Gente che va in manifestazione per NON farsi vedere

Anche in questo caso basterebbe usare un po’ di logica.

Perché uno va in manifestazione? Per farsi sentire. Perché porta dei cartelli con degli slogan? Affinché vengano visti.

Se uno va in manifestazione e i giornali gli fanno una foto dovrebbe essere solo felice. Anzi, possiamo pure dire che lo scopo di chi va in manifestazione è farsi fotografare dai giornali. Perché se tu porti un cartello e i giornali non ti fanno la foto il tuo cartello lo vedono giusto quelli che ci sono in manifestazione (che la pensano già come te) e qualche centinaio di persone che passano per caso di lì. Fondamentalmente il tuo messaggio non raggiunge quasi nessuno. Se invece vieni fotografato dai giornali il tuo messaggio raggiunge un numero altissimo di persone.

Andare in manifestazione con un cartello e sperare di non essere fotografati dai giornali è un comportamento idiota. Cosa ci vai a fare in manifestazione se non vuoi che ti si veda?
È come andare al ristorante e poi lamentarti se il cameriere ti porta del cibo dicendo che sei in digiuno: che cazzo ci vai a fare al ristorante se sei in digiuno?
Uno che va in manifestazione e pretende come suo diritto di non essere fotografato dai giornali deve fare pace con la logica.

Nel momento in cui uno va a una manifestazione scompare il suo diritto alla privasi, perché implicitamente dà il consenso ad essere ripreso. E sì, questo vale anche per i minorenni, ché tutta la logica spiegata fino a qui vale anche per loro. Non è che se uno è minorenne allora diventa logico andare in manifestazione per non farsi riprendere.

Qualche idiota à detto che non si possono mostrare i minori in manifestazione perché c’è la carta di Trevisohh!!1!!11!
Senza capire che la tutela dell’immagine dei minori serve per evitare che vengano pubblicate le loro foto… quando essi non vogliono che vengano pubblicate. Tutela un minore quando si trova suo malgrado all’interno di un fatto di cronaca, non quando cerca egli stesso di sua volontà di apparire sui giornali.

Per capire quanto è idiota questa pretesa è sufficiente pensare alle manifestazioni degli studenti riportate dai giornali seguendo queste linee guida: studenti in corteo con uno striscione e tutte le facce pixelate. Ve le immaginate queste immagini sui giornali? “Corteo degli studenti contro il governo“, apri la galleria di immagini e vedi distese di bande nere che censurano gli studenti.

No, non lo fanno ovviamente. Non sono così cretini. Il diritto alla privasi degli studenti in manifestazione viene tirato fuori solo quando salvini li critica. Allora iniziano a urlare vergonia! sono minorenni! non puoi pubblicare le loro facce!!1!!
Quindi fatemi capire, se le foto della manifestazione sono pubblicate da repubblica sta bene, mentre se le pubblica salvini no? Cioè, il discrimine è che non le puoi pubblicare se critichi i contenuti?

Non potete essere così cretini. No, perché se questa è la vostra logica avete appena creato una categoria di persone che à diritto di andare in manifestazione senza essere criticata. Di loro puoi parlare solo bene. O pubblichi le foto parlandone bene oppure ti è vietato pubblicare le loro foto. Manco i Re nelle monarchie assolute ànno questo privilegio.

No, somari, se uno va in manifestazione e cerca visibilità accetta implicitamente che questa visibilità gli porti anche critiche. Non può cercare la visibilità e pretendere che sia solo positiva. Non funziona così.

16 Comments

  1. Zhelgadis said:

    Se vado ad una manifestazione, così come se posto qualcosa di pubblico su facebook, accetto di metterci la faccia, e accetto che qualcuno possa aversene a male.
    Se vedo ad una manifestazione, o su una pagina facebook, qualcosa che non mi piace, mi ritengo in diritto di reagire come meglio credo (nel rispetto delle leggi).
    Se una persona che ricopre una carica istituzionale attacca pubblicamente, facendosi forte del proprio potere e della propria popolarità, un cittadino per una di queste cose, è un pezzo di merda, a prescindere dai risvolti legali della questione.
    salvini che pubblica le foto degli studenti su facebook è sullo stesso livello della boldrini che espone i suoi detrattori al ludibrio e alle minacce dei fan. Due pezzi di merda di cui il paese spero si liberi in fretta.

    Si, se vado alla manifestazione (o se scrivo qualcosa su facebook) vado per farmi vedere (o leggere). Quello che NON mi aspetto è che un rappresentate delle istituzioni usi il suo peso contro di me per questo.

    22 Febbraio 2019
    Reply
    • mattia said:

      Se una persona che ricopre una carica istituzionale attacca pubblicamente, facendosi forte del proprio potere e della propria popolarità, un cittadino per una di queste cose, è un pezzo di merda

      Innanzitutto, togliamo dal piatto il “potere”, visto che ricoprire una carica istituzionale ti dà un potere che non serve a nulla su instagram.
      Rimaniamo quindi alla “popolarità”.
      Tu mi stai dicendo che una persona che à popolarità, a differenza di tutti gli altri, non à il diritto di risponderti se tu l’attacchi. Una persona normale sì, mentre una persona che à popolarità no.
      Quindi, uno cerca la popolarità per avere più voce, però quando arriva alla popolarità non può più parlare perché è popolare. Allora cerca di diventare meno popolare, così può rispondere a chi lo attacca. Ma siccome non è più popolare non lo attacca nessuno in quanto irrilevante. Allora cerca di aumentare la sua popolarità ma poi quando diventa popolare non può più rispondere alle accuse…
      Devo continuare o lo capisci da solo che è una idiozia?

      Se uno va in manifestazione, attacca uno potente e questo gli risponde deve essere solo felice. Significa che il suo messaggio è arrivato addirittura a chi voleva attaccare. Ma porco cazzo, cosa vuoi di più nella vita? Sei una persona comune, pensi tutto il peggio possibile di una persona famosa e non avrai mai l’opportunità di dirglielo in faccia perché è irraggiungibile. Per una volta ài l’opportunità di fargli sapere cosa pensi di lui: figa, festeggia! Ti risponde? Ancora meglio, significa che l’ài colto nel punto dolente. Cosa preferisci, l’irrilevanza?
      Al di là del fatto che à diritto a risponderti se lo attacchi e il fatto che è popolare non gli toglie questo diritto. Se tu attacchi una persona popolare e questa ti attacca a sua volta devi solo essere contento. Cosa avete che non va?

      è sullo stesso livello della boldrini che espone i suoi detrattori al ludibrio e alle minacce dei fan

      No, vabbe’, le minacce dei fan della boldrinova non fanno paura a nessuno. Ché al massimo possono tirarti una borsettata. La loro pericolosità è quella.

      22 Febbraio 2019
    • Zhelgadis said:

      Mattia, per favore evitiamo gli straw man.
      Non ho parlato di “popolarità” e non ho parlato neppure di “potere”. Ho parlato di “persona che ricopre una carica istituzionale”, e che dovrebbe rappresentare tutti i cittadini.

      22 Febbraio 2019
    • mattia said:

      Non ho parlato di “popolarità” e non ho parlato neppure di “potere”.

      Riporto il tuo commento:

      Se una persona che ricopre una carica istituzionale attacca pubblicamente, facendosi forte del proprio potere e della propria popolarità,

      Ciao.

      22 Febbraio 2019
    • Zhelgadis said:

      Oltre a riportarlo, cerca di capirlo anche:
      “Se una persona che ricopre una carica istituzionale…”

      Oh certo, poi si è fatto forte di essere “popolare e potente”. Ma la cosa grave non è che sia popolare e potente (perché lo youtuber di turno può essere più popolare di certi ministri), è che la persona ricopra una carica istituzionale.

      22 Febbraio 2019
    • mattia said:

      Oltre a riportarlo, cerca di capirlo anche:

      Regola generale.
      Quando fai una figura di merda ne puoi uscire in due modi:
      – facendo finta di niente e scomparendo
      – ammettendo l’errore

      Cercare di arrampicarti sugli specchi rende la tua posizione solo più ridicola.

      Tu ài detto Non ho parlato di “popolarità” e non ho parlato neppure di “potere” (accusandomi di usare uno straw man) e invece l’avevi fatto.
      Quindi le alternative sono due: o ammetti di essere un pirla da solo o te lo dico io.

      22 Febbraio 2019
    • Lela said:

      “Si, se vado alla manifestazione quello che NON mi aspetto è che un rappresentate delle istituzioni usi il suo peso contro di me per questo.”

      Penso a tutta la gente che nella storia ha sfidato il potere sapendo di poter finire IN GALERA. Non sull’account instagram del ministro, IN GALERA.
      Siamo proprio diventati una società di senzapalle. Io devo avere l’eroismo a buon mercato, non mi aspetto che le mie azioni possano avere conseguenze. Patetico.

      24 Febbraio 2019
  2. Giacomo said:

    È aberrante come, ad esempio qui, si polemizzi col ditino alzato contro il malvagio Salvini che sbatte l’autistico in prima pagina (come se questo girasse con la diagnosi appesa al collo), ma non si spenda una parola di biasimo contro chi quel ragazzo l’ha trascinato a fare la comparsa anticontroboicottara.
    Perché partecipare alla manifestazione era un modo di “farlo stare in compagnia”. Quindi se ora si ritrova sbattuto su internet ed esposto al ludibrio la colpa non è di chi doveva tutelarlo, ma di Salvini. Molto bene.

    22 Febbraio 2019
    Reply
    • mattia said:

      ma non si spenda una parola di biasimo contro chi quel ragazzo l’ha trascinato a fare la comparsa anticontroboicottara.

      esatto. Se una persona è fragile, se può avere dei contraccolpi emotive per una critica che gli torna contro*, la colpa è di chi lo à portato in manifestazione.
      Chi à il dovere di tutelarlo non lo può mettere sopra un ring.

      *che poi al giorno d’oggi parliamo del 99% delle persone che si mette a piangere se qualcuno gli fa notare che ànno detto una idiozia e lo considerano un crimine d’odio.

      22 Febbraio 2019
    • ava said:

      E i fenomeni che portano i minori alle manifestazioni politiche ?
      Ma dico io , bisogna essere rincoglioniti. Capisco una piccola manifestazione di provincia, ma portare dei minori alle grandi manifestazioni ( visto che ogni tanto succedono casini come Genova) è veramente da mentecatti, prima di tutto per la tutela fisica del minore, e poi anche perchè dico io ma sarà libero questo piccolo disgraziato di scegliere cosa essere nella sua vita o no? Bisogna fargli il lavaggio del cervello fin da giovane? io quando sono andato a comizi politici non mi sono portato dietro i figli , perchè mi farebbe schifo se condividesse le mie idee solo perchè l’ ho plagiato fin da giovane. E se verrà fuori comunista o liberal, nonostante la scuola da camerata, pazienza, saranno scelte sue.

      22 Febbraio 2019
  3. Carlo said:

    Per favore, Mattia, basta con questa logica! Lo vuoi capire che “loro” hanno ragione a prescindere e gli altri hanno “torto” perché pensano in modo sbagliato?

    22 Febbraio 2019
    Reply
  4. ava said:

    comunque il discorso è simile a quello che va ad un orgia e si lamenta se gli palpano il culo

    22 Febbraio 2019
    Reply
  5. Anonimo said:

    Mattia potresti spiegarmi che differenza c’è fra quello che ha fatto ora salvini (che ora difendi) e quello che fece a suo tempo la boldrinova (che criticasti) .

    23 Febbraio 2019
    Reply
    • mattia said:

      La boldrinova prese dei commenti da feisbuc (che ella riteneva sessisti), non delle persone che in manifestazione posano a favore di telecamera.
      Un commento su feisbuc non è qualcosa che per definizione fai al fine di cercare visibilità. Le poche volte che un commento su di una rete sociale messo da una persona qualunque (quindi non da una persona con tanti seguaci) raggiunge molta visibilità è perché i giornalisti lo selezionano e lo rilanciano oppure perché riceve molti apprezzamenti e diventa virale.
      Tu potrai dirmi, a ragione, che una persona è ingenua se pubblica un commento pubblico, visibile da tutti su di una rete sociale e poi si meraviglia se riceve molta visibilità. E sì, puoi dirmi che quella persona è davvero ingenua se pubblica su feisbuc senza sapere che poi quel commento puoi ricevere visibilità. Non conosce i meccanismi della rete, non si rende conto che ciò che scrive è pubblico e può ricevere visibilità anche se non la cerchi.
      Ma, appunto, la visibilità è un effetto inaspettato che non cerchi.
      Chi invece va in una manifestazione la visibilità la cerca eccome. Quando partecipi a una manifestazione la visibilità non è un effetto inaspettato. Al contrario, è proprio lo scopo per cui sei andato in manifestazione!
      Se chi riceve visibilità inaspettata per un commento su feisbuc è un ingenuo, chi si lamenta della visibilità che riceve partecipando a una manifestazione è un coglione.

      25 Febbraio 2019
  6. Beppe Grullo said:

    Ma perché esporre al cyberbullismo degli studenti minorenni? A che pro? Quale altro politico, quale altro padre, quale altro uomo di quaranta anni suonati farebbe una cosa del genere? È da persone malvagie. Non mi sorprende che le donne scappino a gambe levate dalla sua vita.

    25 Febbraio 2019
    Reply
    • mattia said:

      Ma perché esporre al cyberbullismo degli studenti minorenni?

      Non erano minorenni (ma anche se lo fossero stati: colpa di chi à consentito loro di andarci).

      Quale altro politico, quale altro padre, quale altro uomo di quaranta anni suonati farebbe una cosa del genere? È da persone malvagie. Non mi sorprende che le donne scappino a gambe levate dalla sua vita

      Guarda, evita certi commenti.
      Innanzitutto perché non sai nulla sulla sua vita priva e sulle sue dinamiche di coppia (a meno che dagospia sia per te verità assoluta, rivelazione divina).
      E poi ancora, perché non sai mai che commenti farà il tuo prossimo quando la tua donna darà alla luce il figlio dell’idraulico somalo.
      Ma soprattutto perché è una cazzata. Molte donne sono irrimediabilmente attratte dall’uomo stronzo e malvagio. Figurati, ci sono donne che si attaccano come cozze agli uomini violenti (salvo poi lamentarsi quando diventano violenti con loro).
      Pensi davvero che elleno si facciano problemi a stare con una persona malvagia?

      25 Febbraio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota sui biscottini: questo sito usa solo i biscottini di base di Wordpress per il funzionamento del sito. Non usa biscottini per memorizzare vostri dati personali, anche perché non me ne frega niente. Pensate che non vengono nemmeno fatte le statistiche sugli accessi di questo sito. Non ci sono nemmeno i pulsanti per mettere apprezzamenti sul feisbuc, il tuitter o altre reti sociali. Ciao.