Idiomatico sarai tu!

L’altro giorno si sono avvicendati due eventi poco adatti ad essere vissuti a distanza ravvicinata: grigliata di laboratorio e lezione di giapponese.

Per cui alle 18.30 abbiamo fatto la grigliata e poi alle 21.30 sono tornato in ufficio per la mia settimanale lezione di giapponese.

Accendo skype tutto galvanizzato: avevo passato le tre ore precedenti a parlare giapponese quasi tutto il tempo (visto che nessuno parla inglese tolto il capo).
Quindi avevo addosso quella sensazione per cui ti senti capace di parlare senza freni (aiutato anche dalla birra). Non hai paura di sbagliare, ti lanci e più o meno ti senti un figo – anzi, un fico – perché riesci anche a fare delle battute in giapponese.

E niente, inizio la lezione con questa sensazione di essere bravissimo. In pochi minuti tutti svanisce: il mio insegnante mi fa fare un test in cui non becco una risposta giusta che fosse una. Disastro completo.
Era un test sulle frasi idiomatiche, quelle frasi che devi prendere così come sono, mica che puoi tradurre il senso delle parole, sono frasi fatte che devi ricordari a memoria. O le sai o non le sai. Ecco, io non le sapevo (tolte due o tre).

Mica pensavo che le frasi idiomatiche fossero così importanti in giapponese.
Una botta all’autostima linguistica.

7 Comments

  1. disma said:

    おだいじに e compagni. Il fatto è che le usano un casino

    27 Luglio 2012
  2. Bea said:

    Il giapponese è praticamente basato su frasi idiomatiche. Almeno, la lingua parlata. Quali sapevi e quali invece ti hanno stupito?

    27 Luglio 2012
  3. mattia said:

    Il giapponese è praticamente basato su frasi idiomatiche.

    Fino ad oggi pensavo fossero di meno rispetto al ceco, anche perché il giapponese lo studio sui libri quindi di necessità finisco per dare più importanza alla grammatica che alla forma idiomatica.

    Il problema è che lo parlo poco nella vita di tutti i giorni. Cioè, lo parlo un po’ in laboratorio con gli studenti, con la segretaria… ma le forme idiomatiche le impari proprio usando la lingua costantemente nelle più diverse situazioni.
    Per questo sono venuto poco a contatto con le forme idiomatiche.

    Alcune le conosco e le uso regolarmente おつかれさまです, きょつけて, おまてせしました, altre sapevo che esistevano, le avevo studiate, ma non usandole non me le ricordavo. Tipo quelle lì di quando arrivi a casa o quando esci di casa.

    27 Luglio 2012
  4. Bea said:

    Ah ecco, sì, se non le usi regolarmente sono un casino. Anch’io c’ho messo un sacco di tempo per acquisirle in modo automatico. E yoroshiku onegaishimasu non lo usi??? Come fai a vivere??? XD (ok, scherzo, ma nemmeno più di tanto)

    28 Luglio 2012
  5. mattia said:

    E yoroshiku onegaishimasu non lo usi??? Come fai a vivere??? XD

    Lo conosco (ovviamente) ma non lo uso.
    È un’espressione troppo educata per i miei gusti.

    28 Luglio 2012
  6. Bea said:

    Ma è utilissima quando non sai cosa dire o non sai come chiudere la frase 😀

    29 Luglio 2012
  7. Thomas said:

    oooohhhh basta di cantarvela tra di voi!!! Anch’io voglio sapere le frasi idiomatiche giapponesi. Ma tradotte!!!!

    30 Luglio 2012

Comments are closed.