Cimiteri di biciclette

Da qualche giorno mi sono trasferito nel nuovo appartamento. Piccolo, ma a un tiro di schioppo dal dipartimento, quindi bene.

Sotto il porticato del palazzo ci sono numerose biciclette parcheggiate, oltre al mio scuter.

Dopo qualche giorno di attenta osservazione mi sono accorto che almeno la metà delle biciclette è morta. Non che le biciclette abbiano una vita normalmente; dico che sono morte perché non sono più usate. Restano lì per settimane, mesi, forse anni. Le ruote si sgonfiano, la gomma dei copertoni si frammenta, le catene si arrugginiscono… Una bicicletta aveva la catena caduta, e considerando improbabile che la catena cada per i cazzi suoi con la bicicletta ferma, mi viene da pensare che sia stata abbandonata già con la catena caduta. O forse proprio per quello (rimetterla sulla ghiera probabilmente era un compito troppo ardito).

Eppure quelle biciclette morte, che attendono il loro destino di ossidazione, non le tocca nessuno. Restano lì, immobili, senza che alcuno osi metterci mano.
Magari perché se poi arriva il proprietario ti fa un culo così se gli tocchi la sua bicicletta, per quanto morta.

Il problema è che probabilmente è difficile disfarsi di una bicicletta, perché la procedura richiede qualche quintalata di moduli. O forse nemmeno c’è il posto dove disfarsi della bicicletta, che ne so.
Secondo me dovrebbero far dei comodi cimiteri di biciclette, e ripulire i marciapiedi e i parcheggi da queste carcasse.

Ecco.

4 Comments

  1. Bea said:

    Eh no, no, aspetta, dipende. Per esempio nel mio palazzo se ci sono biciclette inutilizzate da piu` di un tot (credo qualche mese) controllano con la telecamera quelle effettivamente inutilizzate e un bel giorno ti ritrovi un foglio con un limite di tempo su tutte le biciclette designate. Se qualcuno non la toglie o non avverte il proprietario che e`sua, la vengono a prendere entro la data stabilita.
    Ed e` gia` il secondo palazzo in cui abito che lo fa.
    Forse magari il palazzo dove abiti e` di quelli un po` dimessi, per studenti, magari un po`trascurato?
    Comunque una volta io l`ho abbandonata nel parcheggio di un centro commerciale (non era registrata a nome mio) perche` si`, credo che per farla portare via servano addirittura dei soldi.

    11 Ottobre 2011
  2. mattia said:

    Massì, ovvio che vivo in un palazzo di squattrinati.
    Comunque sono lì da una settimana. Tra qualche mese ti saprò dire che fine fatto quelle biciclette.
    Ormai le conosco a memoria…

    11 Ottobre 2011
  3. mattia said:

    Ad ogni modo, nel posto dove stavo prima c’era una bicicletta posteggiata da talmente tanto tempo che le erbacce erano entrate dal giardino e le erano cresciute attorno.

    11 Ottobre 2011
  4. Andrea said:

    succede anche a Padova 🙂 la rastrelliera della stazione dei treni aveva questo scopo, una specie di ‘cimitero’ per le biciclette: aspettavano che si riempisse per bene e poi ne portavano via un camion intero

    15 Ottobre 2011

Comments are closed.