Ho fantasticato che…

Dopo pochi minuti, la stessa persona…

Potremmo anche solo catalogare questi messaggi alla voce “grossa risata”. Perché in effetti quando mi hanno accusato di essere un amico della boldrinova… lo ammetto, mi sono messo a ridere. Con tutto quello che ho dovuto leggere in questi giorni almeno questo mi ha portato al sorriso.

In realtà questa accusa fa riflettere su qualcosa che va oltre la risata. La persona che ha lanciato questa accusa si è costruito castelli in aria basandosi solo su sensazioni personali.
Leggendo quello che abbiamo scritto il tizio ha iniziato a pensare “ma non è che questi sono degli esperti di comunicazione pagati dalla boldrini che si mascherano da movimento per la scienza per raggirare gli italiani all’estero?
Che poi, esperti di comunicazione, suvvia… Gli abbiamo solo fatto alcune domande banali che però lo hanno messo in difficoltà. Come per i vaccini: questo dice che 12 vaccini sono troppi, interviene Andrea che chiede sulla base di che cosa ha stabilito che 12 vaccini sono troppi e questo “siete degli esperti di comunicazione!“. No, dannazione, siamo persone normali che fanno domande ovvie. Non è che se fai un’affermazione e uno ti chiede le prove lo puoi accusare di essere un esperto di comunicazione.

Da qui è partito con le sue fantasie. Si è convinto fossimo degli esperti di comunicazione (probabilmente perché nella sua vita è circondato da persone incapaci di fare un pensiero logico semplice del tipo “chiedi le prove“) e ha fantasticato. La fantasia inizia a volare e allora noi diventiamo agenti sguinzagliati dalla boldrinova a inquinare le elezioni, c’è dietro un progetto segreto… o mio dio! ho scoperto un complotto, devo farlo sapere al mondo!
E così se ne esce con quel secondo messaggio in cui dice “ho scoperto che…
Quando invece era “ho fantasticato che…

E proprio qua sta il problema. Si prende un “ho fantasticato che…” e lo si fa diventare un “ho scoperto che…“, come se fossero la stessa cosa. Non si capisce la differenza tra fantasticare (o ipotizzare, se volete) e scoprire, ossia dimostrare.
Perché per dire “ho scoperto che…” devi avere delle prove. Devi partire da una ipotesi, investigare, trovare delle prove e poi, se le prove reggono, puoi dire che “hai scoperto” qualcosa.
Qui invece si salta tutto il passaggio delle prove. Basta pensare una cosa ed è vera. Non solo, ci si senti autorizzati a dirla in pubblico come se fosse vera.

Non siamo nemmeno al livello scientifico e forse nemmeno al livello della logica. Siamo ancora più sotto, capire che per dire “ho scoperto che…” servono delle prove e che non bastano le proprie fantasie dovrebbe essere un principio che nasce naturale in ogni bambino di almeno dieci anni.
Siamo a questo livello.

 

 

 

20 Comments

  1. Luca said:

    Una querela forse potrebbe servire ad educarlo.

    9 gennaio 2018
    Reply
    • mattia said:

      Una querela forse potrebbe servire ad educarlo

      il tizio si trova in Svizzera…

      9 gennaio 2018
  2. Mauro said:

    Se scopre che nel 2013 io ho votato SEL (non per la Boldrini comunque, anche se lei è stata eletta nelle liste di SEL) siamo fritti.

    9 gennaio 2018
    Reply
    • mattia said:

      Se scopre che nel 2013 io ho votato SEL (non per la Boldrini comunque, anche se lei è stata eletta nelle liste di SEL) siamo fritti.

      e se gli dici che trent’anni fa hai votato DP…

      9 gennaio 2018
  3. shevathas said:

    Non è che adesso, per non esser preso per filoboldri, ti precipiti all’anagrafe a cambiare il nome in MattiO ButtO? >:-D

    9 gennaio 2018
    Reply
  4. Raoul Codazzi said:

    «Potremmo anche solo catalogare questi messaggi alla voce “grossa risata”.
    […] La persona che ha lanciato questa accusa si è costruito castelli in aria basandosi solo su sensazioni personali.»

    Questa roba va catalogata per quello che è: psicosi. Poi scegliete voi la forma (paranoide, schizoide, …). Di gente così ne ho conosciuta.

    9 gennaio 2018
    Reply
  5. Faber said:

    si è costruito castelli in aria

    Massima psichiatrica: “il nevrotico costruisce castelli in aria, lo psicotico li abita, lo psicoterapeuta riscuote l’affitto”.

    Avviso per chi non padroneggia abbastanza la logica: detta massima non significa:
    – solo i nevrotici costruiscono castelli in aria, X costruisce castelli in aria, ergo X è nevrotico
    – i nevrotici costruiscono castelli in aria, X costruisce castelli in aria, ergo X è nevrotico
    – solo gli psicotici abitano castelli in aria, X abita castelli in aria, ergo X è psicotico
    – gli psicotici abitano castelli in aria, X abita castelli in aria, ergo X è psicotico.

    9 gennaio 2018
    Reply
  6. Mauro said:

    e se gli dici che trent’anni fa hai votato DP…

    In effetti DP fu il mio primo voto appena maggiorenne (anzi il secondo… il primo fu al referendum sul nucleare… logicamente a favore del nucleare) 😀

    10 gennaio 2018
    Reply
  7. Andrea said:

    Sì, questo tizio è particolarmente poco sveglio, ma la cosa che mi sconforta di più sono il sospetto e l’ostilità gratuita verso W la Fisica manifestati da tante altre persone su Facebook. Capisco la disillusione diffusa nei confronti della politica, ma molti non fanno neanche il piccolo sacrificio di leggere o ascoltare i numerosi contenuti esplicativi che hai creato, anche solo per contestarli. Scatta una bocciatura automatica, dovuta alla convinzione che dietro al progetto ci sia qualche secondo fine.

    10 gennaio 2018
    Reply
    • mattia said:

      ma la cosa che mi sconforta di più sono il sospetto e l’ostilità gratuita verso W la Fisica manifestati da tante altre persone su Facebook. Capisco la disillusione diffusa nei confronti della politica, ma molti non fanno neanche il piccolo sacrificio di leggere o ascoltare i numerosi contenuti esplicativi che hai creato, anche solo per contestarli. Scatta una bocciatura automatica, dovuta alla convinzione che dietro al progetto ci sia qualche secondo fine.

      Già. Penso che sia anche classificabile come disturbo mentale, qualcosa tipo mania di persecuzione.

      molti non fanno neanche il piccolo sacrificio di leggere o ascoltare i numerosi contenuti esplicativi che hai creato

      E pensa che ho fatto tutto il possibile. Ho creato dei video brevi, non dei post chilometrici. Non bisogna nemmeno leggere, basta ascoltare.
      Ma non fanno nemmeno quello. Che pena.

      Per quelli che dicono “mettetevi nei loro panni… non sareste sospettosi anche voi?”, rispondo che no, io prima di giudicare indago, e non penso mai male a priori.
      Esempio, ricordate quando Veltroni candidò la madia? La mise come capolista dicendo che era una giovane ricercatrice.
      Io pensai “bene, mi piace, sarà pure simbolico ma intanto invece di mettersi lui al primo posto mette una ricercatrice”.
      Poi ho indagato e ho scoperto che non era solo “una ricercatrice”, era stata la segretaria di Letta alla sua fondazione ed era l’ex fidanzata del figlio di napolitano. Te la spacciavano come ricercatrice ma era solo un’altra ammanicata che faceva parte del sistema.
      Quindi ho detto “suca”. Ma l’ho detto dopo aver indagato, dopo aver raccolto le prove che faceva parte del sistema, non fantasticando.
      Di mio, al contrario, ero partito pensando solo bene.

      10 gennaio 2018
  8. Stefano said:

    Vedendo il livello dei commenti sotto ogni post consola sapere che non solo i migliori cervelli fuggono all’estero…

    10 gennaio 2018
    Reply
  9. DG said:

    questa cosa è un altro classico della “dialettica moderna”: scrivi una vaccata, qualcuno te lo fa notare in maniera logica (o, che dio ci perdoni, matematica), invece di rispondere salta fuori che sicuramente sei un “fake” o sei “pagato da”.

    10 gennaio 2018
    Reply
  10. fgpx78 said:

    Anche io, a parte questi sporadici scemi, sono più colpito dall’enorme quantità di CATTIVERIA gratuita nei commenti a W la Fisica. Accuse grtuite, insulti, mancanza di buona fede… ce ne è di tutti i colori.
    La cosa mi sconforta, perché pur essendoci una % di gente in Italia in grado di ragionare, quelli che non sanno farlo sono i più bravi ad alzare la voce e buttarla in caciara.
    Uno schifo.

    10 gennaio 2018
    Reply
  11. Nippur de Lagash said:

    @shevathas

    Non è che adesso, per non esser preso per filoboldri, ti precipiti all’anagrafe a cambiare il nome in MattiO ButtO?

    Se chiedi di fare la stessa cosa a Satana, ti manda subito all’inferno 🙂

    10 gennaio 2018
    Reply
  12. shevathas said:

    @andrea: molti son talmente ossessionati da quello che ci dovrebbe essere nascosto dietro le quinte che proprio non vedono per niente quello che viene messo in scena sul palcoscenico.

    10 gennaio 2018
    Reply
  13. Faber said:

    Penso che sia anche classificabile come disturbo mentale, qualcosa tipo mania di persecuzione.

    Anche. Tecnicamente, disturbo paranoide della personalità.
    Ma stupidità, miserabilità e disonestà bastano e avanzano per spiegare certi comportamenti: vedono in te ciò che loro sono.

    10 gennaio 2018
    Reply
  14. mamoru said:

    consideriamo che chi commenta su fb e inetrnet in generalee’ un sottoinsieme della societa’. chi si “espone” commentando non credo sia espressione della maggioranza, poi occorre considerare che oltre a una percentuale fisiologica di gente malata per davvero, ci possono essere anche i famosi troll (del pd o meno) pagati per mettere zizzania o semplicemente screditare gli avversari politici… o magari provocatori della digos (per dire neh).
    internet e’ immagine e pubblicita’, quindi creare click alimentando flamewar o sputtanare organizzazioni politiche, aziende e persone….
    se con qualche decina di euro ti puoi affittare gente che sta 10 ore al giorno al pc con dozzine di profili a commentare sui social, beh e’ chiaro che il web non e’ un “fair game” manco per il cavolo. non sto dicendo che sia il tuo caso, ma non la vedo una cosa troppo remota.

    10 gennaio 2018
    Reply
    • mattia said:

      poi occorre considerare che oltre a una percentuale fisiologica di gente malata per davvero, ci possono essere anche i famosi troll (del pd o meno) pagati per mettere zizzania o semplicemente screditare gli avversari politici… o magari provocatori della digos (per dire neh).

      No, la digos non usa questi metodi.
      Ti incontra la sera e ti dice quello che ti deve dire.

      Per il resto, ti assicuro che la stupidità umana basta e avanza per giustificare questi comportamenti.

      11 gennaio 2018
  15. Mauro said:

    molti son talmente ossessionati da quello che ci dovrebbe essere nascosto dietro le quinte che proprio non vedono per niente quello che viene messo in scena sul palcoscenico.

    Al proposito aveva in fondo già insegnato tutto Edgar Allan Poe nel suo “La lettera rubata”, quasi due secoli fa.

    11 gennaio 2018
    Reply
  16. Faber said:

    la stupidità umana basta e avanza per giustificare questi comportamenti.

    E’ plagio di stupidità, miserabilità e disonestà bastano e avanzano per spiegare certi comportamenti o mi hai messo un microchip nel cervello mentre dormivo? 🙂

    11 gennaio 2018
    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *