Hanno capito tutto

A me piace vedere i diattiti politici in televisione, tipo Ballarò. Non tanto per quello che dicono, ma perché mi piace vedere tipo la Brambilla che fa le figure di merda, cose così.

Ecco, la Rai ha la bella idea di fornire le puntate dei suoi programmi sul suo sito (che così le guardiamo anche noi che siamo all’estero) tramite Silverlight, un accrocchio che è quasi impossibile da far girare su Linux. E non è mica colpa di Linux, ché le altre tecnologie per fare streaming di filmati/audio funzionano a menadito (a proposito, perché si dice a menadito? mi vengono in mente solo cose sconce).

Allora ogni  volta che voglio vedere le figure di merda della Brambilla a Ballarò devo andare su Youtube, e vedermi la puntata divisa in parti da 10 minuti l’una e caricate sul tubo da qualcuno (che non è la Rai).
A parte allo sbattimento di dover guardare spezzone dopo spezzone (scomodo), ma io su Youtube mi sorbisco la pubblicità, io cui proventi vanno una fetta a YouTube e una fetta a chi carica i filmati.

Come perdere, da pirla, una fonte di pubblicità.

Piesse: a Mediaset, dopo qualche anno di cambiamenti, hanno finalmente raggiunto un sistema in flash in cui prima di vedere il filmato ti sorbisci dai 15 ai 45 secondi di reclame. Facile, semplice, funziona anche su Linux (è in flash), e con una minima spesa (un tizio che in pochi istanti carica i filmati) possono vendere spazi pubblicitari che vengono visti a ripetizione ogni volta che guardi un filmato. Ci vuole tanto?

5 Comments

  1. Antonio said:

    io ho lo stesso problema. Per dirla meglio, la versione di Silverlight che ho io è incompatibile con quella che serve per guardare la tv ed i filmati sul sito della Rai (dovrebbe andare su Osx Leopard, io ho il Tiger e non va). Alla Macromedia gliene hanno dette di tutti i colori, certo Silverlight non è la risposta ai problemi della gestione dei filmati flash…

    8 Ottobre 2010
  2. Diego said:

    Non so se funziona ancora, ma volendo c’è http://vcast.it/ che è (tra le altre cose) una specie di videoregistratore on line.
    Ti registri, dichiari di essere in regola con l’abbonamento RAI, scegli canale, ora inizio e ora fine e quando è pronta la registrazione ti arriva la notifica.

    Certo, devi saperlo prima, ma meglio di youtube 10 minuti alla volta.

    Poi, vabbè, meglio ancora sarebbe non sapere quello che dicono in TV, ma se uno vuole farsi del male è libero di farlo 😀

    8 Ottobre 2010
  3. Turz said:

    Ogni tanto cambiano impostazioni (sembra che lo facciano apposta) ma per ora c’è questo script con queste istruzioni.

    13 Ottobre 2010
  4. mattia said:

    quello è per le dirette, non per i podcast dei programmi.
    ma in generale, sì, lo so che posso arrivarci a vederli, smanettando un po’.
    Ma non ho voglia di perdere tempo in qualcosa di assulatamente inutile perché in rai non capiscono un fatto tecnico di una banalità impressionante.

    13 Ottobre 2010

Comments are closed.