Non c’è niente di male

Molestie, nuovo video contro Weinstein: ripreso di nascosto mentre flirta con un’accusatrice

via repubblica

Come se flirtare fosse sconveniente.
E il post potrebbe finire qui: siamo arrivati al punto che per questi svalvolati è diventato sbagliato anche solo provarci con una donna.
Provarci.

Basta, è finita qui la società. Se uno non può più nemmeno provarci allora siamo destinati ad estinguerci. E notate, à addirittura chiesto il permesso di provarci.
Vi rendete conto, à chiesto “mi consenti di provarci con te?

Normalmente una frase del genere farebbe calare il gelo nelle mutande di ogni donna. Come fai a chiedere il permesso di provarci? Ci provi e basta. Se lei non ci sta ti tiri indietro, ma chiedere il permesso di provarci è la cosa meno sensuale che esista al mondo. Peggio di questo è fare una richiesta in carta bollata di infilare la lingua in bocca.
Ma forse ambiscono a questo. Se considerano sconveniente chiedere l’autorizzazione a provarci allora l’unico modo per approcciare una donna senza essere criticati su repubblica è mandare in avanscoperta un avvocato con un foglio di carta da firmare prima dell’incontro.

Non solo, ma questa tizia alla domanda risponde: vediamo, un po’.
Cioè, la tipa fa la civettuola dandogli il permesso di provarci (un po’), non gli dice di no. Quindi à persino la sua autorizzazione a provarci! Che cazzo gli contestate? Cosa, di grazia, cosa?

Ah, poi c’è la parte in cui la saluta abbracciandola. Che noi vediamo dal busto in giù.
Con lei che in pratica si butta verso di lui.

Che in pratica quando saluti delle amiche abbracciandole e dando baci sulle guance secondo questa gente è quasi stupro a confronto.
Oddio, mi sono ricordato che un mese fa ò salutato la mia vicina di cantina 65enne con un abbraccio, roba che mi definiranno dedito al genere granny ora. Per non parlare di certi paesini del Sud italia dove gli uomini vanno in giro a braccetto: secondo repubblica saranno tutti ricchioni. Siamo arrivati persino a questo, al terrore del contatto fisico.

Non c’è più speranza, non c’è più nemmeno niente da spiegare.
C’è solo una cosa da fare: ripetere fino all’infinito che non c’è niente di male ad approcciare una donna, ad abbracciarla quando la si saluta, a provarci, e addirittura a provarci quando ti dice che puoi.
Non c’è niente di male.
Capito redattori di repubblica, NON C’È NIENE DI MALE

8 Comments

  1. Mauro said:

    Tu non sei pedofilo. Sei gerontofilo 😀

    13 settembre 2018
    Reply
    • mattia said:

      ecco, non mi veniva la parola

      13 settembre 2018
  2. Shevathas said:

    Ci son anche altri due punti interessanti:
    1) il video è tagliato, e la domanda sorge spontanea: cosa manca?
    2) dopo l’incontro in ufficio lui l’ha invitata in hotel e lei c’è andata, non penso sia stata portata di peso da due gorilla della security. Perché, nonostante le “molestie” c’è andata?

    13 settembre 2018
    Reply
    • Mauro said:

      Credo che la domanda 2 sia, almeno in parte, retorica 😉

      13 settembre 2018
    • Peto said:

      Non ho visto la versione di Repubblica, ma quella ammeregana con lei in studio che spiega la roba: dice che immaginava si sarebbero incontrati al bar dell’albergo (lui ha parlato esplicitamente di bere qualcosa), ma lui è arrivato nella hall e le ha detto «Vieni con me», che le ha fatto immaginare dovessero andare in una conference room, mentre poi sono andati nella sua stanza (dove lei comunque è entrata…).

      14 settembre 2018
  3. Peto said:

    Vedendo nel video che Weinstein parte subito abbastanza fisico per un incontro di lavoro, e considerando la domanda “Come funziona? Posso flirtare con te?”, mi è venuta la sensazione che Weinstein sapesse che chiunque (commerciale inclusa) lo conosceva come un morto di figa incapace di scindere affari e sesso, e ci sguazzasse alla grande. Ovviamente, anche chiunque avesse voluto entrare in affari con lui avrebbe potuto sguazzarci.

    14 settembre 2018
    Reply
    • mattia said:

      Vedendo nel video che Weinstein parte subito abbastanza fisico per un incontro di lavoro, e considerando la domanda “Come funziona? Posso flirtare con te?”, mi è venuta la sensazione che Weinstein sapesse che chiunque (commerciale inclusa) lo conosceva come un morto di figa incapace di scindere affari e sesso, e ci sguazzasse alla grande.

      La sensazione che ò avuto io è che i due già si conoscessero. Perché quando parlano di lavoro vanno dritti al sodo, non sembrava uno dei classici primi incontri lavorativi in cui fai le presentazioni, non è che sei subito così operativo. Quindi ci sta benissimo che potesse salutarla con un abbraccio.
      Dopodiché, so di gente che si è conosciuta, fidanzata e sposata con colleghi di lavoro. Anche questa cosa che provarci sul lavoro è sbagliato è una cosa recente che non ò motivo di esistere.

      14 settembre 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota sui biscottini: questo sito usa solo i biscottini di base di Wordpress per il funzionamento del sito. Non usa biscottini per memorizzare vostri dati personali, anche perché non me ne frega niente. Pensate che non vengono nemmeno fatte le statistiche sugli accessi di questo sito. Non ci sono nemmeno i pulsanti per mettere apprezzamenti sul feisbuc, il tuitter o altre reti sociali. Ciao.