Baratto

Click.

Zraaaat.

Non è stato il click a sorprendermi, quanto lo zraaaaat. Il rumore della pellicola che scorre dopo lo scatto. Sì, la pellicola, mi avevano fatto una foto a tradimento con la pellicola. Evidentemente c’è ancora qualcuno che usa la macchina fotografica a pellicola.

Gli ho offerto un bicchiere di vino.

  • non posso, devo guidare
  • e vabbe’…
  • no, davvero, già mi hanno ingabbiato, devo fare il bravo
  • capisco
  • però mi piacerebbe provarlo. Non è che mi vende una bottiglia?
  • non posso, non ho la partita iva e la licenza, non posso vendere… poi c’è Babis che controlla e mi fa la multa
  • ma dai, tranquillo
  • no, davvero, non posso vendere. Però gliela regalo, prenda.
  • Ma io non posso accettarla gratis….mmmm… facciamo così: io sono un fotografo, lei mi dà la bottiglia di vino e io le regalo queste mie foto.

Affare fatto.
Ho scambiato una bottiglia di vino per delle belle fotografie. Non penso di aver fatto un affare migliore nella mia vita.

E soprattutto Babis si attacca al tram.

5 Comments

  1. brain_use said:

    Il baratto è la moneta del futuro.
    Esentasse (per ora).

    4 luglio 2017
    Reply
  2. Diego said:

    Hai scritto due post di seguito il cui titolo è costituito da una sola parola le cui prime 4 lettere sono uguali.

    E’ un caso o l’hai fatto per favorire l’algoritmo di indicizzazione dei titoli?

    4 luglio 2017
    Reply
    • mattia said:

      o l’hai fatto per favorire l’algoritmo di indicizzazione dei titoli?

      Eh?

      4 luglio 2017
  3. Diego said:

    Eh?

    Ovviamente era una battuta, evidentemente non troppo riuscita. La mia verve comica è molto peggiorata in questo periodo (e non è che fosse granchè prima).

    4 luglio 2017
    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *