Messicani puzzoni

– Oh, ma ài sentito della nuova legge bavaglio per la rete?
– No scusa, che stai dicendo?
– Sì, il bavaglio, quello che se vogliono ti possono oscurare il sito?
– Ma… no… aspetta, siamo nel 2012, sì, Luglio 2012. Adesso c’è Monti al governo, Berlusconi l’abbiamo battuto, sì sì… non farmi di questi scherzi.
– Che sherzi?
– Eh eh… volevi farmi vivere un dejavù! Alla mattina funzionano spesso. Tipo quando ti alzi con l’angoscia dell’esame di Analisi 3 e poi, quandi riprendi lucidità, ti rendi conto che sei già laureato da anni e quindi Analisi 3 l’ài già alle spalle per forza.
– No, ma…
– Tu volevi farmi credere che eravamo ancora ai tempo del Governo Berlusconi, che faceva quelle porcate lì del bavaglio, invece lo abbiamo sconfitto, kaputt! eh eh! Adesso c’è il governo Monti. Sai, col questa storia del ritorno a Forza Italia quasi ci stavo cascando ne dejavu. Invece no, è acqua passata.
– Non per dire, ma guarda che questo bavaglio l’à proposto proprio il governo Monti.
– Ma non dire cazzate…
– Ti giuro, l’à detto il Ministro Riccardi. Vuole dare i poteri alla polizia postale di oscurare i siti internet…
– Ma se abbiamo fatto mille petizioni. Prima l’obbligo di rettifica, poi l’oscuramento AGCOMM per violazione del diritto d’autore. Le ànno provate tutte, ma con le nostre petizioni li abbiamo fermati. Siamo il popolo della rete! Il diritto di espressione è inviolabile, non riusciranno a imbavagliare i blog. Fermeremo anche loro!
– …lasciami finire. Stavo dicendo, Riccardi vuole dare il potere alla polizia posta di oscurare i siti internet razzisti.
– Ah.
– Come ah.
– Be’, questo è un po’ diverso.
– Oddio, oscurare un sito è poi sempre oscurarlo.
– No, voglio dire, oscurare i siti razzisti è una questione diversa. Propagandare idee razziste è reato, c’è la legge Mancino!
– Anche diffamare una persona è illegale, c’è il codice penale. E pure violare il diritto d’autore di qualcuno è illegale…
– Ma che vuol dire, il razzismo è una cosa brutta, come i pedofili, vanno combattuti a testa bassa.
– Vero. Però non mi torna una cosa.
– Cosa?
– Ti ricordi di quando mi avevi inondato la bacheca di feisbuc con gli appelli a firmare contro l’obbligo di rettifica?
– Inondare, adesso… non esagerare….
– Sì, mi ài discretamente frantumato i maroni. Ma tralasciamo. Dicevi che con quella legge il primo che passava poteva obbligarti a mettere una rettifica se si sentiva diffamato, senza che ci fosse un giudice a decidere se ci fosse davvero diffamazione.
– Ed è vero! Pensa se…
– Fermo. Quindi secondo te ci voleva un intervento dell’autorità giudiziaria.
– Sì, perché…
– E ti ricordi di quella volta che poi l’autorità giudiziaria intervenne a sequestrare preventivamente il sito di un tizio denunciato per diffamazione da un deputato?
– Spetta… non ricordo…
– Suvvia, non è successo tanto tempo fa. Si è scatenato un polverone, gli anonimi ànno anche defacciato il sito del deputato…
– Ah, sì.
– Ecco, quella volta c’era l’intervento di un giudice però mi dicevi che ci voleva la sentenza.
– Ma mica vorrai paragonare un libero cittadino che usa la rete per ribellarsi ai potenti con chi usa il ueb per fare propaganda razzista.
– No, certo. Però il principio vale lo stesso.
– Che principio?
– Come che principio? Stai ancora dormendo? Quel discorso per cui “chi decide se è diffamazione?“. Vale anche qui, no? Chi decide cos’è razzismo?
– Be’, ma il razzismo è razzismo.
– E il tram è il tram.
– Non fare il pirla.
– Non faccio il pirla, ti pongo una questione importante. Ti ricordi di quella volta che sei andato in Messico e ài raccontato il viaggio sul tuo blog?
– Certo, ma non mi sembra che il racconto delle ferie sia razzismo!
– Però se ti ricordi bene avevi detto che sui tram di Monterrey c’era una puzza incredibile e ti domandavi se si lavavano in quella città.
– Ma l’ò detto così per ridere.
– Tu dici così. Ma se io fossi di Monterrey mi potrei anche offendere e denunciarti per razzismo. Cos’è questa storia per cui i messicani sono puzzoni?
– Ma no, il razzismo è quella cosa lì contro i ne…
– Contro i cosa?
– No niente.
– Forza finisci. Volevi dire contro i neri?
– Be’…
– A parte al fatto che si dice “diversamente pigmentati” e non neri. Razzista! E poi perché solo contro di loro? Pensa ai siti che predicano odio contro i WASP oppressori del popolo americano: non sono una razza anche loro? Anzi, ài razza e religione, due discriminazioni in una.
– Ma quelli sono bianchi e potenti. Quella è lotta sociale, non razzismo.
– C’è chi dice lo stesso degli ebrei. Gli ebrei sono bianchi e sono potenti. Dicono che combattere gli ebrei è lotta sociale contro i foteri occulti della finanza…
– Vedi, sempre a tirare fuori Hitler, che paragone scialbo.
– Macché Hitler. Io parlo dei tuoi amichetti che riempono pagine internet oggi, anno di grazia 2012 contro gli ebrei. Che facciamo, li oscuriamo?
– In effetti…
– Calma, non mi darai mica ragione adesso?
– No, è che il razzismo contro gli ebrei è una cosa seria, per carità…
– Vedi, ài paura di essere giudicato antisemita!
– Paura io, figurati…c’è la libertà di espressione, però bisogna evitare che l’antisemitismo… ricordi la strage di Tolosa?
– Ok, i siti antisemiti li oscuriamo. E quelli anti cattolici?
– Come scusa?
– Suvvia, ce ne sono un sacco.
– Fammi qualche esempio.
– Ma scusa, ài mai fatto un giro su internet? È tutto un pullulare di siti e commenti che denigrano il Papa, gente che scrive qui e là che i cristiani sono dei retrogradi ignoranti attaccati a tradizioni medievali… che facciamo, li chiudiamo quei siti?
– Che vuole dire, mica c’è l’anticattolicismo, tipo che uno prende il fucile e ammazza i cattolici.
– A dire il vero in Nigeria di cristiani ne ammazzano a mazzi tutte le Domeniche.
– Ora vieni a dirmi che in Nigeria quelli che ammazzano i cristiani si fanno influenzare dai blog anticlericali italiani!
– Ah, perché invece il tizio di Tolosa era solito leggere i siti antisemiti italiani? Quindi, seguendo la tua logica dovremmo chiudere tutti i siti anticlericali italiani. In effetti non è poi così male come legge…
– Vedi, sempre il solito, ti piace esagerare e trovare le situazioni assurde. Nella vita reale è chiaro cos’è razzismo e cosa è invece una libera critica.
– Ah già, e chi lo decide? Siamo sempre lì. Tutte le garanzie di cui parlavi che fine ànno fatto? Oh, io non te lo auguro, però metti che un messicano ti denuncia per razzismo a causa di quel post in cui dici che i messicani sono puzzoni. La polizia postale ti oscura il sito: va’ pure a dirgli che era satira, che facevi per ridere, o che descrivevi la pura realtà. Tu gli dici che non è razzismo, essi ti diranno che invece è razzismo e tu succhi. Sito oscurato senza sentenza.
– Ma no, queste cose non succedono, questo non è un bavaglio!
– E perché?
– Perché non è fatto con quell’intenzione. Mica l’à proposto Berlusconi.
– Ah, ecco.

 

 

– Però, sai cosa? Quel post sui messicani puzzoni lo modifico ugualmente. Così, giusto per star tranquilli.

10 Comments

  1. Alessia said:

    Geniale!

    17 Luglio 2012
  2. S said:

    LoL
    XD

    17 Luglio 2012
  3. Luca said:

    E io che credevo stessi per parlare male dei messicani…

    17 Luglio 2012
  4. Mostro34 (Pietro) said:

    Grande !

    17 Luglio 2012
  5. Bosk said:

    Standing ovation!

    17 Luglio 2012
  6. Lorenzo said:

    Pure io mi aspettavo un post contro i messicani^^

    18 Luglio 2012
  7. mattia said:

    Pure io mi aspettavo un post contro i messicani^^

    Ma oh? Vi sembro il tipo che scriverebbe una cosa del genere?

    18 Luglio 2012
  8. shevathas said:

    Ottimo articolo. Le strade per l’inferno sono lastricate di buone intenzioni.

    18 Luglio 2012
  9. Luca said:

    Il titolo mi ha tratto in inganno!

    18 Luglio 2012
  10. Jester said:

    Clap clap clap!!!

    19 Luglio 2012

Comments are closed.