Manco copiare

Qualcuno spieghi ai copiaincollatori de Il Post che la canzone è “Oh Happy Day”, non “Oh Happy Days”.

Happy Days era il telefilm di Fonzie, la canzone è invece al singolare “Day”, non “Days”.
Basterebbe guardare il video che hanno essi stessi incluso nella pagina. Oppure ascoltare il testo

Oh happy day (oh happy day)
Oh happy day (oh happy day)
When Jesus washed (when Jesus washed)
When Jesus washed (when Jesus washed)
When Jesus washed (when Jesus washed)
He washed my sins away (oh happy day)

Questo “Happy day” è quando Gesù ha lavato via i miei peccati. Ossia la Pasqua.
Si riferisce alla Pasqua che è un giorno solo, non più giorni.

Oppure bastava copiare da uichipidia. È forse troppo chiedere di saper copiare a uno che di professione fa il copiancollatore?

Piesse: tutto sistemato per il notaio.
Poi però mi spiegherete come fate voi a conosce tutti questi notai.

6 Comments

  1. Paolo Ghezzi said:

    Purtroppo il problema è ormai comune anche per testate (teoricamente) più serie de ‘Il Post’… Ormai non esistono più giornalisti esperti di questo o di quel settore : si prende il primo pisquano che passa e lo si manda a fare un articoletto su non importa quale argomento: ieri il festival di Sanremo, oggi un argomento di politica estera, domani un’importante scoperta scientifica. Ovvio che il pisquano in oggetto (al quale solitamente viene detto che l’articolo va consegnato per…ieri!) si limiti a fare copiaincolla dalla prima fonte disponibile, magari traducendola alla membro di segugio.
    Oltretutto sembra sia scomparsa la consuetudine di far vedere l’articolo a qualcuno con un minimo di competenza sull’argomento, tanto per evitare di veder apparire sul sito o, peggio, sul giornale stampato corbellerie incredibili…
    Se poi qualcuno fa notare le castronerie che sono state scritte si vede rispondere, come è capitato al sottoscritto, che l’autore non è un esperto del settore, ma ‘un giornalista’.
    Poi ci si lamenta che nessuno compra più i giornali…

    16 Gennaio 2018
    • mattia said:

      Purtroppo il problema è ormai comune anche per testate (teoricamente) più serie de ‘Il Post’…

      appunto… teoricamente.
      L’unica cosa che li differenzia dalle altre testate è che non pubblicano video cretini e foto di donne scosciate per aumentare i click.
      Per il resto non c’è alcuna differenza. Non fanno nemmeno giornalismo.
      Copiano quello che fanno gli altri e lo spacciano per giornalismo.
      Quindi sono anche tendenzialmente peggio.

      16 Gennaio 2018
  2. Raoul Codazzi said:

    La serie “manco copiare” potrebbe finire in un ipotetico blog a parte, ma poi rischieresti di non riuscire a stargli dietro tante sarebbero le segnalazioni che ognuno di noi, ogni giorno, potrebbe mandarti 😉

    16 Gennaio 2018
  3. Andrea Occhi said:

    Peraltro passa come canzone natalizia, mica pasquale…

    16 Gennaio 2018
  4. Darshan said:

    Ma solo io sono irritato dal “quello di”, liquidare una persona in questo modo? non poteva essere tipo “ricordato per”?

    Ma perché scrivono così male?

    PS: Hanno corretto il post

    17 Gennaio 2018
    • mattia said:

      Ma solo io sono irritato dal “quello di”, liquidare una persona in questo modo? non poteva essere tipo “ricordato per”?

      Ma perché scrivono così male?

      Penso lo facciamo per assumere quello stile a metà tra il giornalismo e il blog ggggiovane.

      17 Gennaio 2018

Comments are closed.