La differenza

Un lager libico, c’era scritto. E sotto una foto, proveniente non si sa da quale fonte, con gente in gabbia.

Mi è capitato di vedere gente che pensavo intelligente pubblicare un paragone del genere. Complice la giornata della memoria, forse. Per dire che quelli della Libia sono come i come i campi di sterminio nazista.

Il paragone è talmente cretino che non serve nemmeno la logica per capirlo, basta guardare i fatti.

-Lager nazista: se tu eri ebreo ti venivano a prendere a casa e ti portavano in un lager, anche se non avevi fatto niente.
Tu non avevi fatto niente. Non eri andato da nessuna parte. Erano loro che venivano a prendere te.
Tu sei a Milano, per esempio, sei lì che ti fai i cazzi tuoi e questi vengono a prenderti e a portarti in Polonia in un lager.

-Prigione libica: se tu stai a casa tua, che ne so… in Nigeria, nessuno viene a prenderti. Finisci in una prigione libica se vai in Libia (senza permesso) per prendere un barcone diretto in italia (senza permesso).

Non esistono libici che vanno a fare rastrellamenti in Nigeria per portare nigeriani che non ànno fatto niente nelle prigioni libiche.

Se un nigeriano non vuole finire in una prigione libica può fare una cosa molto semplice, stare a casa sua.
Questo invece non valeva per gli ebrei, ché andavano a prenderli anche se stavano a casa loro e non avevano fatto niente.

Chiara la differenza?

9 Comments

  1. Davide said:

    La differenza è talmente abissale che non posso credere che qualcuno davvero pensi che sia la stessa cosa. Penso che chi fa questi paragoni sia, almeno nella stragrande maggioranza dei casi, in malafede: sa benissimo che si tratta di cose diversissime, ma, pur di far passare il proprio sostegno all’immigrazione, pubblica queste immagini e fa questi paragoni nella speranza che qualcuno ci creda. In realtà, però, credo che quelli che mostrano di crederci e si indignano fingano anche loro; in definitiva, credo sia tutto un giochino tra di loro: un gioco a somma zero che non aggiunge e non toglie nessun sostenitore alla causa.
    In generale in questi casi, di fronte a cose così idiote, io tendo a credere che sia tutta malafede, ma forse lo faccio per un fatto di sopravvivenza: se dovessi pensare che la gente è davvero così stupida, impazzirei… Ti prego, Mattia, dimmi che anche tu pensi che fingano…

    31 Gennaio 2019
    Reply
    • mattia said:

      Ti prego, Mattia, dimmi che anche tu pensi che fingano…

      Purtroppo no.
      Mi è capitato di sentire gente che diceva: tra 40 anni i nostri figli andranno a visitare i lager libici come oggi visitiamo quelli nazisti e si domanderanno come è stato possibile…
      Ci credono davvero a questo paragone.

      31 Gennaio 2019
  2. Raoul Codazzi said:

    “credo che quelli che mostrano di crederci e si indignano fingano anche loro”

    In base alla mia esperienza purtroppo ci credono davvero. Lo vedo ad esempio dal modo in cui certe cose si propagano su Twitter. Uno se ne esce con un paragone del genere (ma potrebbe essere il caso della mensa dei bambini di Lodi, del sequestro della Diciotti – che ovviamente non è un sequestro -, del caso Brizzi, ecc.) e tutti che partono a fare retweet a valanga; senza porsi alcun problema, senza interrogarsi sulle fonti, senza contare fino a dieci, senza accendere il cervello.

    31 Gennaio 2019
    Reply
  3. Davide said:

    Se veramente ci credono, come dite voi, allora la cosa è tragica! Davvero, l’ottusità mi spaventa molto più della malafede! Ovviamente intendo ottusità nel senso di mancanza di senso critico e logico accoppiata alla presunzione di aver capito, come ha spiegato Raoul, non ottusità nel senso di incapacità a fare le cose, che non mi spaventa e anzi mi può anche fare tenerezza

    31 Gennaio 2019
    Reply
  4. ava said:

    Seguo da 20 anni la politica, di stramberie ne ho viste tante, i comunisti che chiedono l’ alleanza a Berlusconi che l’ accetta, Casini eletto col PD che tiene comizi sotto le foto di grammsci e compagnia, lo stesso Napoletame che bloccava e affondava le navi albanesi che mette in piedi il govero più immigrazionista della storia , governi tecnici che dissanguano i cittadini per contenere il debito causandone invece una immane crescita, ministri dell’ economia che non sapevano il prezzo della benzina, escort da quattro soldi candidate ed elette alle cariche più varie… e chi più ne ha più ne metta.
    Ma la più incredibile l’ ho vista l’ altro giorno, la Prestigiacomo Scafista ( tipo la Barbie , in vendita dal tuo giocattolaio ) e Martina che mette in atto la fuga dei cervelli all’ incontrario.

    Sono tarati mentali, non c’è nulla da fare, ed oltretutto invadono social e qualunque altra cosa per esporre le loro balzare, insostenibili teorie.
    D’altro canto questa gente è per lo più figlia della cultura della venerazione dell’ URSS comunista; gente che non voleva vedere quel che aveva davanti agli occhi perchè contrario alla propria ideologia.

    31 Gennaio 2019
    Reply
  5. fgpx78 said:

    Mah, secondo me in molti dicendo o”un lager libico” fanno riferimento alle condizioni di vita. Una bella iperbole per far capire che si vive male, non certo per dire ci sono le camere a gas.

    Mi sbaglio, e ho troppa fiducia nell’umanita’?

    31 Gennaio 2019
    Reply
    • mattia said:

      Mah, secondo me in molti dicendo o”un lager libico” fanno riferimento alle condizioni di vita. Una bella iperbole per far capire che si vive male, non certo per dire ci sono le camere a gas.

      Mi sbaglio, e ho troppa fiducia nell’umanita’?

      Troppissima.
      Purtroppo pensano davvero che sia la stessa cosa, come spiegavo in un commento qua sopra.

      1 Febbraio 2019
    • ava said:

      No, intendono proprio i campi di sterminio, leggi un pò di interventi di lobotomizzati nel giorno della memoria, il parallelo tipico è tra i centri di accoglienza e le camere a gas , vedi imbecilli stracciarsi le vesti ( griffate ) per il trasferiento dell’ altro giorno

      1 Febbraio 2019
  6. void said:

    E’ che la gente vuole sentirsi buona, ma senza sforzarsi in niente di concreto e su questioni che non la toccano.

    31 Gennaio 2019
    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota sui biscottini: questo sito usa solo i biscottini di base di Wordpress per il funzionamento del sito. Non usa biscottini per memorizzare vostri dati personali, anche perché non me ne frega niente. Pensate che non vengono nemmeno fatte le statistiche sugli accessi di questo sito. Non ci sono nemmeno i pulsanti per mettere apprezzamenti sul feisbuc, il tuitter o altre reti sociali. Ciao.