Isole greche

A Settembre andrò in Grecia, sull’isola di Kos, per una conferenza.
Ne approfitterò per fare qualche giro sulle isole greche prima di arrivare a Kos. Il mio piano è quello di arrivare ad Atene e poi passare 3-4 giorni d’isola in isola avvicinandomi a Kos.
Come al solito ne approfitto per chiedere consigli sui posti migliori e quelli da evitare.
Tenete presente che il mio scopo è quello di andare nei posti che non siano proprio pieni di turisti.
Piuttosto preferisco isole dove uno può farsi un po’ di cazzi suoi.
Sono tutt’orecchi.

10 Comments

  1. SirDiC said:

    Potresti andare a Lesbo, vedrai che non ti caga nessuna. 😉

    21 Maggio 2011
  2. Valeria said:

    Avevo scritto un papiro di commento ma il collegamento ha deciso di abbandonarmi a metà mentre spingevo submit comment….(magari riesci a recuperarlo).
    Cmq: a Kos ci vado martedì.
    Consiglio Santorini, Mykonos e Naxos. Prezzi abbordabili, anche nelle isole famose c’è sempre posto per caletta deserta (specie in settembre). Santorini è uno dei posti più belli che io abbia visto in tutto il mondo (e ho viaggiato mica poco).

    21 Maggio 2011
  3. Valeria said:

    Siccome a volte faccio delle cose nerd, come scrivermi i nomi dei posti dove sono stata con relativo commento e costi, ho recuperato il file Cicladi e alcuni miei commenti a riguardo. Non farei troppo affidamento sui numeri di telefono che magari sono cambiati, boh.

    Atene: Student & Travellers’ Inn (ostello) a Plaka, comodissimo per tutto si va a piedi ovunque via Kydathineon 16 tel. 21032 44808 consolas@hol.gr € 25,- /pax (mi ricordo che questo ostello era in un posto super strategico e strada pedonale con molti locali, divertente).
    Per le isole puoi andare in posti a caso, le pensioni sono generalmente pulite e costano pochissimo (per esempio ho prenotato per la prima notte a Kos un hotel in cui una camera doppia costa 17 euro).

    Dalle mie note su cosa vedere (scusa la de-formattazione):
    COSA VEDERE
    SANTORINI Tour in barca della Caldera ,Hot Springs,Thirasia,Oia,Thira,Pyrgos,Red Beach
    NAXOS Villaggi del centro dell’isola (Filotini. Moni, ecc.), tempio di Demetra.
    PAROS Antiparos, l’isola adiacente, molto bella e selvaggia, con pochi turisti
    MYKONOS Chiesa di Panaria Paraportiani ,dietro il porto vecchio
    Quartieri “Piccola Venezia” e “Alefkandra”
    Delos: una delle cose più belle del viaggio
    ATENE Partenone. Il quartiere di Plaka e i dintorni della Acropoli. Il Museo Archeologico è chiuso fino ad aprile 2004

    NB: la Caldera di Santorini e in generale questa incredibile visione del cono vulcanico sprofondato vale il viaggio. L’isola di Delos è una specie di Pompei dell’antica Grecia, notevolissima (a 30′ da Mykonos)

    21 Maggio 2011
  4. Valeria said:

    Prezzi del 2003

    21 Maggio 2011
  5. Gianluigi said:

    Kos è (era?) l’isola greca meno italianizzata. Ora è raggiunta da ryanair e quindi temo. Comunque, tanto turismo dal nord europa, soprattutto Olanda. Kos Town, la capitale, e’ turisticissima e di culturale c’è solo il tempio di ippocrate. Noi eravamo a Tigaki, dove di interessante c’è una vecchia salina (da non fare col quad alle 2 di notte, la crosta ha una brutta tendenza a rompersi lasciando impantanato il malcapitato). Da lì la Turchia e’ a due passi, puoi fare un’escursione in una mezz’oretta. Poi mi pare che a Kefalos, altra parte dell’isola, c’e’ una splendida psiaggia con dei ruderi greci e un’isoletta di fronte raggiungibile a nuoto, con bella chiesetta dalla cupola blu.

    23 Maggio 2011
  6. Lohana said:

    Non so se ti è piaciuto il film: personalmente andrei a Castelrosso (o Kastellorizo) a vedere i posti dove hanno girato “Mediterraneo”.
    Più lo riguardo, più resto incantata da quell’isola.

    23 Maggio 2011
  7. vale said:

    e se invece vai a Creta? attenzione però, parlo solo della parte ovest quella poco turistica e senza finte rovine di Cnosso!

    Potresti arrivare a Chania (in traghetto), noleggi una macchina, ti fai la costa nord verso ovest. Prendi il traghettino e vai a vederti la fortezza veneziana di Gramvousa che si trova proprio all’estremo nord dell’omonima penisoletta. torni, riprendi la macchina, scendi lungo la costa verso sud, vai a Elafonissi, paradiso “caraibico” incontaminato. Riprendi verso l’interno e poi ridiscendi verso la costa, fino a Paleochora, paesino incantevole di pescatori. Non ci sono hotel ma solo affittacamere e quindi è completamente fuori dalle rotte turistiche. Poi risali verso nord e torni a Chania, riprendi la strada della costa nord però verso est fino ad Retimno, visiti la cittadina turco-veneziana e riparti in traghetto (sicuramente fino a Santorini, poi prosegui per Kos). Così ti sei visto qualcosa di più organico di una semplice isoletta sperduta. 🙂

    24 Maggio 2011
  8. mattia said:

    questo mi sembra interessante…

    24 Maggio 2011
  9. Valeria said:

    Considerazioni di ritorno (ieri) da Kos: prima di tutto verifica gli orari dei traghetti sul sito ferries.gr o gtp.gr perchè non tutte le isole sono collegate tutti i giorni e a volte i collegamenti sono strambi.
    A proposito di Kos: è un’isola relativamente grande, con una presenza militare ingombrante dovuta alla vicinanza con la Turchia. Al centro si trova un altopiano con degli interessanti canyon (mio marito è stato da poco operato ai legamenti ed eventuali trekking erano esclusi a priori, però devono esserci bei percorsi).
    Kos town è una cittadina turistica di medio interesse, c’è il porto e un lungomare carino, c’è il famoso platano di Ippocrate ma il resto dei monumenti greci e romani versa in uno stato di abbandono vergognoso (detto da me che sono italiana, non voglio pensare a che cosa diranno i tedeschi o gli inglesi). A pochi km si trova l’Asklepion di Ippocrate, il primo ospedale della storia (questa area invece è quantomeno decente).
    Nella zona nord si trova una spiaggia nera con acque termali (Therma Beach, da visitarsi in giornata non troppo calda), sarebbe bella ma è piena di detriti e immondezze varie (come del resto tutta l’isola, ci lamentiamo sempre dell’Italia ma a Kos in quanto a immondezzaio non li batte nessuno).
    Sull’altro lato a nord c’è Tingaki dove a mio parere c’è la spiaggia migliore di Kos (sabbia bianca, mare cristallino, ampia possibilità di spiaggia libera oppure uno sdraio + 2 lettini euro 5/giorno). A sud c’è una bella spiaggia vicino a Kefalos, Agios Stefanos, con adiacente isoletta che si raggiunge facilmente a nuoto. Se alla conferenza seduci una conferenziera e vuoi fare colpo ti consiglio 3 punti notevoli:
    – Ampeli Taverna: notevolissima taverna sita in un vigneto, la prima volta che ci siamo andati c’era la ‘zdora che faceva i dolmades (foglie d vite ripiene) a mano in cortile, prezzi onestissimi e atmosfera favolosa. A 2km da Tingaki verso Kos (non sulla main road, sulla strada lungomare);
    – Limionas: angolino nel sudovest, un piccolo porto, una baietta e un ristorantino romantico da cui si vede un favoloso tramonto;
    – Agios Theologos: altro posto a sudovest con stupendo tramonto e ristorante ad hoc.
    I prezzi dei ristoranti sono ovunque onestissimi (da Ampeli abbiamo fatto fatica a spendere 25 euro in 2 mangiano antipasti, 2 piatti principali e vino della casa).

    1 Giugno 2011
  10. mattia said:

    già il problema dei traghetti non è indifferente. Ho speso una mezza giornata a fare il programma per far combaciare le date.
    Alla fine ho dovuto fare Atene-syros-patmos-kos…

    1 Giugno 2011

Comments are closed.