Il 31 dicembre 2032

Io, di norma, sono molto prudente quando si parla di tecnologia. Un po’ perché ò già vissuto abbastanza da vedere gente che prometteva mari e monti finire a raccogliere carrube. Un po’ perché, quando tocca a me, ò una fifa boia di promettere cose che non posso mantenere.
Io li vedo quelli che promettono qualsiasi cosa pure di avere un contratto. Poi magari falliscono ma se ne fregano. Io invece proverei una vergogna infinita. Ogni volta che prometto un avanzamento tecnologico vado sempre coi piedi di piombo.

In questi giorni sto frequentando una conferenza scientifica. Ieri una ricercatrice à fatto una presentazione in cui descriveva i risultati che raggiungerà una tecnologia nel 2025 e nel 2032. Le previsioni mi sembravano, come dire, un filino ottimistiche.
Così alla fine ò preso il microfono e ò detto:

In effetti i traguardi sono ambiziosi. Vorrei capire se sono previsioni o desideri.

Ella mi à risposto con piglio deciso che sono previsioni. Sono dati calcolati con modelli previsionali che si usano in economia. Se ànno funzionato in economia – à aggiunto – non vede perché non dovrebbero funzionare per prevedere lo sviluppo di questa tecnologia.

Ehm… qualche idea ce l’avrei. Però.
Però il 2032 non è mica lontano, eh. Alla fine basta aspettare. I numeri dichiarati sono chiari, fra 13 anni ci rivediamo e controlliamo quanto di quelle previsioni estremamente ottimistiche si è avverato.

Questo post era per spiegare che mi serve qualcuno che mi faccia da promemoria e mi ricordi questa faccenda mandandomi un messaggio email il 31 dicembre 2032. Chi si offre come volontario.

3 Comments

  1. Giampaolo said:

    Non ce l’hai gugol calendar? 😛

    27 Giugno 2019
    • mattia said:

      Non ce l’hai gugol calendar?

      No. E poi dovrei mantenere lo stesso profilo fino al 2032.
      La mia email invece sarà sempre quella (anche quando cambierò cognome terrò il dominio butta.org)
      È più affidabile.

      27 Giugno 2019

Comments are closed.