Al piano superiore

Ci sono momenti in cui ringrazio in Signore di avermi fatto uomo. Come ieri, quando ò scoperto quanto può essere estenuante trovare la borsetta giusta. Che fosse per me un qualsiasi contenitore sufficientemente robusto andrebbe bene, invece salta fuori che per le donne ci sono una miriade di variabili nella scelta di una borsa. Per trovare quella giusta ò dovuto girare così tanti negozi che alla fine ero esausto.
Dopo due giorni che vagavo per negozi oscillando tra borse che costavano come mezzo stipendio di un operaio e borse da venti euro che ne valevano la metà sono finalmente entrato in un negozio che mi à avvolto con l’odore di pelle già dall’ingresso.
È il posto giusto, me lo sento.
E infatti ò trovato la borsa giusta al costo giusto. Mi stavo quasi commovendo dall’emozione. Ammettetelo: quanto è facile la vita di noi uomini che non abbiamo di questi problemi (almeno quando non devi comprare borse per altre)?

In questa via crucis da stazione a stazione (in pratica avevo scritto su gugol maps “bags” e mi sono fatto tutti i negozi) sono arrivato in un posto dove è successo un episodio curioso.
Entro e una commessa mi chiede se può aiutarmi. Le dico di no, e mi guardo in giro ignorandola. Passa meno di un minuto e un commesso mi approccia (che io dico, ò detto di no alla tua collega, capiscila che non mi devi rompere il cazzo):

  • signore, guardi che gli articoli da uomo sono al piano superiore.
  • E chi le dice che io sia un uomo? Io mi autoidentifico come una donna! Sono una donna! Non si permetta di presumere la mia identità di genere!
  • Oh, mi scusi.

Giuro che gli ò risposto così.
Fossi stato in canada l’avrei denunciato e mi sarei fatto la casa al mare. Qui mi sono limitato a divertirmi. Perché se non riesci a far loro capire che quelle teorie sono assurdità il metodo migliore è abbracciarle e sfruttarle tu stesso per dimostrare quanto siano idiote.

8 Comments

  1. ziopippo said:

    Mia moglie lo dice sempre “Voi uomini siete fortunati: comprate i vestiti in 10 minuti, il vostro guardaroba consta di pochi capi: camicia, pantaloni, giacca, maglione/felpa, maglietta/polo. I fashion designer non fanno abiti assurdi solo perché “di moda”, o comunque se li fanno nessuno si aspetta che li portiate davvero. Gli accessori da uomo che in genere può mettere anche una donna (tipo zainetti, portafogli, sciarpe, portachiavi) sono in media più belli, più pratici e più economici delle varianti da donna.”

    Di solito per consolarla dopo lo sfogo la porto in giro a fare shipping 😀 😀 😀

    6 Maggio 2019
    Reply
    • ava said:

      In genere i miei vestiti li comprano mia moglie o mia madre. Ed è una cosa di cui sono sempre andato molto orgoglioso.
      Sono ovviamente escluse le T shirt nerd con le immagini dei cartoni animati , per le quali voglio piena libertà artistica,
      e le tute da ginnastica ed altri accessori per lo sport su cui sono esigentissimo e quindi quando comprano gli altri sbagliano sempre.

      6 Maggio 2019
  2. Stefano said:

    STANDING OVATION!

    6 Maggio 2019
    Reply
  3. Jacopo said:

    Il migliore è stato il tizio in Argentina qualche anno fa, che ha cambiato sesso all’anagrafe per poter andare in pensione qualche anno prima… XD

    6 Maggio 2019
    Reply
  4. brain_use said:

    Va detto però che, mentre una donna ha un’ampia varietà di scelta, un uomo deve comunque sorbirsi camicia (maniche lunghe), crevatta e giacca a una qualsiasi cerimonia formale. Anche a fine luglio.

    7 Maggio 2019
    Reply
    • mattia said:

      Anche a fine luglio.

      all’ultimo matrimonio a cui sono stato (lo scorso agosto) ò indossato un barong: ero molto elegante e stavo molto bene, non l’ò “sorbito”.

      7 Maggio 2019
  5. Fabrizio C. said:

    “Loro” chi? Che ne sai quanto al commesso fregasse qualcosa del gender? È molto più probabile che abbia spettegolato della “checca isterica” alle borse con la collega piuttosto che farsi turbe mentali gay friendly.

    7 Maggio 2019
    Reply
    • mattia said:

      Pora stella, quanto si vede che non sai un cazzo di questa città.

      8 Maggio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota sui biscottini: questo sito usa solo i biscottini di base di Wordpress per il funzionamento del sito. Non usa biscottini per memorizzare vostri dati personali, anche perché non me ne frega niente. Pensate che non vengono nemmeno fatte le statistiche sugli accessi di questo sito. Non ci sono nemmeno i pulsanti per mettere apprezzamenti sul feisbuc, il tuitter o altre reti sociali. Ciao.