Ipocrisia canaglia

Sicché, ieri è stata la giornata di gloria di elio lannutti, un personaggio che pensavamo di esserci lasciati alle spalle con la morte dell’italia dei valori e che invece è risorto con il m5s.

Un tizio che ne spara una al giorno, ma che evidentemente fa notizia solo quando diffonde post antisemiti. E scandalizzatevi pure, ci mancherebbe.
Sarebbe anche fin troppo generoso occuparsi di uno come lannutti e qui abbiamo già speso troppe parole su di lui.

Piuttosto, m’interessa lo scandalo automatico sull’antisemitismo. Non sulla sostanza in sé, ma sul fatto che la stessa indignazione non sia rivolta a chi attacca alla stessa maniera, che ne so, il cattolicesimo.

Tu non puoi dire che gli ebrei comandano il mondo, altrimenti ti tirano giù la pelle dalla faccia. Tutti quanti, all’unisono. Se invece dici che c’è una lobby cattolica che comanda (neanche tutto il mondo, solo dei pezzettini ormai quasi irrilevanti) invece passi da illuminato intellettuale.
In entrambi i casi con bufale colossali quando non proprio con falsificazioni intenzionali (o dovute all’incapacità di capire un periodo con più di un verbo).
Per dire, l’altro giorno un ex-parlamentare che passa la vita in TV come ospite à pubblicato una bufala sul Papa e un suo baciamano. Non c’è stato nemmeno un millesimo dello scandalo e questo ex-parlamentare continuerà ad essere invitato con ospite in TV senza alcun problema.
Per non parlare delle bufale sul patrimonio immobiliare della Chiesa con numeri ridicoli da tanto sono inverosimili e che continuano a circolare da anni. Altro che i protocolli dei savi di Sion.
Ma sparare bufale sui cattolici si può, evidentemente, e nessuno si scandalizza.

Non c’è un motivo logico per questa disparità di trattamento. Quindi mettiamo le cose in chiaro, quando fate coi cattolici quello che lannutti e compagnia cantante fanno con gli ebrei siete sullo stesso livello.
Sappiatelo.
Oppure potete continuare a fare gli ipocriti a scandalizzarvi per l’antisemitismo ma non per l’anticattolicismo.

2 Comments

  1. ava said:

    lannutti è stato intervistato decine di volte dalle televisioni e dai giornali quando era presidente ADUSBEF e allora non era considerato una specie di [***censura***] incendiario.
    Adesso che è senatore pentastellato e spara una vaccata ( probabilmente per non distinguersi dagli altri NONorevoli colleghi che gli fanno degna compagnia bipartisan) tutti i giornalisti a gridare al lupo al lupo
    Eppure a mio modo di vedere non ha cominciato a sparare castronerie da oggi, le sue teorie del complotto vario ed eventuale circolano da anni e sono sempre state ridicole.
    Ecco anche qui due pesi e due misure, per lo meno i TG che lo prendevano sul serio prima chiedano scusa per averlo invitato , e la smettano di invitare altri complottari in TV

    22 Gennaio 2019
  2. Francesco said:

    Tutt’ora molti credono che la chiesa possieda il venti per cento del patrimonio immobiliare italiano. Tale bufala risale ad un’inchiesta dell’espresso di quaranta anni fa.

    23 Gennaio 2019

Comments are closed.