Spam editoriale

Qualche giorno fa ho ricevuto un’email di spam che pubblicizzava una nota rivista.
Da dove avranno preso la mia email?
Basta leggere in fondo

Ricevi questo messaggio come iscritto alla Newsletter di  XXXXX

Io? E quando mai?
Allora vado sul sito di XXXXX e trovo che è un’azienda che si spaccia per fornitrice di avvincenti ed entusiasmanti sondaggi online. Dai, iscriviti anche tu!
Già, ma che vantaggio ne ho? Se compilo il sondaggio mi date una fornitura annuale di patelli per la mia gatta paraplegica?
No, non c’è nessun vantaggio. E anche i sondaggi sono solo due.
Però raccolgono la tua email, così… sai… solo per mandarti messaggi pubblicitari di imperdibili occasioni.

In pratica gente che fa mercimonio di indirizzi email, e per darsi un’aura di legalità si è inventata questa puttanata dei sondaggi.

Ovviamente non avevo mai dai il mio consenso a queste persone, perciò gli mando la richiesta via email di sapere quando avrei dato il mio assenso bla bla bla…

Non rispondono (e ci mancherebbe altro). E a questo punto potrei solo fare una cosa: mandare una raccomandata. Ma la sede di questo sito italianissimo dov’è?
Basta cercare nelle info e…. badasbam: per ogni comunicazione scrivere a XXXXX, via xxxxxx, INDIA.
Sì, hanno la sede legale in India (anche se l’email è stata inviata da un IP italiano…).

Vabbe’, morta lì direte voi.
Col pene. Perché poi questi simpaticoni oltre a non rispondermi iniziano a mandarmi email di spam giornalmente. Come se il fatto di aver scritto loro un’email li autorizzasse a iscrivermi nei loro dannati elenchi.

Questo per farvi capire di che gente stiamo parlando.

Ecco, magari ora vi domanderete che rivista si è rivolta a questa gente per pubblicizzare la propria pubblicazione.

Ebbene, si tratta di una nota rivista di una altrettanto nota associazione di consumatori.
Già, un’associazione di consumatori, che usa mezzucci spammatori. Magnifico.

E aggiungiamo anche questa alla lunga lista di motivi per cui le associazioni dei consumatori dovrebbero essere messe fuori legge e i loro rappresentanti usati come strofinacci per pulire i cessi.

One Comment

Comments are closed.