La stronza

Nel prossimo fine settimana arriverà un’ondata di gelo. La stronza, la chiamo io, perché un’ondata di gelo in questo periodo rischia di mandarti a puttane tutto.
Le piante stanno iniziando a fiorire, le gemme si vedono appena appena, non si sono ancora aperte ma già si vedono. Se il freddo arriva quando ormai sono aperte le ammazza ed è finita. Alcune piante magari riescono a emettere nuove gemme ma i frutti sono andati.
Quelle due notti a -6°C e -7°C il prossimo fine settimana mi preoccupano. È vero, le previsioni sono troppo lontane per essere attendibili, speriamo che cambino. Ed è anche vero che le gemme sono ancora chiuse… ma insomma, è mai possibile che non possa passare una stagione senza paura di una gelata?
Questo è dedicato a coloro che vedono il mondo dell’agricoltura come qualcosa di bucolico. Il vostro buco del culo è bucolico, la natura è una grande stronza.

15 Comments

  1. Massimo G. said:

    mia sorella ha un vigneto/uliveto a Scansano. Quest’anno niente olio: doo le gelate della scorsa settimana TUTTE le foglie degli ulivi giacciono a terra.

    12 marzo 2018
    Reply
  2. Lela said:

    L’ultima frase merita il Nobel per qualunque cosa

    13 marzo 2018
    Reply
  3. Mauro said:

    @ Massimo G.

    Vigneto di Morellino, spero 😉

    13 marzo 2018
    Reply
  4. Mauro said:

    @ Massimo G.

    P.S.:
    Sì, lo so che il vitigno è Sangiovese, quindi il vigneto sarà di Sangiovese, non di Morellino… ma spero che poi tua sorella con quell’uva ci faccia un buon Morellino 😀

    13 marzo 2018
    Reply
  5. Raoul Codazzi said:

    Cioè domenica si dice “neděle” e lunedì “pondělí”, giusto?
    Mia moglie sostiene che una volta si è trovata a parlare con una tipa ceca ed è riuscita a capire un po’ di quel che diceva per via di un’insospettabile somiglianza tra Ceco e Lituano, almeno su alcune cose.

    Quel “pondělí” somiglia tanto a po+ndělí che potrebbe stare per po+neděle.
    Se così è allora lunedì sarebbe definito come il giorno dopo la domenica.
    Questo nell’ipotesi che “po” in Ceco sia come in Lituano, cioè che significhi “dopo” e derivi dal latino “post”. In Latino post regge l’accusativo, in Lituano po regge il genitivo (il caso più diffuso). Magari è così anche in Ceco.

    Poi, tanto ormai mi sto spingendo in là con le ipotesi, neděle somiglia alla tipica costruzione baltica (forse anche slava) in cui si mette “ne” (no) davanti a qualcosa per creare un nuovo termine che ha vita propria (per esempio in Lituano non si dice “sporco” ma “nonpulito”, tutto attaccato perché ormai è un aggettivo autonomo). Se così è neděle potrebbe essere definito come la negazione di qualcosa.

    13 marzo 2018
    Reply
    • mattia said:

      Se così è neděle potrebbe essere definito come la negazione di qualcosa.

      Sì, deriva da ne+dělat ossia “non fare”, perché la domenica si riposa.
      E sì, anche in ceco spesso si mette il ne prima di qualcosa per fare la negazione.
      Praticamente sempre coi verbi, ma anche con altre parole, es. nebezpečný = pericoloso, come ne+bezpečný=non sicuro.

      tornando ai giorni della settimana, sì… pondělí deriva da po+neděle ossia dopo domenica.
      In pratica ci hai preso in tutto.

      13 marzo 2018
  6. Shuren said:

    Dopo una campagna vittoriosa, come sempre, il Generale Inverno si sta ritirando con il suo esercito. Farà tappa nel tuo orto per prendere un dono e portarlo alla sua amata, Madre Natura.

    13 marzo 2018
    Reply
  7. Massimo G. said:

    @Mauro

    Si e no. Ha fatto Morellino ufficiale per qualche anno, finché era doc. quando poi è diventato docg, il disciplinare era troppo complicato e costoso da gestire, visto che lo fa per passione, quindi ora lo etichetta come “Rosso podere Terranera”. Però è buono.

    13 marzo 2018
    Reply
  8. Mauro said:

    @ Massimo G.

    Però, etichetta a parte, concettualmente Morellino rimane, giusto?

    14 marzo 2018
    Reply
  9. LightKnight said:

    Da pochissimo ho iniziato a studiare il russo e… chi l’avrebbe mai detto… le somiglianze si mantengono, anche se con qualche differenza:

    * lunedì = ponedel’nik (понедельник)
    * settimana = nedelja (неделя) che in slavo ecclesiastico antico indicava la domenica, giorno di riposo, come dice Mattia
    * domenica = voskresen’je (воскресенье) che deriva da voskresenie (воскресение), cioè resurrezione.

    Sono tutte lingue slave, dopotutto 😀

    14 marzo 2018
    Reply
  10. Luca said:

    mattia says:
    May 3, 2016 at 12:39 pm

    ma no, non succede tre anni di fila. L’ultima volta che ha fatto una gelata è stato dieci anni fa, ma era una cosa piccola, di quelle che ti rovina il 20% delle piante, non il 100% come in questo caso.
    Tra parentesi, nella disgrazia mi è andata di culo che mi è successa al primo anno dell’impianto. Si ricomincia da capo e amen. Butto via solo un anno.

    E intanto questo è il secondo! (ok, non continuativo)

    A parte la battutaccia, ti sono solidale, facendo la dovuta riscalatura
    Qui a Belluno ho appena messo in giardino le varie piantine di fiori, prese al vivaio. Proverò a coprirle con un telo, sperando che non geli tutto. Ma non sono ottimista. Verosimilmente dovrò ricomprarle.

    Concordo con la tua chiusura sulla Natura Matrigna e bucolica 🙂
    Kilometristi zero e biologici vari, li metterei a coltivare e sopravvivere solo (esclusivamente) con quello che riescono a raccogliere. Dopo due mesi vorrei vedere quanti ne restano 🙂

    14 marzo 2018
    Reply
    • mattia said:

      mattia says:
      May 3, 2016 at 12:39 pm

      Appunto, era capitato a fine aprile.
      Adesso siamo a metà marzo.
      È anche possibile che non succeda niente e che mi stia preoccupando per niente.

      14 marzo 2018
  11. luca said:

    Appunto, era capitato a fine aprile.
    Adesso siamo a metà marzo.
    È anche possibile che non succeda niente e che mi stia preoccupando per niente.

    Certo. Al momento il GFS non ci da molte speranze, anche se dalle tue parti dovrebbe durare meno (la zona l’ho dovuta dedurre da tuoi post precedenti, l’approssimazione è ovviamente elevata)
    http://www.lineameteo.it/spaghi.php?lati=48.97320483352206&longi=16.548558443729462

    Semplicemente mi collegavo al fatto che anche qui queste gelate sono sufficientemente frequenti da giustificare, a livello amatoriale (ossia non pressati dai vari parametri di gestione di una attività economica), l’acquisto di protezioni che possiamo tenere ferme in un angolo in attesa del momento buono.

    14 marzo 2018
    Reply
    • mattia said:

      “http://www.lineameteo.it/spaghi.php?lati=48.97320483352206&longi=16.548558443729462”

      Uh! Bello questo sito!

      14 marzo 2018
  12. luca said:

    Uh! Bello questo sito!

    Lieto di essere stato utile, per una volta.
    Da qualche parte sotto trovi, se non lo hai già fatto, la temperatura prevista a 2m (Temp2m).
    Sul come funzionano, ci sono le apposite guide. Con un po’ di osservazioni in situ, per calibrarti (purtroppo la localizzazione ha una risoluzione piuttosto grossolana”), è un valido aiuto.

    14 marzo 2018
    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *