La situazione è un po’ più complessa

Ieri pomeriggio ero al terminale 2 di JFK aspettando di prendere il volo per la Florida. Mentre ero lì che gibilavo vedo un diversamente pigmentato che si aggira per il terminale con un adesivo sul bavero della giacca: “VOTA TRUMP”.
Già, un negro che non solo vota Trump ma va in giro a dichiararlo al mondo.
Perché la situazione, anche qui, è un po’ più complessa.

Ah, bel volo di merda con Delta. Mi hanno messo da parte a un obeso. E quando sei in classe economica non è bello se il tuo vicino di posto non riesce a stare nel suo di posto ma occupa parte del tuo.
Mi sono fatto otto ore di volo facendo il contorsionista per non entrare in contatto con lui (le ho sperimentate tutte, mi sono inclinato, sono traslato…).
Sia chiaro, a me non me ne frega nulla se quello è obeso, non sono qua io a dirgli di fare la dieta (anche perché non che io possa parlare…). Se muore a 52 anni di infarto perché si è mangiato troppi panini con la svizzera in ristoranti di cibo veloce non me ne frega niente. Fatti suoi. Non pretendo mica di fare come quelli che ti obbligano a mangiare sano (e poi si portano dietro un culo grande come un baule, tipo una certa signora che fa l’orto genuino alla casa bianca). Liberissimo di fare quello che vuole, a me non crea danno.
Se però prende un aereo deve rendersi conto che non può prendere un posto di classe economica se il suo corpo non rientra nel volume assegnato a quel posto. Libero di restare obeso, ci mancherebbe, però si compra un posto da obeso in prima classe. Non mi spetascia per otto ore di viaggio.
Sarebbe anche ora che le compagnie aeree controllassero pure questo fattore. Perché se – giustamente – ci misurano il bagaglio a mano affinché non sia troppo grande e stia nella cappelliera allo stesso modo dovrebbero misurare i corpi delle persone e verificare che stiano nel loro posto.
Mi sembra di una banale logicità.

6 Comments

  1. aldo said:

    mi pare di ricordare casi dove gli obesi siano stati richiamati, e obbligati al doppio posto a sedere e i normopesi spostati di posto. ovviamente con posti liberi a disposizione. non hai lamentato la cosa alla hostess di turno?

    30 Ottobre 2016
    • mattia said:

      non hai lamentato la cosa alla hostess di turno?

      ovviamente l’ho fatto, ma con nessun risultato.
      Ora ho mandato un reclamo a Delta.

      30 Ottobre 2016
  2. Faber said:

    bel volo di merda con Delta.

    Ti hanno fregato perché sei salito nella colonia europea 🙂
    Pare che in America si comportino diversamente (forse): 1, 2.

    Mi sono fatto otto ore di volo facendo il contorsionista

    Sarebbe bastato viaggiare in piedi 🙂
    Contano sul fatto che pochi gli facciano causa 🙁

    a me non me ne frega nulla se quello è obeso

    A me molto, perché gli devo pagare le cure, come ai drogati e ad altra roba 🙁

    Liberissimo di fare quello che vuole, a me non crea danno.

    Al portafoglio, sì.

    Mi sembra di una banale logicità.

    Il tuo solito vizio di scrivere cose giuste 🙂

    30 Ottobre 2016
    • mattia said:

      A me molto, perché gli devo pagare le cure, come ai drogati

      Era un cittadino statunitense, quindi le cure se le paga da solo pagandosi l’assicurazione.
      Al massimo quelli che possono lamentarsi sono i clienti della sua stessa assicurazione, ma tra loro non ci sono io 🙂

      30 Ottobre 2016
  3. andreaber said:

    Se ti legge qualche boldriniano direbbe che sei un insensibile obesofobo.:)

    30 Ottobre 2016
    • mattia said:

      Se ti legge qualche boldriniano direbbe che sei un insensibile obesofobo.:)

      🙂
      Figurati, anche perché sono un trippone pure io, che ti credi.
      Però non al punto da far patire 8 ore di viaggio di merda a chi mi sta vicino.
      Se uno è capace di gestirsi la sua situazione senza portare fastidio a chi gli sta vicino a me non frega nulla se è obeso.

      30 Ottobre 2016

Comments are closed.