Presidenta, il popolo protesta perché non ha le pensioni! Date loro sostantivi al femminile.

Come sapete non sono un gran ammiratore di repubblica, ma devo ammettere che questa intervista a una donna che aveva insultato la boldrinova è un ottimo pezzo.
Potevano farlo meglio, ovvio: la domanda sulle simpatie politiche ad esempio è inutile. Forse è stato inconsapevole ma hanno mostrato uno spaccato di una persona con una bassa istruzione, sostanzialmente analfabeta dal punto di vista dell’uso delle reti sociali su internet, caduta in una cosa più grande di lei che ora non sa gestire.
Più che le sue preferenze politiche io avrei indagato di più sui risvolti psicologici, ma anche così si capisce molto di quello che è successo.

Leggendo quell’intervista non ho potuto non riflettere su due aspetti. Il primo: la signora era generalmente incazzata con la politica. Secondo: la signora raggiunge il giornalista provenendo dai campi; non si capisce se fa la contadina a tempo pieno o parzialmente, ma insomma è una donna di 61 anni che lavora la terra. Una donna – racconta lei – a cui è stata negata la pensione di invalidità nonostante tre interventi alla schiena. Quindi a 61 anni con la schiena danneggiata continua a lavorare la terra.

Dall’altra parte la boldrinova, una che ha fatto una carriera da dirigente dell’UNHCR con stipendio di oltre 121 mila dollari all’anno. Una signora che nel suo ufficio dorato lancia battaglie di una vita sulla lingua italiana con parole tipo ingegnera, ministra o sindaca.

Lo notate anche voi lo stridore?

Possibile che la sinistra non si renda conto degli errori mostruosi che sta commettendo? Possibile che non capiscano che se si trovano in quegli uffici e in quelle aule è per difendere i diritti di quelle persone con la schiena rotta che sono costrette a lavorare per riempire il piatto?
No, per loro le battaglie sono cambiare la lingua italiana perché troppo sessista, approvare i matrimoni ghei per consentire a due persone di fare una festicciola in municipio, approvare la compravendita di bambini fatti su misura per consentire anche a due viti di fingersi bullone, i libretti universitari con il nome a piacere per far contenti quelli che pensano di essere Napoleone, e magari i cessi unisex (da noi non è ancora arrivata ma vedrete che arriva).

Non capiscono che tutte queste cose sono scemenze? Sono così distanti dalla gente da non capire che là fuori ci sono persione con la schiena rotta che non vanno in pensione e guardando i loro rappresentanti pensano “ma cazzo, perché si battono come leoni per fare entrare ingegnera nel vocabolario e non pensano ai poveri cristi come me? Perché pensano tutti ai matrimoni ghei come se fossero la cosa più importante del mondo e nessuno pensa a me? A quelli come me con la schiena rotta chi ci pensa? Chi mi difende?

Avete idea di cosa possa pensare una contadina con la schiena rotta che non riesce ad andare in pensione quando vede una donna privilegiata in TV il cui problema più grande sembra essere che le donne non vengono chiamate “ingegnera”?
Un vaffanculo stampato su di un manifesto 6m per 3m forse non rende bene l’idea.

È ovvio che poi queste persone che vedono i loro rappresentanti occuparsi d’altro alla fine si sentono da sole e montano un odio che va contro tutta la politica. Vi sembra così strano se poi davanti a dei politici come la boldrinova questi spuntino fuori la loro rabbia?
Invece di inventarsi commissioni parlamentari contro l’odio su internet non potrebbero fermarsi un attimo e pensare: ehy, non è che se la gente è incazzata non è solo perché viene aizzata dai fassisti e rassisti ma forse perché abbiamo sbagliato qualcosa pure noi?

Se lo sono mai posto questo dubbio?

 

Piesse: so bene che certa gente è ammaestrata a rispondere in automatico a queste riflessioni come gli stessi di cui sopra hanno loro insegnato. Ossia dicendo che i diritti non si escludono a vicenda, un diritto non esclude l’altro…
No, cari miei: fare una festa in municipio perché altrimenti ti senti triste non è un diritto. Stuprare la lingua italiana non è un diritto. Questi non sono diritti: una donna può vivere benissimo e senza alcun problema anche se viene chiamata ingegnere. Una donna con la schiena rotta che deve andare a lavorare nei campi invece non vive bene, manco per il cazzo. Se non capite questa differenza significa che avete i criceti nel cervello.

4 Comments

  1. shevathas said:

    Quoto anche le virgole e gli spazi.

    2 Dicembre 2016
    Reply
  2. ava said:

    mi lascia esterrefatto che tale cretina istituzionale continui a dar la colpa al SESSISMO quando invece riceve insulti per l’ ipocrisia e la scemenza totale che dimostra ogni giorno di più. Se fosse stata un uomo non avrebbe preso un insulto in meno. Certo forse gli insulti sarebbero stati diversi, ma non certamente più concilianti perchè basta vedere gli insulti rivolti continuamente a Renzi per capire che la gente li odia per tutto ,tranne che per il loro sesso.

    oltretutto mi ha infastidito è stata la risposta della presidentA. NOn si è arrabbiata, voleva solo candidamente capire perchè è così tanto odiata. Con la superiorità intellettuale distaccata tipica del secchione allo zoo che vuol capire perchè il cammello mastica.

    patetica ( nel senso buono) la signora contadina con un numero di gatte da pelare degna dei malavoglia che vuole solo riparare il dissidio con la potentessa per non aver ulteriori rogne e rovinarsi quel poco che ha.

    2 Dicembre 2016
    Reply
  3. Enrico said:

    Comunque per meglio perculare la B.ova potreste prendere ad usare la forma in -essa per indicare il genere femminile della carica.

    Che io ricordi tale forma indica più che altro la moglie/compagna del presidente.

    PresidentA fa davvero ca@@re

    3 Dicembre 2016
    Reply
  4. Beppe Grullo said:

    La presidenta si conferma la solita bimbaminkia. Mi dispiace umanamente per la signora, spero per lei che le diano la pensione. Tuttavia credo che la sinistra possa fare ben poco da questo punto di vista. Se qualche politico tirasse ancora fuori la storia di mandare qualche categoria di persone in pensione prima del tempo, dopo la riforma Fornero e dopo che ci siamo tagliati tutti lo stipendio del 10% coi contributi FAP, penso che alle prossime elezioni prenderebbe meno dello 0,01%

    3 Dicembre 2016
    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *