La carota obesa

Io me li immagino lì al ministero, la mattina presto.
Strisciato il tesserino, completo elegantemamoderno, barba fatta da meno di un’ora e si parte con il breinstomin.

– Allora, ragazzi, temi di attualità oggi?
– Le primarie americane.
– Bravo, e come lo leghiamo all’agricoltura?
– Boh, potremmo dire che…
– Idea cretina. Aventi un altro.
– Il festival di Sanremo!
– E….?
– Be’, Sanremo… i fiori… i fiori si coltivano… agricoltura
– Nah, al massimo è floricoltura, non agricoltura. E poi su Sanremo fanno sempre polemiche, è divisivo. Avanti il prossimo.
– Oggi è la giornata sul cancro.
– Mmmmm
– Potremmo dire che il cancro si previene con una corretta alimentazione, quindi mangiando sano, quindi viva il cibo italiano che è sano…
– Questa mi piace. Sul cancro non sei contestabile, anche salvini mette sempre la giacca dell’associazione contro il cancro. Poi diciamo che il cibo italiano è migliore del mondo, titilliamo l’orgoglio italico… è fatta.
– Scrivo il tuitt?
– Vai. Ah, mettici #madeinitaly, che tira sempre.

Per i medici, una dieta bilanciata e una corretta alimentazione possono aiutarci nella prevenzione di malattie anche gravissime, come i tumori. Il buon cibo è uno strumento di prevenzione formidabile. E quale miglior cibo del nostro #MadeinItaly?

via twitter

Ecco, cari miei addetti stampa, se volete fare un messaggio per la giornata contro il cancro fatelo pure. Anche solo per questioni di propaganda. Metteteci pure il logo del partito sopra, tanto voi potete farlo senza sentirvi dare degli sciacalli.
Però non è che siccome lavorate per il ministro dell’agricoltura allora dovete per forza trovare una connessione con il tema dell’agricoltura. Perché poi vi escono queste stronzate.

Sì, l’alimentazione corretta è importante per prevenire dei tumori. Ma il cibo italiano non è diverso dal cibo straniero. Un broccolo à le stesse proprietà nutritive sia se lo coltivi in italia, sia se lo coltivi in Spagna. Una carota contiene lo 0,2% di grassi sia coltivandola in italia sia coltivandola in America. Non è che siccome gli americani sono obesi allora anche le carote in America vengono su con il 20% di grasso. Non è che se gli americani fanno scelte alimentari sbagliate e mangiano la merda allora i broccoli coltivati in America ti fanno venire un tumore.
Un broccolo è sempre un broccolo. Toh, al massimo se lo coltivi in Campania ci trovi dentro un po’ di merda dei rifiuti tossici interrati dalla camorra, ma questo è un altro discorso.

4 Comments

  1. Raoul Codazzi said:

    Non solo, ma non c’entra nemmeno il concetto di “buono”. Proprio parlando di broccoli, se da un lato fanno indubbiamente bene, dall’altro risultano praticamente immangiabili per moltissimi bambini (a partire da mia figlia). Ciò che ti fa bene non necessariamente è buono.

    5 Febbraio 2020
    Reply
  2. Sciking said:

    Fanno tanto gli europeisti poi si danno a questo protezionismo spicciolo.

    6 Febbraio 2020
    Reply
  3. Luigi Morelli said:

    Le proprietà organolettiche del patrio suolo italiano e le peculiarità microclimatiche rendono il cibo più genuino e nutriente.
    Per questo le eccellenze agroalimentari sono imprescindibilmente legate all’area di coltivazione.
    Una carota risentirà sempre della qualità del terreno nella quale è coltivata. È questione di chimica.

    7 Febbraio 2020
    Reply
    • mattia said:

      Le proprietà organolettiche del patrio suolo italiano e le peculiarità microclimatiche rendono il cibo più genuino e nutriente.
      Per questo le eccellenze agroalimentari sono imprescindibilmente legate all’area di coltivazione.
      Una carota risentirà sempre della qualità del terreno nella quale è coltivata. È questione di chimica.

      Sei ironico, vero?
      Perché non puoi aver scritto queste cazzate seriamente.
      Ecco, quando sei ironico metti una faccina che ride, così lo capiamo.

      7 Febbraio 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *