Disinfettante

Ah, comunque.

Ieri prima di atterrare a Parigi sono passate le hostess con delle bombolette in mano per i corridoi dell’aereo a spruzzare una cosa tipo disinfettante.

Mica che schiacciavano il pulsantino della bomboletta un po’ qui e un po’ là. No, no. Erano tipo fumogeni da stadio che eruttavano questa sostanza a getto continuo, tanto che alle hostess è bastato camminare a passo spedito per i corridoi per riempire tutta la cabina di questa fescia (come in questo video).

Prima però hanno annunciato la disinfestazione all’altoparlante, mica che ci spaventavamo a vedere delle hostess con bombolette fumogene in mano e credevamo fosse un attentato: in accordo con le autorità di salute del paese di destinazione provvederemo a spruzzare in cabina una sostanza innocua per la salute.

Che poi magari è anche vero, ma intanto era irrespirabile. Bleah.

Suppongo sia per ammazzare robe tipo virus, batteri o animaletti che potevano essere annidati sui passeggeri e potenzialmente pericolosi per l’agricoltura se importati in Europa.

Ad ogni modo, mi sono trovato in questa nuvola puzzolente “disinfettante”.
Fastidio passato in due minuti e amen.

Dopodiché mi sono messo a pensare: se avessero fatto la stessa cosa con i clandestini che arrivano sui barconi?
Cioè, invece di spruzzarli di disinfettante in aereo poniamo che appena arrivati a terra (o meglio, ancora sulla nave che li recupera) li mettano in una stanza e poi attivino questi fumogeni disinfettanti per ripulirli.

Quanti coglioni si sarebbero stracciati le vesti parlando di trattamenti disumani che rievocavano le docce naziste?
Eppure è una cosa che hanno fatto anche a me ieri. Anche io sono stato disinfettato in arrivo dal Brasile e prima di atterrare in Europa.
Scandalizzato? Manco per le balle. Un po’ infastidito dalla puzza che rendeva l’aria della cabina irrespirabile, ma scandalizzato no.
Se hanno ragione di disinfettarci per proteggere l’Europa da contaminazioni pericolose non c’è nessun problema se lo fanno. A me che arrivo in aereo o al clandestino che arriva col barcone.
La persona razionale guarda solo ai fatti: c’è necessità di disinfezione? Sì o no? Se sì, si disinfetta e nessuno si deve scandalizzare, ché non c’è niente di umiliante a subire una disinfezione.

Ricordiamocelo la prossima volta che qualcuno si scandalizzerà per una cosa simile. Lo scandalo è solo negli occhi maliziosi che vede discriminazione anche quando ci sono solo motivi razionali per certe procedure.

5 Comments

  1. Claiudio said:

    (come in questo video)
    Video? Che video?

    21 Settembre 2015
  2. Faber said:

    Idem qualche giorno fa su un volo da Milano a Londra.

    30 secondi di fiato trattenuto e nessun problema di puzza.

    21 Settembre 2015
  3. robinet said:

    se è davvero innocuo per la salute (e non ho motivo di pensare al contrario) io lo farei spruzzare in un sacco di posti. per intenderci però io sono uno che si lava le mani con la saponetta della lysoform…

    22 Settembre 2015
  4. ZPaolo said:

    Volo dalla Cina, stessa cosa. Un po’ imbarazzante e non so quanto efficace, ma niente di più

    22 Settembre 2015

Comments are closed.