Autodifesa

Ancora una volta zeman è andato in radio e si è messo a dire parolacce. L’altra volta aveva detto kunda (figa), questa volta zmrdi (teste di cazzo/figli di puttana, circa).

La cosa bella è stata la reazione del giornalista, il quale prima à redarguito il presidente della repubblica dicendogli che questo linguaggio non è consentito, e quando quello à insistito gli à detto “signor presidente, non usate parole volgari, per cortesia…” con un tono simile a quello che usi coi bambini dispettosi quando sei esaurito e non ce la fai più a sopportare le loro marachelle. Implori pietà e chiedi esausto di smetterla.
Ascoltatelo, vi prego. Anche se non capite il ceco. Anzi, tanto meglio se non capite il ceco, così vi rendete conto da soli del tono della voce del povero giornalista che non ce la fa più.

Ormai siamo arrivati a un livello che è quasi comico. La situazione è così surreale che non riesci più nemmeno a disperarti e ti metti a ridere come meccanismo di autodifesa.

One Comment

  1. Marco Marino said:

    E’ vero.
    Pur non capendo alcunchè del video, ne intuisco vividamente il senso.
    E’ il senso della Libertà di Stampa, quella espressa in un’intervista verace, con tanto di cazziata al presidente.
    Questo scenario di critica diretta al presidente in italia è oggi purtroppo tecnicamente impossibile; ci sono norme che ne inibirebbero il manifestarsi sin dal principio. Norme di legge, a parte quelle autonomamente stabilite dalla potentissima censura veltro-boldriniana della morale pariolina filopresidenziale semper, e ci siamo intesi credo.
    Intanto grazie a te Mattia, che ci proponi queste straordinarie chicche, delle quali altrimenti difficilmente avremmo contezza.

    21 Ottobre 2018
    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota sui biscottini: questo sito usa solo i biscottini di base di Wordpress per il funzionamento del sito. Non usa biscottini per memorizzare vostri dati personali, anche perché non me ne frega niente. Pensate che non vengono nemmeno fatte le statistiche sugli accessi di questo sito. Non ci sono nemmeno i pulsanti per mettere apprezzamenti sul feisbuc, il tuitter o altre reti sociali. Ciao.