Immondo

La discussione era più o meno questa: camicius contesta il fatto che in alcuni bandi per l’assegnazione di grant vengono dati punti-donna (cosa che avevo riferito io stesso tempo fa).
Fa presente – ed è una ovvietà – che se usi come criterio di scelta il fatto di avere una vagina allora non premi più il merito. Non assumi necessariamente chi è più bravo, ma può anche succedere che assumi una persona meno meritevole di un’altra solo perché ha una vagina (mentre il più meritevole à la sfortuna di avere un pene).
Un fatto di una gravità assoluta che nessuno potrebbe giustificare in alcun modo. Diamine, come fai a trovare una giustificazione per una discriminazione del genere?

Ebbene, attivissimo l’à trovata: è il prezzo che devi pagare per secoli di discriminazione.

Giuro, à davvero scritto questa cazzata.

In pratica, siccome oltre un secolo fa le donne già vincevano nobel per la fisica e la chimica quando in italia manco potevano votare… ah, no, scusate, devo trovare un esempio in cui la scienza à discriminato le donne, ò sbagliato.
Riparto.
Ammettiamo pure che per secoli le donne siano state discriminate in campo STEM: ecco, secondo attivissimo le conseguenze devo pagarle io oggi.
Qualcuno tre secoli fa à commesso un’ingiustizia (da cui io no ò tratto alcun beneficio) e come risultato devo essere discriminato io oggi. Il ragionamento non fa una piega quanto un barong stropicciato.

Che è come dire: due secoli un tizio con gli occhi marroni ha rubato una vacca a un tizio con gli occhi celesti e io, oggi, siccome ò gli occhi celesti ò diritto di rubare l’autovettura a uno con gli occhi marroni. Per mettere le cose in pari tra quelli con gli occhi marroni e quelli con gli occhi azzurri. Il livello di illogicità è questo.

A questo punto mi aspetto che attivissimo autorizzi i nativi americani ad ammazzare un po’ di bianchi in U.S. of A. perché secoli fa i bianchi ammazzarono i nativi americani.

E poi, il secolo scorso è stato il più buio per la discriminazione dei cristiani che sono stati trucidati ancor più dei protocristiani, specialmente dagli atei sovietici. Per mettere le cose in pari gli atei di oggi dovrebbero pagare il prezzo di queste discriminazioni.
Quindi io e camicius che siamo cristiani abbiamo in diritto di andare a barbengo e trucidare l’ateo attivissimo: e se quello si azzarda a dire qualcosa gli diciamo che è il prezzo da pagare per le discrimizioni subite dai cristiani da parte degli atei in URSS nemmeno troppo tempo fa.

Oppure, prendete Alan Turing, grande informatico britannico perseguitato nel regno unito perché gli piaceva il cazzo. Proporrei al regno unito di perseguitare un po’ anche il sedicente informatico britannico attivissimo perché gli piace la figa. Così mettiamo le cose in pari tra britannici a cui piace il cazzo e britannici a cui piace la figa.

Ah, e poi la radio televisione svizzera deve licenziarlo e assumere al suo posto un transessuale, negro, handicappato, ebreo. Che cosa ci fa lui, eterosessuale, biaco, normodotato e ateo in quel posto? È uno di quelli che “à vinto alla lotteria”, toglieteli la trasmissione!
Dimostri un po’ di coerenza e si licenzi chiedendo che venga assunto un transessuale, negro, handicappato ed ebreo al suo posto. Forza.

Come? Ah, la trasmissione sulla RSI gliela dànno per le sue competenze e non perché è bianco, eterosessuale, normodotato e ateo? Giusto.

Ecco, la stessa cosa vale anche nella scienza. La laurea, il Ph.D., il PostDoc e la cattedra di professore associato li ò ricevuti per le mie competenze, per quello che so fare e che ò fatto, non perché ò “vinto alla lotteria”.
Quindi no, non devo pagare alcun prezzo.
Anche solo il fatto di pensarlo è immondo. Immondo.

 

39 Comments

  1. ava said:

    Ho letto quest’ anno il libro ” il sacro romano impero ” di Peter Wilson.
    Uno dei concetti chiave del sacro romano impero era quello di ” liberà germaniche” che in pratica costituivano l’ insieme di privilegi locali proprie per città , feudi, villaggi e gruppi sociali vari.
    nel mondo medievale dove la vessazione era la regola questi ” privilegi collettivi ” garantivano un MINIMO di diritto, ma parliamo comunque di un mondo agli antipodi rispetto al mondo moderno , e per fortuna.
    Con il passare degli anni, queste ” libertà” da ancien regime furono proprio ciò che venne abolito durante la Rivoluzione francese e l’ Illuminismo: si passò al singolare LIBERTà perchè gl individui hanno tutti gli stessi diritti e gli stessi doveri e non esistono libertà diverse per individui differenti.
    Ecco le quote rosa di melma sono un triste ritorno alle medievali ” libertà ” al plurale !

    2 ottobre 2018
    Reply
    • Mauro said:

      Ottima osservazione.

      2 ottobre 2018
  2. elsino said:

    è andato già da un po’…
    Ma lo vedi quando pubblica emerite stronzate quando parla di energia elettrica?
    Non solo non si rende conto di non saperne e di non capire neanche le basi, ma si impunta quando qualcuno cerca di farlo ragionare.
    Ormai è diventato l’umarel che guarda le strade per vedere le macchine che si incendiano.

    2 ottobre 2018
    Reply
    • mattia said:

      è andato già da un po’…
      Ma lo vedi quando pubblica emerite stronzate quando parla di energia elettrica?
      Non solo non si rende conto di non saperne e di non capire neanche le basi, ma si impunta quando qualcuno cerca di farlo ragionare.
      Ormai è diventato l’umarel che guarda le strade per vedere le macchine che si incendiano.

      ok, ma rimaniamo in tema, per cortesia.

      2 ottobre 2018
  3. mamoru said:

    tra parentesi egli dimostra ampiamente che l’anticomplottismo e il complottismo professionali sono due facce della stessa medaglia. entrambe presentano individui senza capacita’ alcuna che per raccimolare un po’ di grana cercano di crearsi una cerchia di boccaloni attorno.
    si alimentano a vicenda e alimentano il narcisismo dei rispettivi lettori, la voglia di sentirsi superiori agli altri con un click che gli dia argomenti che non son capaci di costruirsi da se.
    allo stesso modo l’ondata di pseudo progressivismo da’ appagamento a chi vuole per forza essere un passo avanti a tutti anche a costo di pestare merdoni immensi. il razzismo al contrario. l’abominio delle quote (sono in quota stranieri e ne so qualcosa). il doppiopesismo che giustifica le peggio nefandezze…

    di questo passo stan portando pure me a pensare di votare i peggio fascisti (dopo una vita passata a sx): viste le premesse con progressisti come questi finisco diritto in un campo di “rieducazione”. coi fascisti pure, ma almeno ci finiranno pure loro e vuoi mettere .a soddisfazione di ridergli in faccia prima di essere gasati…

    ps il fatto che si sia ormai sdoganata la gogna mediatica e il licenziamento ideologico e’ un abominio.

    2 ottobre 2018
    Reply
    • robinet said:

      le prime 5 righe da applausi. i debunkers “professionisti” hanno preso una deriva davvero squallida

      2 ottobre 2018
    • Mauro said:

      Alcuni sì, per fortuna non tutti.

      2 ottobre 2018
    • Sciking said:

      Anche perché ormai il debunking è passato da argomenti interessanti e avvincenti a cose del tipo “Questo è il gatto della Boldrini e riceve 10000 crocchini di vitalizio”, è stata una fine ingloriosa.

      2 ottobre 2018
    • Hammer said:

      Mi considero un debunker essendo da almeno 6 anni l’unico contributore di Undicisettembre e per il fatto di scrivere articoli di debunking anche altrove con minore frequenza. E da debunker sono d’accordo con mamoru. Gli anticomplottisti sono uguali ai complottisti. Io provo a non cadere nello stesso pattume intellettivo e spero di riuscirci.

      2 ottobre 2018
  4. Paolo Ghezzi said:

    Purtroppo deliri di questo genere sono comunissimi.
    Ci sono persone che ritengono sacrosanto attribuire privilegi sulla base del sesso, dell’origine etnica o dell’orientamento sessuale. Se putacaso qualcuno fa loro notare che la cosa è in contrasto con il principio dell’uguaglianza ‘senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione’ si becca del sessista, misogino, omofobo eccetera.
    Non parliamo poi dell’allucinante affermazione secondo la quale i ‘maschi bianchi occidentali’ debbano pagare per le colpe di nonni, bisnonni o antenati assortiti : in che modo una persona non ancora nata sia responsabile di quello che hanno fatto persone dello stesso sesso, nazione o razza (ah, no ! le razze non esistono) è assolutamente ridicolo e mostruoso: Oltretutto poi fa di tutta l’erba un fascio. Come può affermare che io non discenda da una famiglia di illuminati sostenitori dell’uguaglianza sociale?
    Che ci siano state (e, in certi casi ci siano ancora, discriminazioni, è vero, ma queste saranno superate SOLO quando si userà come metro di giudizio il merito e nient’altro e il sesso o l’orientamento sessuale saranno importanti come il colore degli occhi o il tipo di musica preferito, ma questo non potrà realizzarsi finchè certi benintenzionati fanatici sostituiranno una discriminazione a un altra.

    2 ottobre 2018
    Reply
    • mattia said:

      Non parliamo poi dell’allucinante affermazione secondo la quale i ‘maschi bianchi occidentali’ debbano pagare per le colpe di nonni,

      Che poi vorrei capire quale sarebbero le colpe di mio nonno.
      Mio nonno era un contadino poverissimo, una povertà a livello di fare la fame.
      Ha fatto giusto la terza elementare con l’istruzione pubblica e ha raggiusto la quinta elementare studiando, già adulto, la sera dal curato.
      Giusto per dire quante opportunità di studiare aveva.
      In tutta la sua vita si è spezzato la schiena nei campi e non à avuto mai alcun privilegio.
      È sempre stato tra gli ultimi del mondo.

      Questi diversamente intelligenti mi spiegano che colpe avrebbe.

      2 ottobre 2018
    • Mauro said:

      Che poi vorrei capire quale sarebbero le colpe di mio nonno.

      Capisco cosa vuoi dire, ma il punto vero è: anche se per assurdo tuo nonno fosse colpevole… che cachio c’entri tu (a meno di non esserti comportato come lui, si intende)?

      2 ottobre 2018
    • mattia said:

      Capisco cosa vuoi dire, ma il punto vero è: anche se per assurdo tuo nonno fosse colpevole… che cachio c’entri tu (a meno di non esserti comportato come lui, si intende)?

      Nulla, ovviamente. Era solo per evidenziare che non solo le colpe dei nonni non si ereditano, ma qui non ci sono neppure le colpe dei nonni.

      2 ottobre 2018
  5. itwings said:

    Perché non si parla mai di quote rosa in miniera o in fonderia?

    2 ottobre 2018
    Reply
    • ava said:

      o in cantiere. Mai vista UNA donna muratrice

      2 ottobre 2018
  6. Shevathas said:

    Il divertimento sarà giocare con i cortocircuiti sul gender. Cioè se io mi sento di essere una donna lesbica di colore perché devo essere discriminato non riconoscendo ciò che sento di essere realmente ma si da per scontato che il mio genere e la mia razza coincidano con il mio sesso e la mia razza biologica?

    2 ottobre 2018
    Reply
    • Zeno said:

      Purtroppo non vanno mai in cortocircuito. Non sono mica tonti, fanno i tonti. Nel momento in cui dirai che ti consideri donna, risponderanno che non hai un look/movenze/comportamenti di uno che si sente sinceramente donna.

      3 ottobre 2018
  7. Darth Plagueis said:

    Ma a nessuno viene il dubbio che la società bianca,occidentale, patriarcale e via di nefandezze sia l’unica vera civiltà presente sul pianeta?
    Perché i goatfuckers non sono e non sarebbero andati sulla luna, i gialli continuerebbero a triturare corni di rinoceronte invece di inventare il Viagra e via così?
    Per cui io sono bianco, occidentale, di formazione giudaico-cristiana, la mia legge trae le fondamenta dal diritto romano e ringrazio per tutto questo, di cui non ho alcun merito se non quello di tramandare quanto scritto sopra.
    Ma non devo chiedere scusa a nessuno.

    2 ottobre 2018
    Reply
    • Lela said:

      SHHHHHH! Non te l’ha detto nessuno che popoli che, per millenni, hanno abitato territori molto più ricchi di risorse dell’Europa, nel 1400 erano ancora allo stadio dell’età del bronzo perché gli europei, che manco sapevano della loro esistenza, respiravano?
      Vergognati e cospargiti il capo di cenere.

      3 ottobre 2018
  8. Errebì said:

    Ma solo a me è parso ironico?

    2 ottobre 2018
    Reply
    • mattia said:

      Ma solo a me è parso ironico?

      Purtroppo parla seriamente.
      E non è l’unico che dice queste cose, è un argomento classico dei femministi.

      2 ottobre 2018
    • robinet said:

      in effetti da uno che ha portato avanti la battaglia per togliere dal mercato il mappamondo rosa e quello azzurro ti aspetteresti che stia solo scherzando.
      purtroppo no invece… 🙁

      2 ottobre 2018
    • Darth Plagueis said:

      Se mi ci fai pensare forse si.
      Ma è dannatamente più verosimile preso seriamente.

      2 ottobre 2018
    • Mauro said:

      Ci ho pensato anch’io… ma visti i termini in cui si è espresso, l’ironia non gli è riuscita per niente.

      2 ottobre 2018
  9. kheimon said:

    Siamo oramai nel tardo impero occidentale.

    2 ottobre 2018
    Reply
  10. Beppe Grullo said:

    Ma finché queste opinioni le esprime Attivissimo va anche bene, in fondo non è un addetto ai lavori.
    Vogliamo parlare della Gianotti che crocifigge Strumia in sala mensa?
    Che poi ora che hanno assegnato un Nobel a Donna Strickland non oso immaginare che fine farà questo povero disgraziato

    2 ottobre 2018
    Reply
  11. fgpx78 said:

    C’è senza dubbio la fortuna di essere nati in una Italia (pseudo-)civilizzata rispetto a – che so – una Nigeria, ma non è certo una colpa da assumersi, come non lo è essere nati bianchi o con la prolunga per far pipì.
    Mi stupisce però che ancora ti inalberi… Non esiste un SJW che usi il cervello. E’ convinto che tu debba pagare i secoli passati di discriminazione? Devi farlo, fine.
    Gli dici che allora deve pagare anche lui? No, non vale, il suo è un caso sicuramente diverso…

    2 ottobre 2018
    Reply
  12. Andrea Occhi said:

    Che poi io tutta questa sproporzione che c’era a svantaggio delle donne non la vedo mica.

    1. Prima le donne e i bambini.
    Nel naufragio del Titanic morirono il 90% degli uomini e il 52 % di donne e bambini. Di quello abbiamo tutti i dettagli, di altri meno. Per dire, delle 23 donne dell’equipaggio se ne sono salvate 20, degli 876 uomini, solo 194.
    2. Gli uomini facevano la guerra. Le liste di leva a tutt’oggi sono composte di soli uomini.
    Mio nonno è stato mandato in Russia, rimanendo ferito e rischiando seriamente di non tornare, mentre le donne a lui vicino pativano la fame e le malattie a casa. Cosa è meglio? Non saprei, ma tra patire la fame a casa e patire la fame in Russia o in prigionia in Germania, penso sia comunque meglio la prima.
    3. Gli uomini facevano (e fanno tuttora) lavori molto più pericolosi. Edilizia, metalmeccanica pesante, per dirne due, ma anche autotrasporto. Il 94% dei morti sul lavoro è uomo, e quel 6% di donne è per la maggior parte composto da incidenti “in itinere” (sono considerati morti sul lavoro anche coloro che muoiono andando al lavoro). Nonostante questo le donne vanno in pensione prima degli uomini (è stata quasi uguagliata l’età solo di recente).
    4. la speranza di vita alla nascita è stata (ed è tuttora) a vantaggio delle donne fin dai primi anni del 900, ovvero quando l’incidenza del punto 3 è andata crescendo. Si sta contraendo un po’ negli ultimi 30 anni quando l’incidenza del punto 3 va diminuendo, grazie agli investimenti in sicurezza sul lavoro eccetera.

    Poi è vero, per le donne era più difficile studiare, erano considerate di proprietà del marito, e per loro era impossibile socialmente allontanarsi in caso di maltrattamenti.
    Non era rose e fiori per loro, ma neanche per gli uomini. Era una merda per tutti.
    Ora non è più così. Lo stigma sociale per le donne che se ne vanno via da un marito violento non c’è più, nessuno sano di mente considera sua moglie come una sua proprietà, le donne possono studiare, e nessuno le addita più come quelle strane se hanno la patente o se scelgono un lavoro tipicamente maschile.
    Sarebbe ora di una vera uguaglianza. Parametri uguali per tutti, vietata ogni discriminazione a partire dal sesso (ovvero non posso in nessun modo e per nessun motivo tener conto del sesso in nessun bando pubblico, e non possono essere fatte iniziative specificatamente rivolte a un pubblico di un sesso senza una controparte del sesso opposto).

    2 ottobre 2018
    Reply
    • ava said:

      Qui si apre anche un’ altro discorso ozioso che fa però capire la logica insostenibile insita nella posizione radicalminkia . La civiltà umana ” storica” esiste da .. boh 3000 anni vi può andare bene?
      Ebbene in epoca preistorica , diciamo fino al 10.000 AC tanto per star larghi vigeva il MATRIARCATO che durante l’ esistenza dell’ uomo ha sicuramente tenuto botta per molto più tempo del patriarcato !
      Era qualche millennio fa? beh ma chi decide quando finisce o comincia la mia colpa ereditata dagli antenati?

      E poi qui si parte tranquillamente con altri divertentissimi distinguo !
      Ad esempio; io posso essere bianco ma avere comunque antenati vittime di soprusi. Ad esempio essendo Veneto i miei antenati sono stati COLONIZZATI DAI SAVOIARDI E DAGLI AUSTROUNGARICI ! E voglio vedere chi ha il coraggio di dire il contrario!

      ma vogliamo continuare con questi adorabili discorsi del piffero ?

      E allora ricordiamo quando l’ Europa ( fino al 1400 per star stretti) veniva COLONIZZATA dagli africani a colpi di armate d’invasione ottomane e pirati barbareschi?
      Vogliamo ricordare che il popolo mongolo ha commesso il più grave eccidio della storia umana prima della 2° guerra mondiale?
      Vogliamo ricordare la merda fatta dai Giapponesi in Cina e non solo, a cui confronto una bomba atomica con 20.000 morti è niente?

      Vogliamo ricordare che tutti i popoli slavi sono stati ( come il nome stesso ricorda) schiavizzati e massacrati nella storia dell’ umanità, fino ai massacri della 2° guerra mondiale tesi ad eliminarne l’ etnia dalla faccia della terra ( o a ridurli allo stato di ” iloti ” dei tedeschi) come con gli ebrei?
      e con questi discorsi di melma potrei andare avanti fino a sera, ma non ne vale la pena!

      Mi consola il fatto che ultimamente l’ italia si è svegliata , e fessi del genere sono sempre più in minoranza, come le manifestazioni ” antirazziste” di domenica , con piazze mezze vuote e più borse di Prada che bandiere , hanno dimostrato.
      Alcuni personaggi hanno ancora popolarità, intendiamoci, ma sono sul viale del tramonto, per quanto vedo io.
      infine come ricordato precedentemente il diritto deve essere dell’ individuo e non della categoria sociale cui appartiene!

      2 ottobre 2018
    • Paolo Ghezzi said:

      @ Ava : concordo sul succo del tuo discorso ma mi permetto alcuni distinguo (sono un vecchio pedante)
      – la civiltà umana ‘storica’ esiste da almeno 6.000 anni (Sumeri e egiziani)
      – quella del matriarcato è un ipotesi non condivisa da tutti e basata su reperti (le cosiddette ‘veneri’) e su alcuni costrutti sociali e mitologici interpretati come relitti di questa istituzione ma sostanzialmente indimostrabile
      – I morti causati dalle bombe atomiche sul Giappone furono almeno dai 100.000 ai 200.000. (Comunque i bombardamenti ‘tradizonali’ con bombe incendiarie causarono più vittime).

      3 ottobre 2018
    • Zeno said:

      > Vogliamo ricordare che tutti i popoli slavi sono stati (come il nome stesso ricorda) schiavizzati…
      Guarda, ne parlavo proprio giorni fa da un’altra parte: mi sono visto un video di una presentazione dove un californiano, appena nominato CEO di una ditta biotech slovena, a un certo punto si scusa perché il personale di questa ditta è costituito principalmente da bianchi mitteleouropei (principalmente sloveni, qualche croato, austriaco, ungherese… non so cosa pensava di trovare nei balcani).
      Insomma in Slovenia non ci sono neri, perché i nonni degli sloveni non sono andati a prendere schiavi in giro per il mondo o a combattere guerre coloniali, ma alla fine… sono colpevoli per non averlo fatto.

      Posso capire che gli americani, e in generale gli anglosassoni, si sentano colpevoli di schiavismo, colonialismo, ecc., ma non capisco perché si sisa deciso di importare colpe che non abbiamo. Abbiamo cominciato già negli anni 90, quando si è deciso che negro fosse l’equivalente nostrano del termine dispregiativo con cui gli americani appellavano i negri.

      Ora il sito della ditta è stato messo a norma: hanno tolto le immagini dei dipendenti, hanno lasciato solo quelle di sei manager, tra cui finalmente anche un afro-americano; no afro-slavi non ne ha trovati nemmeno il nuovo management.

      3 ottobre 2018
    • mattia said:

      ma poi, io a gennaio vado a Madrid a lavorare per un anno: come lombardo posso pretendere un alloggio popolare come rimborso perché la mia terra fu occupata dagli spagnoli?

      3 ottobre 2018
  13. mattia said:

    @aq

    ò fermato il tuo commento perché contiene troppi insulti.
    Lo so che i personaggi se li tirano ma cerchiamo di fermarci un metro prima.

    2 ottobre 2018
    Reply
    • Aq said:

      ..ok. 🙂 non posso riformulare il vecchio testo perche’ non lo vedo piu neanche in bozza. Ad ogni modo citavo i fatti recenti del cern.

      3 ottobre 2018
  14. Raoul Codazzi said:

    Sono tra quelli che nel leggere la frase di Attivissimo ha pensato sùbito all’ironia. Questo, almeno, fino a poco prima di arrivare a quell’inequivocabile punto finale, laddove invece mi aspettavo un sorrisino o un occhiolino.
    Quindi o è un problema di punteggiatura o è un problema di idiozia.
    Oh oh, una vocina interiore mi sta sussurrando: la seconda che hai detto.

    Se tra i lettori di passaggio ci fosse uno psichiatra mi piacerebbe sapere se è già stato coniato un termine per descrivere il disturbo di chi pensa e dice cose come quella scritta da Attivissimo. Che poi è riassumibile nel concetto (curioso da un punto di vista appunto psichiatrico): le non colpe dei padri sono ereditate dai figli.

    3 ottobre 2018
    Reply
  15. Tigre da Laptop said:

    Manco a farlo apposta sono arrivato qui subito dopo aver letto gli ultimi post dell”Issimo, ormai dà per scontato che la sua opinione sia l’unica corretta, a malapena si prende il disturbo di argomentare, si limita a dichiarare privi di valore dati e opinioni in disaccordo con lui, magari criticando la forma o l’impostazione del commento altrui invece dei contenuti (quando supera le poche righe del commento da moderatore mi sembra quasi di “sentire” il tono saccente e l’espressione schifata).
    Ho sempre pensato che a forza di avere a che fare con i più idioti dei complottisti si sia abituato a vedere chiunque non la pensa come lui a quel modo, ma adesso mi è venuto un dubbio: non si sarà scelto un bersaglio così facile proprio per far vedere quanto è intellettualmente superiore?

    3 ottobre 2018
    Reply
  16. Hedges said:

    Scusate tutti, ma questa parte del commento di PGC al post sul blog molto molto attivo mi ha molto divertito:
    (3) la necessità effettiva di assumere donne per “fare numero” a partire da un pool abbastanza ristretto, il che crea problemi quando si considerano le “ali” di una distribuzione gaussiana di qualsiasi capacità umana: i brasiliani (o gli spagnoli, gli argentini, etc.) non sono evoluti meglio dei vietnamiti nel giocare a pallone. E’ che CHIUNQUE in Brasile gioca a calcio, meno in Vietnam. Ovvio che al margine “alto” della distribuzione si trovino più brasiliani che vietnamiti… (scusate: il calcio non mi interessa e posso avere preso un esempio sbagliato, ma penso abbiate capito cosa intendo). Se ci fosse una “quota vietnamiti” quale sarebbe il valore medio dei vietnamiti in giro per il mondo a giocare a pallone?

    3 ottobre 2018
    Reply
  17. Paolo Ghezzi said:

    ‘come lombardo posso pretendere un alloggio popolare come rimborso perché la mia terra fu occupata dagli spagnoli?’
    Sai che è un’ottima idea? Poi possiamo metterci francesi, tedeschi, austriaci.
    Poi perchè limitarci agli stati attuali? Se ci infiliamo i discendenti dei vari Bulgari, Unni, Visgoti eccetera ci siamo assicurati l’alloggio gratis per un bel pezzo…

    3 ottobre 2018
    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota sui biscottini: questo sito usa solo i biscottini di base di Wordpress per il funzionamento del sito. Non usa biscottini per memorizzare vostri dati personali, anche perché non me ne frega niente. Pensate che non vengono nemmeno fatte le statistiche sugli accessi di questo sito. Non ci sono nemmeno i pulsanti per mettere apprezzamenti sul feisbuc, il tuitter o altre reti sociali. Ciao.