Il principale esponente dello schieramento a noi avverso

Sono quasi commoventi nel loro tentativo di difendere l’indifendibile.

Dopo gli attentati di Pasqua in Sri Lanka che ànno massacrato centinaia di cristiani il già presidente degli U.S. of A. barack hussein obama II à pubblicato un messaggio di condoglianze in cui definiva le vittime “Easter worshippers” anziché, banalmente, cristiani.

Tutti coloro che parlano decentemente la lingua inglese sanno che questo idioma tende alla semplificazione estrema. In inglese non usi due parole quando ne puoi usare una. La verbosità non è considerata un pregio, ma un difetto. Questo è uno dei motivi per cui i cartelli informativi italiani (ma anche cechi) tradotti in inglese parola per parola fanno ridere. Quei cartelli in cui “Si prega la spettabile clientela di non abbandonare rifiuti fuori dagli appositi contenitori” viene tradotto dal cugino della segretaria che à fatto due settimane a Londra come “We beg our esteemed clientele to not abandon rubbish out of specific containers“, quando invece sarebbe un banale “PLEASE do not litter“.
Un madrelingua inglese usa due parole quando potrebbe usarne una solo per evitare quell’unica parola. Perché politicamente scorretta, perché è un tabù.
Barack hussein obama II à scritto “Easter worshippers” al posto di “Christians” perché non voleva dire “Christians”.

Di fronte all’indignazione generale si sono mosse le truppe delle cause perse che ànno immediatamente intrapreso meravigliose arrampicate sugli specchi. I più ridicoli si sono attaccati al fatto che “Easter” è un nome usato solo per la Pasqua cristiana in inglese, quindi il riferimento era implicitamente al cristianesimo. Polemica inesistente!
Altri si attaccano all’errore di qualcuno che traduce “Easter worshipper” come “adoratori della Pasqua” (che adorano la Pasqua anziché il Signore) e non come “fedeli che vanno a messa a Pasqua”.
Se vi lamentate per l’uso di “Easter worshippers” significa che siete ignoranti, che non parlate inglese, altrimenti sapreste che “Easter” è solo la Pasqua cristiana!
Eccolo, arriva anche il debunker boldrinello che sa fare il copia-incolla dai dizionari!

In questi casi basta fare una cosa molto semplice: verificare se si indigna anche qualche madrelingua. Già, perché sarebbe bastato guardare sotto il tuitt di barack hussein obama II per accorgersi che erano migliaia gli americani che gli contestavano l’uso di “Easter worshippers”.
Bastava leggersi qualche articolo per scoprire che questa scelta di parole à urtato anche gli americani madrelingua inglesi.

It would be technically accurate to use a label like “Passover observers” in the place of “Jews” and “Ramadan commemorators” for “Muslims,” but I can’t imagine why anyone would be so unnecessarily vague and wordy. Unless, of course, there is some reason why they don’t want to explicitly acknowledge the group in question. And that appears to be the case here.

via


Tutti questi debunker della domenica si sarebbero evitati una meravigliosa figura di merda. Sì, perché a @ciccioformaggio1920 puoi anche dire che è ignorante, che non parla inglese e che va bene dire “Easter worshippers” anziché “Christians”, ma difficilmente ti vedo fare il sapientone davanti a un giornalista americano madrelingua inglese.

Cari miei peracottai, non basta copia-incollare un dizionario per fare il debunking linguistico. Bisogna anche conoscere il contesto sociale di come viene usata una lingua.

Quando veltroni diceva “il principale esponente dello schieramento a noi avverso” dizionario alla mano diceva una cosa corretta, ma chi conosceva il contesto politico italiano sapeva che lo diceva intenzionalmente per evitare di dire “berlusconi”.
Ecco, voi immaginatevi dei debunker americani che scrivono:

ma no, è una definizione corretta, per “schieramento a noi avverso” si intende il polo delle libertà, e per “principale esponente” si intende il presidente del maggior partito, ossia berlusconi. Non è che veltroni usa questa definizione per evitare di dire “berlusconi” perché le due cose sono coincidenti. Polemica inutile!

Il tutto mentre in italia un giorno sì e l’altro pure i giornali ospitano editoriali che rimarcano come veltroni eviti di dire “berlusconi” appositamente.
Vi sembrerebbe ridicolo un debunker del genere?

Esatto, siete allo stesso livello.

Piesse: tra l’altro questa cosa mi à fatto scoprire l’esistenza dell’acronimo CEO (Christmas and Easter Only) usato per i cristiani che vanno a messa solo a Natale e Pasqua. Leggere articoli di madrelingua calati nel contesto sociale è sempre utile!

Aggiornamento: l’ignorantissimo svizzero a chi gli à fatto notare che la polemica politica è stata fatta anche da madrelingua americani à risposto che ciò è accaduto solo da parte di madrelingua accecati dalla rabbia politica.
Dopo aver menato il torrone per mezza giornata col principio d’autorità (io sono madrelingua quindi ò ragione io) davanti a un altro madrelingua* in pratica dice che decide lui chi è il madrelingua giusto e chi è il madrelingua sbagliato.
In pratica chi gli dà ragione è un vero madrelingua, chi smonta pezzo per pezzo le sue ridicole argomentazioni non è un vero madrelingua, ma è accecato dalla rabbia politica.
Se la canta e se la suona da solo. Usa il principio d’autorità poi quando arriva qualcuno con più autorità di lui dice che la sua autorità non vale.

Patetico.

*Tra l’altro, un bel tocco più madrelingua di lui che di inglese americano, e per giunta usato in un contesto religioso, sa meno di un americano che invece frequenta l’ambiente.

6 Comments

  1. Enrico said:

    Il c.d. “debunker, madre lingua, ecc.” è davvero penoso in questo caso, focalizzandosi sulla traduzione invece che sulla semantica e, quando glielo fanno notare, continua a non rispondere nel merito trincerandosi dietro lo stesso principio di autorità che tante volta ha invece stigmatizzato.
    Sul papa (minuscola voluta) meglio stendere un velo pietoso, spero che si dimetta quanto prima sovrastato dal peso dei danni che la sua inettitudine sta portando alla cristianità intera.

    23 Aprile 2019
  2. Mauro said:

    Gioco, partita, incontro !!!

    Perfetto, nulla da aggiungere.

    23 Aprile 2019
  3. Tigre da Laptop said:

    Lo svizzerano di lingua inglese ormai ha superato la fase ” mi arrampico sugli specchi pur di dimostrare di avere ragione” ed è arrivato al punto di essere realmente convinto che la sua opinione corrisponda automaticamente alla verità proprio in quanto sua.
    Mi aspetto che tra qualche tempo arriverà a sostenere di essere davvero un rettiliano, tirando fuori una qualche astrusa spiegazione che, secondo lui, sarà perfettamente logica.

    23 Aprile 2019
    • DG said:

      non ha esattamente iniziato ieri a farlo, solo che qui, il caso è talmente ovvio che non sfugge nemmeno ad una lettura superficiale…

      24 Aprile 2019
  4. brain_use said:

    Non sono del tutto convinto.
    Non si fa un po’ di dietrologia spicciola a voler leggere a tutti i costi fra le righe delle parole di Obama?

    24 Aprile 2019
    • mattia said:

      Non si fa un po’ di dietrologia spicciola a voler leggere a tutti i costi fra le righe delle parole di Obama?

      Ehm, no. Non è il messaggio del primo tizio che parla. Quando scrive qualcosa in pubblico ogni parola è pesata.
      E in quell’ambiente, come scrivevo, c’è la fobia delle parole.
      Veramente, il politicamente corretto raggiunge livelli di paranoia assoluta.
      Chi gli à scritto il messaggio è arrivato a quel punto e à detto: cosa ci scriviamo? Cristiani? No, se scriviamo cristiani poi sembra che ci sia un attacco ai cristiani e i cristiani sono i cattivi, non i buoni. Se scriviamo cristiani poi diamo l’idea che l’attacco sia di matrice anti-cristiana. Dobbiamo fare una cosa neutra, non possiamo menzionare l’ideologia (il cristianesimo) quindi cosa ci mettiamo? Ok, quelli che erano andati in chiesa per pasqua. Perfetto, siamo riusciti a evitare di immischiarci nell’ideologia, fiuuuuu.

      24 Aprile 2019

Comments are closed.