è del tutto irrilevante. Ciò che conta è l’immagine che passa alla gente, non la sostanza dei fatti.
Siamo ancora nel corso degli eventi, e come evolveranno nessuno lo sa. Può fare errori clamorosi dopodomani, ma per adesso è stato un fottuto genio nel modo in cui è riuscito a ribaltare la frittata.

19 Comments

  1. kheimon said:

    Alla fine il problema con Trump, esattamente come con Berlusconi, è che riesce a rigirare la frittata perché anche se lui ha torto, gli altri purtroppo non hanno ragione.

    19 Maggio 2020
    Reply
    • mattia said:

      Alla fine il problema con Trump, esattamente come con Berlusconi, è che riesce a rigirare la frittata perché anche se lui ha torto,

      ed esattamente come berlusconi conosce bene il suo popolo, i suoi punti deboli e sa sfruttarli per fargli credere quello che vuole.

      19 Maggio 2020
    • Julien Sorel said:

      Diciamo anche che Trump, come Berlusconi, ha degli oppositori semplicemente oltre il limite dell’imbarazzante. No, dico, Joe Biden sono andati a pescare? Un fossile ottuagenario che in 45 anni ne ha combinate di cotte e di crude, con un armadio traboccante di scheletri quasi quanto quello della Clinton? Ma davvero pensano che Trump e Fox News non conoscano a menadito tutte le magagne di Biden (Cina, Ucraina, Iraq, Libia, accuse di stupro/molestie, Anita Hill, riforma delle carte di credito, WTO etc.) e non siano pronti a gettargliele in faccia nei prossimi mesi? Davvero non avevano nessuno di meno indecente da presentare di una mummia corrotta e guerrafondaia come Biden?

      20 Maggio 2020
    • mattia said:

      Ma davvero pensano che Trump e Fox News non conoscano a menadito tutte le magagne di Biden (Cina, Ucraina, Iraq, Libia, accuse di stupro/molestie, Anita Hill, riforma delle carte di credito, WTO etc.) e non siano pronti a gettargliele in faccia nei prossimi mesi?

      Sì, però ricordati che non bastano le magagne, bisogna anche essere in grado di tirarle fuori in modo che facciano presa.
      Le accuse di molestie sessuali per esempio non l’ànno scalfito. I media l’ànno protetto e l’à sfangata. Adesso vediamo le altre.

      Davvero non avevano nessuno di meno indecente da presentare di una mummia corrotta e guerrafondaia come Biden?

      oh sì che l’avevano. Pete Buttigieg ogni tanto qualcosa di sensato riusciva anche a dirlo (come sul debito scolastico) e per mere questioni anagrafiche non poteva avere troppi scheletri nell’armadio. Ma era troppo giovane, poco dentro l’apparato del partito e aveva un’esperienza amministrativa molto limitata. Se però riesce a fare il passo intermedio (diventare senatore o governatore) in futuro con qualche anno in più e qualche aggancio in più potrebbe farcela.

      20 Maggio 2020
    • Julien Sorel said:

      @Mattia

      In realtà chi conosco dagli USA mi dice che Buttigieg di scheletri nell’armadio ne ha e ben grossi e sono la ragione con cui la dirigenza lo ha “cordialmente convinto” a farsi da parte prima del Super Tuesday. Oltre al fatto che Buttigieg mi pare il classico clintoniano/blairiano riciclato. Siamo in un’era in cui la sinistra clintoniana e blairiana è morta e sepolta, la crisi del 2008 e il corona virus mi sa che hanno definitivamente sepolto la “sinistra liberale”, oggi le idee di Clinton e Blair sono semplicemente kryptonite. L’unica minimamente decente mi pareva l’hawaiiana, che perlomeno prometteva di star fuori dai casini del Medioriente e si diceva contraria alle “Identity politics”, ma l’hanno gambizzata senza pietà. Comunque, come quattro anni fa la Clinton era l’unica persona che poteva perdere contro Trump, oggi Biden è l’unico che può riuscire a perdere contro un uscente in piena recessione.

      20 Maggio 2020
    • mattia said:

      In realtà chi conosco dagli USA mi dice che Buttigieg di scheletri nell’armadio ne ha e ben grossi e sono la ragione con cui la dirigenza lo ha “cordialmente convinto” a farsi da parte prima del Super Tuesday.

      uhm, quali? Gli unici che ò sentito io erano storie di finanziatori che però sono a livello di sbadiglio. Niente di paragonabile a biden. Ma forse mi sono perso qualche pezzo per strada…

      L’unica minimamente decente mi pareva l’hawaiiana, che perlomeno prometteva di star fuori dai casini del Medioriente e si diceva contraria alle “Identity politics”, ma l’hanno gambizzata senza pietà.

      ok, concordo, ma è anche vero che non è mai stata veramente in corsa…

      20 Maggio 2020
    • Julien Sorel said:

      Allora la faccenda è una chiacchiera che ha il valore che ha, però… Buttigieg è gay dichiarato e il marito insegna educazione fisica ai ragazzini. Ora, secondo te, nell’era del “metoo” cosa può accadere a un candidato gay il cui marito insegna educazione fisica ai ragazzini? Fai 2+2 e capisci cosa poteva accadere e perché i dirigenti del partito, a differenza di giornalisti e analisti, non erano entusiasti all’idea che fosse lui il candidato

      21 Maggio 2020
    • mattia said:

      Ora, secondo te, nell’era del “metoo” cosa può accadere a un candidato gay il cui marito insegna educazione fisica ai ragazzini?

      ok, questa mi era sfuggita. Però è uno scandalo indiretto, non è lui ma il suo compagno.
      Con biden l’accusa di molestia sessuale non era solo su biden stesso, ma addirittura sarebbe avvenuta nel suo ufficio da senatore, quindi abusando delle sue funzioni pubbliche.
      Mi sembra 27 volte più pesante di un’accusa indiretta non verso il candidato ma il suo compagno e in situazione fuori dalle istituzioni.

      21 Maggio 2020
    • Shevathas said:

      e sapendo che è fatto così gli consegni una signora frittata su una padella studiata appositamente per i rigiri artistici?
      Non è un comportamento molto avveduto.

      21 Maggio 2020
    • Peto said:

      mattia:

      Le accuse di molestie sessuali per esempio non l’ànno scalfito. I media l’ànno protetto e l’à sfangata.

      Direi che “l’ànno protetto” è un eufemismo:
      I Believe Tara Reade. I’m Voting for Joe Biden Anyway. https://www.nytimes.com/2020/05/06/opinion/tara-reade-joe-biden-vote.html
      I Take Tara Reade’s Allegations Against Biden Seriously, and I’m Still Voting for Him. Here’s Why. https://www.thedailybeast.com/i-take-tara-reades-allegations-against-biden-seriously-and-im-still-voting-for-him

      21 Maggio 2020
  2. ava said:

    Trump ha preso scelte semplici che hanno dato i risultati sperati.
    Penso ad esempio alla scelta di colpire l’ ISIS ( nulla di che, ma sono crollati come un castello di carte mentre Obama ciurlava nel manico; ora non sono più uno stato territoriale e ci voleva poco ); le manovre economiche di rilancio post crisi; tirare fuori un minimo di palle con la corea del nord per mitigare almeno le più evidenti prove di forza del trippone , che pur procedendo col riarmo ha utilizzato toni meno apocalittici . Nulla che l’ uomo medio della strada non avrebbe pensato di fare , ma che Obama e soci si preoccupavano di non fare.
    Mi tornano in mente i mondiali degli anni ‘ 90 in cui l’ uomo della strada chiedeva al CT di mettere Baggio al posto di Del Piero, ma si continuava a tenere l’ inutile Pinturicchio in campo per fare un favore alla Juve. Tutti a prendere per il culo l’ “italiano allenatore della domenica”,ma se l’ allenatore professionista prende scelte evidentemente senza senso c’è tutto il diritto di criticare.
    E anche qui ,anche i somari hanno capito che l’ OMS ha gestito la faccenda malissimo , per incapacità e per interessi. Le due cose vanno a pari passo perchè come diceva Falcone: ” Dove comanda la mafia, i posti nelle Istituzioni vengono tendenzialmente affidati a dei cretini”.

    Infine faccio presente che il numero di casi negli stati uniti è molto alto, ma anche la popolazione è numerosissima: in realtà i morti sono , per milione di abitanti, il 60% di quelli che abbiamo noi , e probabilmente alla fine ci si ritroverà con la stessa cifra per milione di abitanti che abbiamo avuto qui, pertanto il confronto tra sanità pubblica e privata sarà solo su quanto sarà costata l’ una rispetto l’ altra e come al solito scopriremo che il ssn è un carrozzone per ruberie.

    20 Maggio 2020
    Reply
    • kheimon said:

      Non sono uno di quei babbei che legge Repubblica e dice “ha stato Trump” a ogni piè sospinto, ma questo riassunto della presidenza dell’arancione mi pare generoso a dir poco.

      Aggiustando per il rischio corso e il movimento nelle acque causato, i risultati sono magrissimi. Con tutto questo sconquassamento mi aspetterei di essere stupito con risultati speciali.

      Invece se vai a stringere non rimane una ceppa.

      A bilanciamento di un tale rischio corso con questa strategia di incoerente mix di insulti e appeasement con la Corea, mi aspetto o la denuclearizzazione o l’annientamento del regime. Invece non abbiamo ottenuto una fava.

      Non è chiaro quali siano le “manovre di rilancio post-crisi” visto che “steady as she goes” in quella parte del ciclo economico funziona senza problemi.

      Non ti piace Obamacare perché costa tanto e non copre abbastanza? Bene, dov’è il sostituto promesso?

      E il famoso muro?

      Tutto quel casino con la Cina (molto rischio, molto rumore) ma non mi pare che la Cina abbia ceduto di un millimetro: sta essenzialmente aspettando un cambio di leadership.

      20 Maggio 2020
    • ava said:

      L’ economia americana stava andando forte dopo anni zoppi. Magari come dicono i detrattori non è merito di Trump ,ma intanto al potere c’è lui.
      Lo stato islamico era un problema . Adesso non è più uno stato . Rimangono tutti gli impossibili problemi del medio oriente, ma se hai le risorse petrolifere di mezzo mondo in mano a gente che ha un ordinamento statale da medio evo che pretendi?
      Certo anche qui il Daesh cominciava ad essere un problema troppo grosso da ignorare come avrebbe fatto Obama.
      infine la Corea, qui sono d’accordo che la sostanza è poca , ma formalmente per lo meno c’è stato l’ incontro con Kim Jon Un che ha una forte parvenza simbolica. Anche qui, guarda caso non c’è Obama.
      Con questo non voglio dire che Trump sia George Washington reincarnato , ma secondo me l’ amministrazione Obama ha fatto veramente schifo e ci voleva poco a fare meglio.
      Infine sulla sanità io ho l’ impressione che gli Usa, in un modo o nell’ altro , se la stiano cavando meglio di noi ,basta vedere il tasso di mortalità: obamacare o meno, sicuramente spendono meno e hanno un servizio migliore.

      20 Maggio 2020
    • mattia said:

      Infine sulla sanità io ho l’ impressione che gli Usa, in un modo o nell’ altro , se la stiano cavando meglio di noi ,basta vedere il tasso di mortalità: obamacare o meno,

      ài notato che questa storia che il coronavirus dimostrerebbe l’utilità di un ssn universale per tutti vs. sistema di assicurazioni ora non la raccontano più?
      Magicamente sparita dal dibattito pubblico.

      20 Maggio 2020
    • ava said:

      Si ho notato, ne ho notate tante di merdate in questi mesi, ma questa meriterebbe un bel dibattito parlamentare. Ora stiamo comprando 3 miliardi di materiale sanitario che , secondo quanto mi dicono gli amici medici, non serve a un cazzo, perchè tanto 1) il ” tappo” è rappresentato dal personale 2) in ogni caso si è capito come fermare la crescita delle terapie intensive e se la situazione rimane monitorata si ferma per tempo .
      Oltretutto mi pare di capire che gli americani siano meno disciplinati di noi , eppure hanno tenuto botta lo stesso perchè si vede che erano più preparati.
      Infine ricordo che i morti da noi sono molti di più di quelli conteggiati per varie ragioni; la prima è che molti sono morti senza tampone, la seconda è che essendo andata in casino la sanità per un mese , ci sono stati molti decessi non legati direttamente al COVID ma legati alla riduzione di offerta sanitaria .
      Prova di questo fatto è l’analisi del numero di morti sulla base del periodo dell’ anno scorso dell’ Istat, dal quale si evince che , se anche i morti in questi due mesi sono calati ( niente incidenti stradali, niente morti sul lavoro ecc), in realtà il numero di morti nelle zone colpite è lievitato fuori da ogni precedente, pertanto non è azzardato supporre che tale trend si sia verificato pure in altre zone, anche se a livello nazionale il numero di morti è stato ridotto dalla mancanza di mobilità.

      20 Maggio 2020
    • ava said:

      Ah aggiungo un’ altra cosa. La diffusione del contagio non è avvenuta solo ” per colpa della Lombardia” , infatti la percentuale di contagiati sulla popolazione è 0,85; nelle altre regioni colpite ci si ritrova con 0,68-0.61%. Differenze quindi comprensibili visto che 1) la Lombardia aveva il primo cluster ospedaliero conclamato 2) il modello urbanistico lombardo prevede una densità abitativa importante. 3) la Lombardia ha preso le decisioni sbagliate che hanno preso anche gli altri vicini tranne noi veneti .
      Anche confrontando la mortalità le differenze con le altre regioni ( ad esempio l’ Emilia) non è che siano così marcate, parliamo del 17% contro il 15%. Le regioni ” virtuose ” sono sul 10 ma hanno tutte pochi casi. Quindi non è che abbia fallito il modello lombardo, è fallito proprio tutto il sistema .
      Poi ovvio che la Lombardia avendo il doppio degli abitanti degli altri si è trovata con numeri complessivamente da capogiro

      20 Maggio 2020
    • Emanuele said:

      ” i morti da noi”

      Aspettiamo di avere i dati della mortalità generale anche degli altri paesi, perché i conti ognuno li fa come gli pare e non solo da noi ci sono morti “extra”.
      Forse gli unici che contano tutti i morti, compresi i sospetti non confermati, sono i belgi, che infatti hanno il record tra i paesi più grandi di San Marino per morti per milione.

      22 Maggio 2020
    • Emanuele said:

      ” non è azzardato supporre che tale trend si sia verificato pure in altre zone, anche se a livello nazionale il numero di morti è stato ridotto dalla mancanza di mobilità.”

      Ieri ho visto una cartine basata sui dati istat dove si vede chiaramente la diffusione della mortalità nei mesi scorsi, e sembra dimostrare bene che il virus è partito ed è rimasto concentrato tra Lombardia-Piemonte-Emilia e Veneto.

      “la Lombardia ha preso le decisioni sbagliate che hanno preso anche gli altri vicini tranne noi veneti “.

      Magari il fatto che da voi non mi risultano movimenti “Veronanonsiferma” o “Padovanonsiferma” ha contribuito.

      22 Maggio 2020
  3. Astaroth said:

    Quindi ora cosa diranno? Che 116 paesi cercano di scaricare la colpa sulla cina per coprire la propria inadeguatezza, come dissero di trump?
    Semplicemente non lo dicono. Continuano a dire che Trump minaccia di tagliare i fondi all’oms e sorvolano sul dettaglio che non è l’unico perplesso dalla gestione della situazione.
    Hai presente quella massima attributa a Goebbels, mi pare: “Racconta una bugia mille volte e diventerà la verità” ecco, vale anche al contrario.

    20 Maggio 2020
    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *