I danni del boldrinismo

Gli effetti del boldrinismo sono questi.

Il boldrinismo è quell’idea che le parole siano più importanti dei concetti. Per cui si dice ministra e non ministro perché l’unica cosa che conta è la parola. Poi fa niente se il ministro in questione non sa fare due conti della serva. La grande battaglia sociale è che una donna si faccia chiamare ministra.
Il concetto è sempre quello, una persona, una donna fa parte del governo ed esercita un potere dello Stato. Ma per i boldrinisti questo non è abbastanza: devono cambiare la parola per essere soddisfatti.
Tutto gira attorno alla parola, non alla concretezza dei fatti.

Che male ti fanno? mi chiederete. Be’, innanzitutto fanno male all’italiano. Ma oltre a questo il danno del boldrinismo si vede in quel messaggio di lucia annibali.
Sciogliere nell’acido, ha detto travaglio. E l’annibali si è sentita tirata in causa.

Non devo star qui a spiegare perché il tuitt dell’annibali è demenziale. Travaglio non ha mica parlato di sciogliere nell’acido una persona ma una legislatura (che non è una persona, ma un concetto, avvocato annibali, dovrebbe saperlo). Intendeva, ovviamente, dire che vanno cancellati gli atti di una legislatura che ha portato a pessimi provvedimenti legislativi (come l’abortita riforma costituzionale).  Non aveva niente a che vedere con lo “sciogliere nell’acido” riferito a una persona. Anche solo pensarlo è ridicolo. Altrimenti mettetemi in galera quando dico che sciolgo nell’acido le incrostazioni sull’elettrodo di platino che uso per le elettrodeposizioni.
Oh, non è che l’annibali adesso ha il potere divino di dire alle persona quando possono dire “sciogliere nell’acido” e quando no.

La cosa più preoccupante non è il messaggio ridicolo dell’annibali ma come le è uscito. Le è uscito per colpa del boldrinismo. Proprio perché si dà più importanza alla parola che al concetto è scattato il grilletto all’espressione “sciogliere nell’acido”. Un grilletto che ha scatenato l’annibali.
Le sarebbe bastato guardare invece al concetto per capire che non c’era nulla di male in quella frase.

Il danno del boldrinismo è questo: la gente dà più importanza alle parole, ai simboli, alle espressioni tabù che non ai concetti. Il risultato è che la gente s’arrabbia senza motivo, come in questo caso, perché non ha capito una sega di quello che era il significato della frase.

Auguri.

Piesse: prima ho detto che la riforma costituzionale è stata “abortita”. Spero non venga qua qualche anti-abortista a dirmi che certe cose non si dicono nemmeno per scherzo. Perché il livello di idiozia a questo punto potrebbe portare anche a questo.

31 Comments

  1. Mauro said:

    Stavolta non concordo.
    I concetti sono importanti, ma lo sono anche le parole. E quelle di Travaglio sono inqualificabili.
    La risposta della Annibali era dovuta.

    29 Dicembre 2017
    Reply
    • mattia said:

      I concetti sono importanti, ma lo sono anche le parole.

      Certo che le parole sono importanti, ma le parole sono uno strumento per trasmettere un concetto.
      Qual è il concetto trasmesso da Travaglio?
      In cosa condanno quel concetto?

      29 Dicembre 2017
  2. Luca said:

    Non sono d’accordo.
    Sciogliere nell’acido è un discorso da mafioso. Un giornalista, e non solo loro, dovrebbe evitare certe perifrasi e associazioni.

    29 Dicembre 2017
    Reply
    • mattia said:

      Sciogliere nell’acido è un discorso da mafioso

      Ma neanche per idea.
      Io sciolgo sostanze nell’acido regolarmente. Così come sciolgono sostanze nell’acido tutti quelli che gestiscono un laboratorio chimico, chi produce dei PCB, le persone che fanno le pulizie e devono disincrostare i cessi.
      Hai voglia quante persone sciolgono nell’acido qualcosa.

      29 Dicembre 2017
  3. mamoru said:

    in realta’ e’ il narcisismo e l’individualusmo di chi ha letto e si e’ offeso la causa.
    se la e’ presa sul personale quando invece si faceva uso di una figura retorica in un discorso generico.
    invece questi pensano che si parli sempre di loro.
    poi vabbe’ travaglio …lasciamo stare

    29 Dicembre 2017
    Reply
  4. Darshan said:

    Mah, secondo me il problema è il comportamento da fanboy di Travaglio che vuole “sciogliere nell’acido” (-> annullare completamente) una legislatura solo perché non c’erano i suoi amichetti cinquestelli al governo.

    La Annibali era abbastanza fuoriluogo.

    29 Dicembre 2017
    Reply
  5. Luca said:

    Mattia anche il cibo nello stomaco si scioglie nell’acido se è x quello.
    Il guaio è, fai uno sforzo, il senso metaforico.
    Come i paragoni di emiliano con i campi di concentramento, etcetc
    È un linguaggio che mi fa schifo.

    29 Dicembre 2017
    Reply
    • mattia said:

      Il guaio è, fai uno sforzo, il senso metaforico.

      Ma il senso metaforico non è per niente scontato.
      Anzi, se mi dicono “sciogliere nell’acido” qualcosa (non qualcuno, bada bene) io penso a un laboratorio chimico, vetreria, cappa e tutto il resto. Mica penso ai figli dei pentiti di mafia.

      29 Dicembre 2017
  6. Shuren said:

    “perché non ha capito una sega di quello che era il significato della frase.”

    Sega?

    Mattia, per cortesia, ti chiedo di non usare la parola sega. Ti stimo, ho molti amici che si chiamano Mattia, ma chi ha subito gli effetti di un incidente con una sega circolare in fabbrica, per sua sfortuna, sa bene quanto sia dolorosa.

    So che capirai, quindi ti ringrazio fin da subito per la comprensione.

    Un caro saluto.

    29 Dicembre 2017
    Reply
  7. Shuren said:

    @Luca

    “Non sono d’accordo.
    Sciogliere nell’acido è un discorso da mafioso. Un giornalista, e non solo loro, dovrebbe evitare certe perifrasi e associazioni.”

    O da chimico. Un chimico è fortunato, può sciogliere nell’acido quanto vuole e nessuno può dirgli niente. E’ un chimico.

    29 Dicembre 2017
    Reply
  8. Tigre da laptop said:

    Prima di tutto mi tolgo il cappello e faccio un inchino alla profondità spirituale del commento di Shuren, due posti più su, poi devi ammettere che quelli che lavorano abitualmente con acidi e simili sono molto meno di quelli che al TG sentono parlare di omicidi mafiosi, e anche tra quelli che usano acidi (detergenti) a livello domestico pochi ci pensano su più di tanto: Una volta, per divertirmi ho provato a spiegare che l’idraulico liquido, essendo fatto di soda caustica, non poteva essere considerato un acido: Alla fine ho lasciato perdere. Ritengo che travaglio quando ha fatto quella battutaccia non pensava affatto a risvolti lavorativo/industriali, quindi il dibattito sarebbe solo se è ancora permesso fare battute cattive, per la Annibali evidentemente no, anche considerando che per lei è un argomento comprensibilmente delicato, ma poco tempo fa ho letto un commento serio di un tizio che sosteneva che usare il termine “cretino” era offensivo nei confronti degli affetti da cretinismo, tecnicamente ha senso ma… Rompiballe almeno si può usare, o si offendono gli eunuchi?
    Ultima cosa: Sono convinto che travaglio meriti ogni genere di commento ( e trattamento) politicamente scorretto, ma non stavolta, Anzi, pure stavolta, ma solo perché è lui, non per quello che ha scritto.

    29 Dicembre 2017
    Reply
  9. Diego said:

    “L’ultima verifica di matematica è stata una strage”.
    “La corruzione è un cancro della società”.

    Ora i parenti delle vittime di qualche strage o i malati di cancro dovrebbero sentirsi offesi da queste espressioni. E andiamo avanti, fino ad abolire per decreto tutto il linguaggio figurato.

    29 Dicembre 2017
    Reply
  10. Luca said:

    , se mi dicono “sciogliere nell’acido

    Appunto. Dipende dal contesto. In questo contesto per me è pessimo. Perché è un linguaggio mafioso, da sputa sentenze qual è il personaggio.
    Tralascio lo schifo dei fanboy sulle risposte da senza cervello al tweet legittimo quanto irrilevante della tizia e della sua situazione.
    Le parole pesano e vanno pesate.
    Mister T lo fa come lo fanno mister F e per questo mi fanno ancora più schifo

    29 Dicembre 2017
    Reply
  11. Remo said:

    Secondo me stai confondendo il politicamente corretto con il boldrinisno che è invece il pensiero per cui tutto è dovuto per il semplice fatto di essere donna o migrante o GLTB.

    29 Dicembre 2017
    Reply
  12. Peto said:

    Piccola premessa: sì, è stata una delle peggiori legislature… Tipo, c’erano i 5stelle… Andiamo! Ma si può?

    @Luca
    È offensivo anche accostare un commento politico di un commentatore politico a un atto di mafia. Per quanto il commento possa venir frainteso, si tratta proprio di due mondi diversi. Aggiungerei i casi di persone sciolte nell’acido (da vive o da morte) fanno inorridire proprio perché si infligge a delle persone un trattamento disumano che al più si può riservare alle cose inanimate. Inanimate come una legislatura.
    Non facciamo le menti purissime, davvero qualcuno è pronto a dire in tutta onestà che, leggendo il solo tweet di Travaglio, il primo pensiero va a parlamentari sciolti nell’acido? Siamo davvero al caso del meme coi laser, siatene consapevoli.

    «Metterci una pietra sopra» si può ancora usare, o qualche araba si offende?

    mamoru

    in realta’ e’ il narcisismo e l’individualusmo di chi ha letto e si e’ offeso la causa.

    100% d’accordo. Questione di sopravvivenza mediatica.

    29 Dicembre 2017
    Reply
  13. Shuren said:

    @Tigre:

    “Sono convinto che travaglio meriti ogni genere di commento ( e trattamento) politicamente scorretto, ma non stavolta, Anzi, pure stavolta, ma solo perché è lui, non per quello che ha scritto.”

    Vabbè, niente di male, ci può stare. La fallacia “ad hominem” credo che sia utilizzata solo contro 2 o 3 persone in Italia. Il resto dei dibattiti, dal bar alle istituzioni, è sempre sui contenuti.

    29 Dicembre 2017
    Reply
  14. Massimo G. said:

    oh, ma solo io ho notato il gioco di parole? sciogliere le camere -> sciogliere nell’acido.
    Era solo un gioco di parole che Travaglio (che francamente mi sta sulle balle) ha potuto fare in questa circostanza. Non è mica colpa sua se si dice “sciogliere” le camere…
    Se avesse scritto “la legislatura che sta per chiudersi (speriamo venga sciolta nell’acido)” allora si che sarebbe stata, prima che di cattivo gusto, una frase senza senso, perché non fa ridere. Invece “sciogliere la legislatura” e “sciogliere nell’acido”, scusate ma fa ridere. Se l’avesse detto Crozza avrebbero riso tutti, invece lo dice Travaglio e tutti si immaginano la sua faccia di gesso e non ridono.

    30 Dicembre 2017
    Reply
    • mattia said:

      oh, ma solo io ho notato il gioco di parole? sciogliere le camere -> sciogliere nell’acido.

      In effetti non l’avevo notato.
      Messa così la polemica semplicemente svanisce.

      30 Dicembre 2017
  15. Massimo G. said:

    … anzi, per essere precisi, Travaglio ha fatto un’iperbole. E’ un giornalista e quando scrive usa varie figure retoriche. Cosa c’è di strano?

    30 Dicembre 2017
    Reply
  16. Alessandro said:

    una discreta quantità di PDini boldriniani frequentano questo dojo

    30 Dicembre 2017
    Reply
  17. Nippur de Lagash said:

    Di certo conta che è stata una legislatura che doveva fare la riforma costituzionale ed è miseramente naufragata.

    C’era anche il compito della legge elettorale, e hanno partorito l’Italicum convinti che il SI al referendum fosse scontato. Ma secondo me la macchia più grossa è stata la Boschi. Ha detto che se il referendum non fosse passato, lei avrebbe lasciato la politica (si, la politica, non la poltrona di Ministro). Ma invece di farsi da parte, è stata promossa a vice di Gentiloni. Alla faccia della meritocrazia.

    30 Dicembre 2017
    Reply
  18. Ava said:

    La peggiore legislatura dj sempre, perché eletta con u a legge illegittima, per il numero abnorme di cambia casacche, per i conflitti di interessi, per la schiforma costituzionale , per la legge elettorale votata sulla fiducia, per la boldrini e soci,per la modifica dei parametri istat per PIL e disoccupazione, e ne aggiungerei a tonnellate ma niente, lasciamo che si sciolga come neve al sole sperando che non ci siano morti assiderati che si possano offendere.

    31 Dicembre 2017
    Reply
  19. kheimon said:

    Le parole *sono* concetti, per questo le prime sono importanti tanto quanto i secondi.

    Il vero problema del boldrinismo è che per qualunque parola o concetto (uso questi termini in maniera intercambiabile, intenzionalmente) dotata/o di una certa carica (o diciamo pure violenza) retorica, esiste almeno una minoranza che ha il diritto di offendersi ed esercitare un diritto di veto sulla parola o concetto in questione. Il problema è che la violenza retorica può essere sia pattume fascistoide (negativo sotto tutti gli aspetti) sia libertà e creatività intellettuale (positiva sotto vari aspetti) e il boldrinismo non sa o non vuole operare questa distinzione.

    31 Dicembre 2017
    Reply
  20. Shuren said:

    @Ava

    “per la modifica dei parametri istat per PIL e disoccupazione”

    Qualche dettaglio in più?

    31 Dicembre 2017
    Reply
  21. Faber said:

    Sciogliere nell’acido è un discorso da mafioso.

    … da cui il “sillogismo”:
    – i mafiosi sciolgono nell’acido
    – Mattia scioglie nell’acido
    – Mattia è un mafioso.

    1 Gennaio 2018
    Reply
  22. Faber said:

    Anche se Travaglio avesse fatto un discorso da mafioso, chissenefrega.
    Non ha commesso una violazione di legge, unica cosa che conta in uno Stato di diritto.
    Chissenefrega degli stracci teocratico-polizieschi-politically-correct.

    Travaglio non mi piace, ma apprezzo il suo non scusarsi di avere offeso le principesse sul pisello.

    Ne riparlerò quando la legge punirà l’uso delle parole acido, frocio, mongoloide, cretino, negro, crucco, eccetera.

    1 Gennaio 2018
    Reply
  23. Andrea Occhi said:

    Cinque anni in cui si poteva fare una riforma costituzionale che non si è fatta per l’ego di renzi.

    Sei sicuro di ciò?

    Ho dei GROSSI dubbi che con l’opposizione che vota per mettere in buca la maggioranza (indipendentemente dal merito) si sarebbe riusciti a partorire una riforma costituzionale condivisa. Si è provato con chi ci stava (maggioranza più FI) che però poi all’ultimo ha fatto campagna contro il referendum, per mettere in buca Renzi, cosa che è riuscita. Ma ho grossi dubbi che si sarebbe potuto fare di meglio.

    E ho una grande paura della campagna elettorale: già le prime avvisaglie parlano di un sacco di cose bellamente irrealizzabili con le condizioni economiche attuali: soldi distribuiti a pioggia (1000 euro le pensioni, e tutti i vecchi a votare) che non si capisce dove si vadano a prendere (non è che hai grandi alternative: o alzi le tasse, o fai debito. Due cose che sarebbe meglio evitare), piuttosto che referendum incostituzionale sull’euro, un futuro energetico basato sulle sole e uniche rinnovabili (quindi via di incentivi) oppure una utopia a rifiuti zero (che poi vengono spediti all’estero per essere inceneriti).

    2 Gennaio 2018
    Reply
  24. kheimon said:

    @Faber: osservazione sgraziatamente miope. Gran parte del discutere tra esseri pensanti verte su cosa è giusto/opportuno o meno, a monte del legale o meno, ed è proprio QUELLA discussione che poi culmina in leggi e norme. Non le porta mica la cicogna. Se ti frega solo di cosa è legale o meno, arrivi troppo tardi nella discussione, e puoi al più azzeccare il garbuglio.

    2 Gennaio 2018
    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota sui biscottini: questo sito usa solo i biscottini di base di Wordpress per il funzionamento del sito. Non usa biscottini per memorizzare vostri dati personali, anche perché non me ne frega niente. Pensate che non vengono nemmeno fatte le statistiche sugli accessi di questo sito. Non ci sono nemmeno i pulsanti per mettere apprezzamenti sul feisbuc, il tuitter o altre reti sociali. Ciao.