L’onda che travolgerà l’italia

Voi non ve ne rendete ancora conto ma c’è un esercito di gente che sta arrivando in italia. E questa volta non si potranno nemmeno fermare perché ànno tutto il diritto di entrare e risiedere in italia.

Sono gli italiani che ritornano galoppanti per prendere il reddito di cittadinanza. O illudersi di prenderlo, dipenderà tutto da come scriveranno la norma
Ma insomma, c’è una masnada di italiani che sono partiti per l’estero negli scorsi anni sperando di fare fortuna e che si sono trovati a barcamenarsi con lavoretti malpagati. Ora stanno preparando la valigia per tornare al paesiéééllo.
Che tra lavare i piatti a L’Hondon e ricevere il reddito di cittadinanza al paesiéééllo senza fare un cazzo è ovvio che scelgono la seconda opzione.

Certo, se uno à un buon lavoro, una posizione consolidata, una famiglia, degli interessi sociali, insomma una vita all’estero, probabilmente all’estero ci rimane. Ma qui parliamo di gente partita all’arrembaggio per i paesi delle grandi opportunità che poi ànno mostrato loro la realtà: senza parlare qualche lingua straniera e senza avere competenze finisci a fare lavori malpagati in posti dove l’affitto costa un occhio della testa.
È gente che dopo anni in un paese straniero non sa mettere insieme una frase nella lingua di quel paese e il cui massimo interesse sociale è cercare un bar dove trasmettono Napoli-Juventus o trovare una vpn (rigorosamente gratis) per vedere striscia la notizia o c’è posta per te.

Questa gente sta già ritornando al galoppo. Voi non la vedete ma all’orizzonte c’è un’onda che travolgerà l’italia e il suo reddito di cittadinanza.
Auguri.

Piesse: il più delle volte questa gente non si è nemmeno mai iscritta all’AIRE, quindi per l’italia risulta residente in italia e disoccupata, visto che i redditi li à prodotti all’estero. Tutta gente che per l’italia negli ultimi anni à avuto redditi zero. Poi bisogna vedere come scriveranno le norme, ma mi risulta difficile pensare come questi non possano stare ai primi posti della lista.

PiPiesse: io non so se il governo si rende conto che sta giocando col fuoco. Qui ci sono milioni di persone che vogliono farsi mantenere e la torta è piccola da spartire.
L’aspettativa è alta: quelli che – necessariamente – rimarranno fuori non so come la prenderanno. Io spero per loro che siano in grado d’intortarli con altre promesse per tenerli buoni, altrimenti li fanno correre sui cavi dell’alta tensione.

14 Comments

  1. Beppe Grullo said:

    Non torna nessuno. Di Maio ha promesso 10 miliardi per 6,5 milioni di persone. I conti della serva li sanno fare anche i lavapiatti, a differenza degli steward del San Paolo. Poi sicuramente si ricorderanno bene come funziona la burocrazia in Italia, che tra mille asterischi lo Stato ne trova sempre uno per non pagarti…

    1 ottobre 2018
    Reply
    • mattia said:

      Non torna nessuno.

      Lo spero per loro. Spero vivamente che si accorgano che la ciccia è poca prima di prendere un aereo e tornare.
      Dipende solo da quanto tempo passerà prima che dalla promessa si passi alla concretezza delle regole che sanciscono chi à diritto o meno.

      Tuttavia

      I conti della serva li sanno fare anche i lavapiatti, a differenza degli steward del San Paolo.

      No, ti assicuro di no.
      Questa è gente semianalfabeta.
      Uno in grado di fare i conti della serva non voterebbe neanche il M5S.
      Questa è gente che crede davvero si possa finanziare il reddito di cittadinanza tagliando i vitalizi ai parlamentari.
      Votano di maio: secondo te una persona che vota di maio à i neuroni necessari a fare una divisione?

      1 ottobre 2018
    • Peto said:

      Concordo con Beppe sul “Non torna nessuno”, concordo con Mattia sul “Questa è gente semianalfabeta”.
      Non torneranno perché, per quanto stare al paesello a fare un cazzo sia per molti motivo di vanto, per chi fino a ieri stava a L’ombra a recitare la parte di quello che ha svoltato sarebbe un’ammissione di sconfitta. Preferiscono alimentarsi con scatolette di carne e baked beans tutto l’anno per poi fare “lo zio d’America” quando riescono a permettersi un easyjet per l’Italia.

      1 ottobre 2018
  2. Mauro said:

    PiPiesse: io non so se il governo si rende conto che sta giocando col fuoco.

    Io direi sì e no. Dipende dal partito.

    Sì se parliamo della Lega: infatti sta cercando di assorbire il più consenso possibile (anche tra gli elettori grillini) per poi cercare di riformare il centrdestra di berlusconiana memoria (solo con rapporti di forza invertiti tra FI e Lega).

    No se parliamo del M5S. Anzi, loro neanche si rendono conto di essere al governo, figurati se si rendono conto del resto.

    1 ottobre 2018
    Reply
    • Raoul Codazzi said:

      @ Mauro

      Lo scenario che prefiguri è lo stesso che vedo io. La Lega sta giocando benissimo su questo fronte: prendersi solo i meriti e far scivolare tutti i demeriti su Di Maio & C. Anche per me Salvini punta, prima o poi, a sostituire un M5S indebolito e ridimensionato con il resto del centrodestra, e nel frattempo a rafforzare ulteriormente la propria posizione di leadership. A quel punto potrà anche smontare il reddito di cittadinanza (che è realmente un problema) evitando di rinnovarlo (basta dire che costa troppo e serve a poco, e anzi pregiudica la flat tax).

      1 ottobre 2018
  3. Diego said:

    L’aspettativa è alta: quelli che – necessariamente – rimarranno fuori non so come la prenderanno.

    Sono pessimista a riguardo.
    Secondo me troveranno il modo di dare la colpa all’Europa, la stampa, i poteri forti, Renzi e il piddì. E i loro elettori gli crederanno e fieri diffonderanno il verbo.

    Che schifo.

    1 ottobre 2018
    Reply
    • mattia said:

      Sono pessimista a riguardo.
      Secondo me troveranno il modo di dare la colpa all’Europa, la stampa, i poteri forti, Renzi e il piddì. E i loro elettori gli crederanno e fieri diffonderanno il verbo.

      salvini è bravissimo in questo gioco di scaricare sugli altri le colpe e alzare la posta.
      di maio molto meno.

      1 ottobre 2018
    • Mauro said:

      Ma infatti Di Maio questo gioco non lo gioca. Sono Casaleggio e Casalino a giocarlo, manovrando la marionetta Di Maio.

      1 ottobre 2018
  4. Diego said:

    salvini è bravissimo in questo gioco di scaricare sugli altri le colpe e alzare la posta.
    di maio molto meno.

    Vero, ma l’elettore a 5 stelle è pronto a perdonare tutto ai propri paladini.
    Spero di sbagliarmi, ovviamente.

    1 ottobre 2018
    Reply
  5. mattia said:

    Comunque c’è persino gente che vuole sapere se si può prendere il reddito di cittadinanza stando all’estero. Per dire come sta messa questa gente.

    1 ottobre 2018
    Reply
    • Zeno said:

      Stai temendo che succeda o hai davvero trovato qualche forum dove discutono di rientrare? Si può avere qualche link (anche in pm, se non vuoi fare pubblicità)? Ché le discussioni di questi fenomeni vorrei leggerle anch’io.

      1 ottobre 2018
    • mattia said:

      Stai temendo che succeda o hai davvero trovato qualche forum dove discutono di rientrare?

      ò visto scrinsciòt da fare tremare la pelle.
      ò addirittura parlato con gente che da Praga sta già pensando di fare le valigie per tornare a casa…

      1 ottobre 2018
  6. ava said:

    Alla fine sarà una mezza farloccata., una mossa propagandistica del m5s che gli si ritorcerà contro come tutte le puttanate elettorali troppo grosse per poter essere insabbiate. Probabilmente neanche quelli del M5s hanno chiaro come dovrebbe funzionare il meccanismo , basti pensare che l’ ingranaggio fondamentale del meccanismo è costituito dai centri per l’ impiego. E quindi l’ inutile reddito si farà, e quasi sicuramente i soldi finiranno in tasca a chi già lavoricchia in nero . I meccanismi delle ” ore utili da utilizzare per comuni o enti”, della ” formazione obbligatoria” ( questa peraltro non sarebbe neanche una buona idea se funzionasse cosa che ritengo improbabile ) mi sembrano campate per aria. IN altri termini il reddito di cittadinanza è la tassa che la Lega fa pagare al cittadino per stare al governo con il m5s. Il quale alle prossime elezioni avrà comunque un calo pesante per le seguenti ragioni:1) promesse impossibili e 2) destra e sinistra esistono ancora. Questa ” divisione” destra e sinistra del M5sè anche , secondo la mia impressione, marcatamente legata alle regioni. Al sud , dove la lega la votano in pochi , il M5s ha potuto portare avanti temi più di destra. Al nord, dove moltissimi votano lega da anni , si sono presi il consenso del PD. Ma il giochino non dura altri 5 anni( ben che vada). Ora se io sono del ” m5s destro, ” a questo punto voto Salvini. Se sono del M5s sinistro, col caxxo che voto chi governa con Salvini. quanto ai 6 miliardi di deficit, molto probabilmente non saranno quelli a far saltare il banco e la commedia potrà andare avanti. il PD l’ anno scorso ha fatto il reddito di inclusione che vale circa 1/3 del reddito di cittadinanza ; e non mi pare che in Europa nessuno si sia stracciato le vesti. IL punto è che tali soldi , che mi ricordano le mance che gli imperatori elargivano ai trionfi gettando monete sulla folla, non aiuteranno il risollevarsi dell’ economia. Ma molti pensano che piuttosto che altri 5 anni di PD meglio pagare i gettoni al m5s …

    1 ottobre 2018
    Reply
  7. ava said:

    Notizia di oggi, si richiede almeno 10 anni di residenza in Italia per recepire il reddito.
    Inoltre sarà elargito su ” carta prepagata” che avrà, a quanto dicono , delle limitazioni in modo da non poter fare spese estere e rilanciare l’ economia nazionale con le spese minime di sussistenza .
    Questo secondo punto , anche se ha un suo senso, si presterà ovviamente ad ogni sorta di abuso per aggirarne le limitazioni.
    Ovviamente ci dovrebbero essere anche gli strumenti di controllo. Ad esempio , controllando che i conti in banca collegati alla persona che riceve il reddito o a un suo familiare non ricevano bonifici o depositi .
    E controllando che chi riceve la ” mancia” segua effettivamente i corsi formativi e le attività socialmente utili a lui imposte.
    in teoria…..
    Una schiforma pensata proprio , secondo me e non voletemene, per gli abusi da Sud Italia anni ‘ 70/80/90.

    Infine vorrei capire quanto costeranno corsi di formazione e lavori socialmente utili. Perchè un lavoro inefficiente ( e un disoccupato messo in un posto che non serve per riempirgli le ore è quasi il massimo dell’ inefficienza, un gradino sotto lo schiavo al lavoro coatto dei tempi antichi) costa più di quanto produce; ad esempio se un tizio lavora in un ufficio devi fornirgli carta, computer, riscaldamento eccetera.
    Senza contare le spese del lavoratore stesso: macchina, benzina, bollo auto, mangiare fuori, vestiario.

    Sicuramente costerebbe meno , e avrebbe più senso , delegare il lavoro ad una ditta esterna, che assumerebbe una persona qualificata invece che cinque incapaci .
    Con i soldi risparmiati si potrebbe incentivare altri tipi di occupazione privata.

    Vedremo come andrà a morire questa pagliacciata. D’altro canto gli allarmismi europei fanno ridere. L’ anno scorso Renzi dichiarava di voler arrivare al 2.9 deficit/ pil , e a nessuno sembrava la fine del mondo.
    https://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-07-08/la-sfida-renzi-ue-deficit-29percento-cinque-anni-231710.shtml?uuid=AEaMTNuB

    2 ottobre 2018
    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota sui biscottini: questo sito usa solo i biscottini di base di Wordpress per il funzionamento del sito. Non usa biscottini per memorizzare vostri dati personali, anche perché non me ne frega niente. Pensate che non vengono nemmeno fatte le statistiche sugli accessi di questo sito. Non ci sono nemmeno i pulsanti per mettere apprezzamenti sul feisbuc, il tuitter o altre reti sociali. Ciao.