C’è qualcosa che non mi torna

Qui è già sera, e dopo una giornata passata a smadonnare sul saldatore la lucidità mentale non è molta. Quindi ho bisogno del vostro aiuto.
Ho letto che il nuovo quesito del referendum sul nucleare sarà questo:

«Volete che siano abrogati i commi 1 e 8 dell’articolo 5 del decreto legge 31/03/2011 n. 34 convertito con modificazioni dalla legge 26/05/2011 n.75 ?».

Ora, andiamo a prendere il decreto legge 34 del 2011 modificalo dalla legge 75 del 2011. L’art. 5, dopo le modifiche, risulterebbe questo:

L’articolo 5 e’ sostituito dal seguente:

«Art. 5. (Abrogazione di disposizioni relative alla realizzazione di nuovi impianti nucleari). –

comma 1

1. Al fine di acquisire ulteriori evidenze scientifiche, mediante il supporto dell’Agenzia per la sicurezza nucleare, sui profili relativi alla sicurezza nucleare, tenendo conto dello sviluppo tecnologico in tale settore e delle decisioni che saranno assunte a livello di Unione europea, non si procede alla definizione e attuazione del programma di localizzazione, realizzazione ed esercizio nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia elettrica nucleare.

comma 8

8. Entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dello sviluppo economico e del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, sentita la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano e acquisito il parere delle competenti Commissioni parlamentari, adotta la Strategia energetica nazionale, che individua le priorita’ e le misure necessarie al fine di garantire la sicurezza nella produzione di energia, la diversificazione delle fonti energetiche e delle aree geografiche di approvvigionamento, il miglioramento della competitivita’ del sistema energetico nazionale e lo sviluppo delle infrastrutture nella prospettiva del mercato interno europeo, l’incremento degli investimenti in ricerca e sviluppo nel settore energetico e la partecipazione ad accordi internazionali di cooperazione tecnologica, la sostenibilita’ ambientale nella produzione e negli usi dell’energia, anche ai fini della riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra, la valorizzazione e lo sviluppo di filiere industriali nazionali. Nella definizione della Strategia, il Consiglio dei Ministri tiene conto delle valutazioni effettuate a livello di Unione europea e a livello internazionale sulla sicurezza delle tecnologie disponibili, degli obiettivi fissati a livello di Unione europea e a livello internazionale in materia di cambiamenti climatici, delle indicazioni dell’Unione europea e degli organismi internazionali in materia di scenari energetici e ambientali».

Quindi: se vince il sì vengono abrogati questi due commi.
Il comma 1 è quello che introduce la moratoria sul nucleare. Quindi se vince il sì non c’è più la moratoria… e quindi si ritorna a costruire le centrali nucleari!!!
Paradossale: dovrebbe essere un refendum contro il nucleare, ma se vincesse il sì si dà il via libera al nucleare (perché si abrogra la moratoria).

Poi vabbe’, il comma 8 abroga delle cose di buon senso come finanziare la ricerca, e le fonti energetiche a bassa emissione di gas serra (sì, come il nucleare), e altre belle cose.

Ma fermiamoci al comma 1.

Oh, se non ho quale porta NOT infilzata da qualche parte, ripeto il discorso:

volete voi abrogare il comma 1 dell’art. 5 del decreto salcazzo? Se vince il sì, il comma 1 scompare, ma il comma 1 prevede il fatto che “NON si procede a fare le centrali”. Quindi scompare lo stop alle centrali. Quindi si vince il sì si fanno le centrali.

Per riassumere:
Se sei CONTRO il nucleare voti NO (perché NON vuoi abrogare la moratoria)
Se sei A FAVORE del nucleare voti (perché vuoi abrogare la moratoria e tornare a fare le centrali)

Dov’è che sbaglio? Qualcuno me lo dica.

 

 

55 Comments

  1. mamoru said:

    Quoto!

    Spacciare il testo proposto come referendum contro il nucleare lo puo’ fare solo un giudice in malafede o un idiota (termine corretto?).

    Il referendum non era semplicemente da farsi in queste condizioni, invece la monarc.. ehm magistratura ha deciso di mettere in bocca ai cittadini un quesito scritto male, con effetti collaterali idioti e soprattutto non appoggiato da una raccolta firme….

    PS Che poi le centrali non si fanno per la “produzione di energia nucleare”, ma energia elettrica dall’energia termica sviluppata mediante reazioni nucleari, tante’ che poi si dice anche (correttamente) “energia elettrica nucleare”, ma queste per i giuristi son finezze.

    4 giugno 2011
    Reply
  2. Eros said:

    No, aspetta.
    La moratoria proposta prevede un anno di pausa.
    Se tu VOTI SI, abolisci la moratoria. Ovvero, se viene abolita questa norma,
    non rimane alcuna legge o norma che prevede la costruzione della centrale nucleare.

    Se voti NO, la moratoria rimane, ma tra un anno i lavori sul nucleare riprenderanno.

    Almeno così la intendo io. Se noi aboliamo la legge, torniamo alla situazione antecedente le leggi sul nucleare.

    5 giugno 2011
    Reply
  3. mattia said:

    No, la moratoria è nell’attesa di “acquisire ulteriori evidenze scientifiche”. Non di un anno.
    Il termine di un anno è per pianificare la strategia energetica nazionale, non per tornare alla legge precedente.

    Se noi aboliamo la legge, torniamo alla situazione antecedente le leggi sul nucleare.

    Se tu abolisci quei due commi abolisci l’obbligo per il governo di stabilire un piano energetico nazionale e di aumentare gli investimenti nella ricerca su fonto di energia a bassa emissione di gas serra. Evviva.

    6 giugno 2011
    Reply
  4. mattia said:

    esattamente quello che scrivo qui sopra…

    6 giugno 2011
    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota sui biscottini: questo sito usa solo i biscottini di base di Wordpress per il funzionamento del sito. Non usa biscottini per memorizzare vostri dati personali, anche perché non me ne frega niente. Pensate che non vengono nemmeno fatte le statistiche sugli accessi di questo sito. Non ci sono nemmeno i pulsanti per mettere apprezzamenti sul feisbuc, il tuitter o altre reti sociali. Ciao.