Cellulari a bassa frequenza

Quello che è certo, è che cellulari, smartphone e tablet sono fonti di campi elettromagnetici a bassa frequenza

via repubblica.it

Siccome poi diventa anche noioso contestare per la kappesima volta la miriadi di idiozie sulla pericolosità dei campi elettromagnetici di cellulare e telefoni intelligenti, mi limito a ridermela di questa frasettina.

Sì, secondo repubblica cellulari e telefoni intelligenti emettono campi elettromagnetici a bassa frequenza.
Bassa, eh.
Parliamo di frequenze attorno al GHz, e questi le chiamano bassa frequenza. Se questa è bassa frequenza cosa intendono per alta frequenza? La frequenza con cui scrivono strafalcioni sul quel periodico?

Che poi arriva sempre il fenomeno a dirti “eh, ma dipende… alta o bassa rispetto a cosa?”. E no, ci sono delle convenzioni per cui quelle frequenze sono definite ultra alte.
Ma anche senza ricorrere a queste convenzioni, che senso à scrivere “campi elettromagnetici a bassa frequenza”?

Piesse: se qualcuno mi trova la sentenza del TAR del lazio che impone propaganda sulla pericolosità dei cellulari mi fa un piacere. Che ò voglia di ridere un po’.

4 Comments

    • mattia said:

      grazie

      23 Gennaio 2019
  1. Shevathas said:

    Ho letto. Il tar ha solo rilevato che i due ministeri dovevano dare attuazione alla norma di cui all’articolo 10 della legge Legge 22 febbraio 2001, n. 36, legge mai abrogata.
    http://www.bosettiegatti.eu/info/norme/statali/2001_0036.htm
    Il tar non poteva fare altrimenti; la legge sarà anche una mega stronzata ma se è legge vigente i ministeri devono applicarla.
    Che poi la legge è generica al massimo, parla di campagne di educazione; anche una campagna di educazione sui rischi del guardare il cellulare quando si guida o quando si cammina per strada sarebbe una attuazione della legge. E, imho, sarebbe anche opportuna.

    23 Gennaio 2019
  2. Massimo Garavaglia said:

    sono curioso di vedere come i ministeri condannati sprecheranno i soldi dei contribuenti con queste campagne informative…
    Ma succede solo in Italia? ditemi di no vi prego!

    23 Gennaio 2019

Comments are closed.