Non contare niente e dirlo in giro

Ho appreso anche io questa notizia dai social network stamattina. Non sarebbe male se decisioni che attengono allo sviluppo ed alla leadership del sistema di ricerca in Italia si condividessero anche con il Vice Ministro, visto che si è occupato di ricerca scientifica per anni

il vice ministro lorenzo fioramonti sul tuitter

Il commento del grillino era riferito alla rimozione, da parte del ministro, del presidente dell’Agenzia spaziale italiana.

Già così fa riderissimo di suo: non conta niente e va in giro a gridarlo al mondo. Che è proprio il modo migliore per fare una figura di merda. Almeno si è reso conto di non contare nulla, è già qualcosa.

La cosa che però mi à sorpreso è quella precisazione in cui dice che “si è occupato di ricerca scientifica per anni“. A quanto mi risulta di viceministro al MIUR c’è solo lui, lorenzo fioramonti, ché giuliano è invece sottosegretario.

Ricerca scientifica, dice. Parlando dell’Agenzia spaziale italiana.

Allora andiamo a vedere di che si occupa. Stando alla stampa sembra che abbia un dottorato in scienze politiche e che sia professore a Pretoria in economia politica. Anche i suoi libri parlano di economia.
Se poi passiamo alle pubblicazioni, anche in questo caso non si vede traccia di ricerca scientifica. Si va da “Twenty years of ecosystem services: How far have we come and how far do we still need to go?” a “Modelling and measuring sustainable wellbeing in connection with the UN Sustainable Development Goals” passando per “Is Africa Really Following Europe? An Integrated Framework for Comparative Regionalism“.

Nel suo CV non c’è la benché minima traccia di alcuna esperienza nel campo delle ricerca scientifica.
Puntuale come la morte arriverà di sicuro qualche imbecille a dire “ma s’intende scientifica nel senso più ampio del termine!
Lo so bene che ci sono analfabeti che usano il termine “scientifico” per cose che non ànno nulla a che vedere con la scienza (tipo scienze politiche, oppure la produzione scientifica per indicare articoli pubblicati da un ricercatore anche in ambiti non scientifici). Lo so bene che c’è gente che usa la parola “scienza” alla cazzo.
Ma state attenti, qui fioramonti vanta la sua esperienza nella ricerca scientifica per la destituzione del presidente dell’Agenzia spaziale italiana. Chiamatela come volete la sua produzione accademica, ma che cosa c’entra con un’agenzia che si occupa di ricerca scientifica come l’ASI?
Perché mai i suoi libri sul PIL o i suoi articoli sull’economia africana dovrebbero renderlo competente sulle nomine all’ASI?

Tra l’altro, non che sarebbe nemmeno necessario avere esperienza di anni nella ricerca scientifica per aprire bocca sulle nomine. Ché si tratta di una nomina dirigenziale, non del finanziamento di un progetto scientifico. Serve sapere se uno è bravo a fare il dirigente, non a fare lo scienziato, e per giudicare quanto uno è bravo a fare il dirigente non serve essere esperti di ricerca scientifica.
Ma è proprio fioramonti a vantarsi della sua fantomatica esperienza di anni! Si vanta di una cosa che è anche abbastanza irrilevante e poi quando vai a leggere il suo CV e le sue pubblicazioni sembra che nemmeno che l’abbia.

Se si domanda perché, come viceministro, non conta niente questa potrebbe essere la risposta.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota sui biscottini: questo sito usa solo i biscottini di base di Wordpress per il funzionamento del sito. Non usa biscottini per memorizzare vostri dati personali, anche perché non me ne frega niente. Pensate che non vengono nemmeno fatte le statistiche sugli accessi di questo sito. Non ci sono nemmeno i pulsanti per mettere apprezzamenti sul feisbuc, il tuitter o altre reti sociali. Ciao.