Il virus più pericoloso è l’antirazzismo

Sicché ieri in Rep. Ceca è successo questo fatto. Alcuni italiani erano su di un treno e tossivano. La gente si preoccupa, chiama il controllore e alla fermata di Pardubice arriva la polizia con l’ambulanza per portarli via. Fanno il tampone e salta fuori che era negativo. Siamo tutti felici per loro e per i passeggeri del treno.

Nel frattempo però gli italiani sull’internet si scatenano. Vi riporto alcuni commenti:

– stiamo alla pulizia etnica

Giusto, abbiamo una epidemia in corso, in italia ci sono migliaia e migliaia di infetti, una persona potenzialmente pericolosa tossisce sul treno dove la gente sta a distanza ravvicinata per ore ma niente, non possiamo fare nemmeno un controllino altrimenti poi ci accusano di pulizia etnica. Dobbiamo lasciar diffondere il virus: creperemo tutti ma nessuno potrà accusarci di essere razzisti.

che succede, se ò un po’ di tosse adesso non posso più prendere il treno?

No, bigolo. Siamo in stato di emergenza. Se sei malato stai a casa, cretino di un cretino.

– L’ambasciata italiana dovrebbe richiamare il governo ceco!

Guarda, in questo momento se l’ambasciata italiana si permette di dire “be” si prende un vaffanculo grosso come una casa dal governo ceco. C’è poco da fare i galletti amburghesi adesso.

– Razzisti e Ignoranti……e pensare che fino a pochi anni facevano la fila per i mandarini

E vabbe’, quello che pensa ancora di venire qua a cuccare con le calze di nylon come nel 1985 pensando che non sia cambiato nulla c’è sempre.
Che poi, poniamo fossimo ancora nel 1985 e la gente stia ancora in coda per le banane? Che significa? Che se arriva un ricco a portarti un virus te lo devi beccare perché sei povero?
Puoi permetterti di applicare normali regole di profilassi sono se sei ricco, mentre se sei povero e uno ricco viene a tossirti in faccia non puoi permetterti di ripararti, devi star lì a prendere il virus e ringraziarlo anche?

Potrei continuare al altrettanti messaggi che definiscono queste misure razziste, ma il senso l’avete capito.
Purtroppo gli italiani sono piccole piselline permalose: per non urtare la loro sensibilità e orgoglio patriottico bisogna negare l’evidenza e farci infettare da loro. Altrimenti siamo razzisti.

Per fortuna qui ce ne sbattiamo il cazzo. Gli italiani possono fare i permalosi quanto vogliono ma li si tira giù dal treno e gli si fa il tampone ugualmente. Se questa gente à problemi può tornare a napoli a morire di colera.
Ma il principio rimane pericoloso: se qui dobbiamo rinunciare a proteggerci contro un’epidemia perché altrimenti veniamo definiti razzisti capite che letteralmente crepiamo di antirazzismo.
I coglioni che vedono razzismo ovunque con il loro politicamente corretto fanno danni concreti, fanno morire. Il virus più pericoloso è l’antirazzismo.

Piesse: vedo che state sclerando un po’ troppo. Quindi chiudo i commenti per un po’. Se la testa vi scoppia picchiatela ripetutamente contro un muro per un paio di mesi. Poi ci rivediamo qui.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *