Però i razzisti sono gli altri

Ricordate quando a Lodi ànno fatto la raccolta di fondi per pagare la mensa ai figli degli stranieri che non presentavano la documentazione patrimoniale estera? Uscirono con questa vignetta: un bambino bianco che dà uno sgabello a un bambino nero per guardare oltre la staccionata.

Oggi liberi e uguali – articolo uno ripresentano la proposta di legge sullo ius sola. E cosa fanno? Pubblicano una vignetta in cui una mano bianca tira su una mano nera.

Poi vai a spulciare tra le statistiche e scopri che a Lodi ci sono 6.230 stranieri e di questi 3.262 sono europei. Certo, in Europa non sono tutti bianchi come i finlandesi, ma insomma, anche gli albanesi non sono poi tanto distinguibili da gran parte dei meridionali italiani.

Se passiamo all’italia invece ci sono 5,1 milioni di stranieri e di questi più della metà (2,6 milioni) sono europei, per cui valgono gli stessi discorsi di prima. Gli africani sono solo 1,1 milioni (e dentro ci sono pure diversi magrebini confondibili con molti meridionali italiani). Un altro milione e spicci sono asiatici, un terzo dei quali cinesi. Per trovare qualche nero tra questi asiatici devi prendere gli immigrati dall’India, Pakistan e dintorni, una mezza milionata prendendoli tutti.
Infine, c’è qualcuno dall’America e dall’Oceania a completare il quadro.

In totale i neri come quelli delle vignette saranno un mezzo milione dall’India e paesi limitrofi più gli africani subsahariani che sono un altro mezzo milione di persone. In totale ài un milione di neri-neri in italia. Una minoranza rispetto ai 2,6 milioni di europei.

Eppure nelle vignette lo straniero lo rappresentano sempre nero. I 237 mila ucraini bianchi come il latte per loro non esistono, lo straniero è per forza nero; sono pieni di stereotipi fin sopra i capelli, però i razzisti sono gli altri.

Quanto sarebbe bello se ogni tanto lo straniero venisse rappresentato con le fattezze caucasiche (come spesso è), se straniero non fosse necessariamente equivalente a persona dalla pelle scura.
E già che ci siamo, possiamo per cortesia smetterla di illustrare la cittadinanza come un aiuto verso qualcuno di inferiore? Perché quella mano bianca che tira su la mano nera per illustrare il concetto di ius sola fa ribrezzo. Esprime la superiorità del bianco che con grande umanità salva il nero che senza di lui sprofonderebbe. Roba che puzza da colonialismo lontano 1609 metri.
La cittadinanza non la dài per elevare di dignità qualcuno. Fate schifo.

3 Comments

  1. Shevathas said:

    Guarda che anche nel caso “lodi” se quello che hanno detto i paladini dei migranti l’avesse detto salvini: “molti paesi sono arretrati, non hanno documenti e non hanno una pubblica amministrazione funzionante”, avresti visto tanta gente in piazza a lagnarsi del razzista che denigra gli altri stati…

    26 Ottobre 2018
  2. fgpx78 said:

    Ma sopratutto… che cazzo di senso ha lo slogan “No a Cittadini di Serie B” se ‘sti cretini li considerano “di serie B” proprio perché NON SONO CITTADINI e quindi vogliono dargli la cittadinanza per farli diventare “di serie A”?????

    26 Ottobre 2018
  3. Lela said:

    Più che la mano bianca che tira su la nera, dovrebbero mettere un giovane atleta nero, bardato di azzurro, che alza qualunque tipo di trofeo.
    È l’unica cosa che un minorenne straniero non può davvero fare…che sia quello il vero motivo? Panem et circenses… 😉

    30 Ottobre 2018

Comments are closed.