Feedback negativo e test dell’HIV

Condivido in pieno l’osservazione di Dave. Non si possono sentire quelli che dicono feedback negativo per qualcosa che è in realtà un feedback positivo. Dave li trova funny, io invece gli farei assaggiare un tubo innocenti sugli incisivi.

Il feedback negativo  è qualcosa che rende un sistema stabile. Il feedback positivo invece rende un sistema instabile, lo fa divergere sempre più fino a quando ti esplode in faccia.
Ricordate, il feedback è come un test dell’HIV: se è negativo è cosa buona, se è positivo è cosa cattiva.

Se non sapete perché il feedback negativo rende un sistema stabile andate a ripassare le basi di controlli automatici. Ché dire feedback negativo per descrivere un feedback positivo è peggio che sbagliare un congiuntivo.

10 Comments

  1. Shevathas said:

    Mi sa che molti usano i termini tecnici non per il significato ma per il suono; per carità non parlo dell’informatica ma ti dico che ho visto cose che nulla avevano da invidiare alle navi in fiamme al largo dei bastioni di orione e ai raggi B che balenavano nel buio vicino alle porte di Tannhäuser…

    26 Ottobre 2018
    Reply
  2. fgpx78 said:

    Ma feedback è una parola normalissima, che viene usata diversamente a seconda del contesto – e positivo e negativo hanno il senso che scrivi solo in ambito scientifico – cosa non mi torna?

    feedback: sostantivo
    1.
    Nel linguaggio tecnico e scientifico, processo per cui il risultato dall’azione di un sistema (apparecchio, dispositivo, o meccanismo) si riflette sul sistema stesso per correggerne o modificarne il comportamento.
    2.
    In linguistica e anche in psicologia, effetto retroattivo di un messaggio o di un’azione su chi li ha promossi.
    3.
    Nel marketing, informazione in risposta ad una campagna commerciale.
    4.
    FIG.
    Effetto di un’azione non sul destinatario, ma su chi l’ha compiuta.
    Valutazione, giudizio sul lavoro o sul comportamento di qualcuno: dare, ricevere il f.; f. positivo, negativo.
    Cenno di conferma.
    “se sei interessato alla proposta, dammi un f.”
    5.
    In biologia, meccanismo di regolazione di un processo biologico mediante l’attivazione o l’inibizione di un componente regolatore del processo stesso.

    26 Ottobre 2018
    Reply
    • mattia said:

      cosa non mi torna?

      È come quando dicono “teorema” per indicare una supposizione senza fondamenta, quando invece un teorema è proprio l’opposto.
      Uno può anche tirare fuori un dizionario (ad esempio il sabatini coletti) che riporta pure questa accezione, ma non è che allora la parola teorema cambia di significato. Significa solo che un gruppo consistente di persone usa la parola “teorema” alla cazzo.
      Con “feedback” si è fatto lo stesso errore. Feedback significa “retroazione”, parola che contiene “azione” così come in inglese contiene “feed”.
      Non è equivalente a “report”, un feedback include un’azione, c’è un feed. E questo feed deve essere negativo per rendere un sistema stabile.
      Così come per “teorema” ànno preso “feedback” e l’ànno utilizzato per esprimere un concetto diverso come “report”.

      26 Ottobre 2018
    • Beppe Grullo said:

      @fpgx78

      Ma sicuramente lo sa anche Dave visto che vende le magliette con la brillante scritta “I only give negative feedback”. In quel caso specifico, però, giustamente il significato da attribuire dovrebbe essere sempre e solo quello del punto 1

      26 Ottobre 2018
  3. Diego said:

    Che poi, almeno quando si parla italiano, esiste il termine italiano che funziona meglio: retroazione.
    Retroazione negativa, ovvero che si oppone all’azione.

    26 Ottobre 2018
    Reply
  4. Raoul Codazzi said:

    Mi aggancio per una nota linguistica. Non sentirete mai dire da un anglofono madrelingua qualcosa del tipo “give me a feedback”. In Inglese feedback è un mass noun (quindi uncountable) ed è di tipo puro, cioè non può essere reso countable sottointendendo qualcosa. Esempio: coffee è un mass noun, ma in alcuni casi si può dire two coffees se si sottointendono sostantivi come cups (siete al bar e dite two coffees come abbreviazione di two cups of coffee) o types (siete produttori/distributori/venditori di caffè e dite two coffees come abbreviazione di two types of coffee). Questa cosa con feedback non si può mai fare, cioè non si può mai dire two feedbacks, ma nemmeno a/one feedback.

    Quando uno nel CV mi scriveva “ottima conoscenza della lingua inglese scritta e parlata” si beccava (oltre a una parte di colloquio in Inglese) anche un piccolo test; “give me a feedback” e la pronuncia di parole come magnify, knight, accelerate, gnoseology, psychology facevano parte del test (che 9,5 volte su 10 aveva esiti disastrosi e imbarazzanti).

    Quando si passa da una lingua all’altra un adattamento è accettabile senza problemi. Cioè è lecito che si trasformi feedback da uncountable a countable nel passaggio Inglese/Italiano. Ma ritrasformare la versione italiana di feedback in Inglese lasciandola countable non è ammissibile.

    Esattamente come feedback si comporta research. Non puoi dire two researches (devi dire two studies), eppure è pieno di gente (in particolare nelle sedi milanesi delle multinazionali di telecomunicazioni) che nel passaggio Inglese-Italiano-Inglese lo dice e sopratutto lo scrive.

    27 Ottobre 2018
    Reply
    • mattia said:

      gnoseology?

      28 Ottobre 2018
    • Raoul Codazzi said:

      Sì, la utilizzavo assieme a “gnome” come esempio di parole che hanno la “g” iniziale muta.

      Anche in Italiano la pronuncia di gnoseologia è particolare, però, perché la “g” e la “n” vanno dette “staccate”, non come in “gnocco”. Stesso caso del verbo “scervellarsi”; anche qui la “s” e la “c” vanno staccate e non dette come in “scendere”. In Milanese per indicare questa casistica si consiglia di mettere un apostrofino tra le due lettere: es. “s’ciôpp” (scoppio, fucile), ma “scighera” (nebbia).

      29 Ottobre 2018
    • mattia said:

      è che non trovo la parola sul dizionario

      29 Ottobre 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota sui biscottini: questo sito usa solo i biscottini di base di Wordpress per il funzionamento del sito. Non usa biscottini per memorizzare vostri dati personali, anche perché non me ne frega niente. Pensate che non vengono nemmeno fatte le statistiche sugli accessi di questo sito. Non ci sono nemmeno i pulsanti per mettere apprezzamenti sul feisbuc, il tuitter o altre reti sociali. Ciao.