Costo della vita in Giappone #1

Quando stavo per preparare a mia venuta in Giappone mi dicevano tutti che guarda che il costo della vita là è alto! nemmeno ci avessero vissuto per anni. Ti dicono che il costo della via è alto a priori forse perché lo vedono come un paese moderno.

Anche io pensavo  lo stesso di New York, prima di andarci. Poi mi sono accorto che per molte cose è molto più economico di Milano.

Allora ho deciso di aprire una serie di post in cui, telegraficamente, riporterò il costo di alcune cose in Giappone.
Senza nessuna pretesa di statisticità, perché i lavori fatti sul costo della vita si fanno con una metodologia che ovviamente non posso seguire. Però penso sia utile buttar giù qualche numero ogni tanto.

Tenete presente che  sul costo della vita influiscono molte cose che spesso sono difficili da valutare per una persona arrivata da poco. Perché tu puoi anche spendere qualcosina in meno sul dentifricio ma se poi l’assicurazione dell macchina è un salasso, alla fine il costo della vita è più alto.

Ad ogni modo, ecco alcune cose che mi vengono in mente
(il prezzo è in YEN, dividete per 110 per avere il costo in euro)

Bottiglia da mezzo litro di coca cola all’aeroporto: 150
Bottiglia da mezzo litro di acqua nei distributori automatici della città: 100
Pasto alla mensa dell’Università: 410
Adattatore per la presa di corrente: 330
Corsa del taxi dalla stazione di chihaya a dove abito (tragitto che a piedi – tagliando- è di circa 2 km, quindi in macchina saranno stati 3 km): 700, con 550 di fisso che ti dura molto e solo dopo un bel po’ inizia a salire.
Biglietto del bus: 100
Biglietto della metro: dipende dalla distanza, ma è sensibilmente maggiore, esempio: tra l’aeroporto e la stazione centrale di Hakata sono 250
Pezzo di salmone da 141g: 335

4 Comments

  1. Turz said:

    Attendo la voce “Affitto”.

    Fermo restando che Fukuoka non è ai livelli di Tokyo.

    27 Settembre 2010
  2. mattia said:

    L’affitto è difficile da dire. Si dovrebbe fare una guida, perché ovviamente varia da zona a zona.
    Io sono in un alloggio dell’Università, quindi molto più economico, quindi.
    Ma per quello che ho visto dai cartelli fuori dalle agenzie non mi sembrano prezzi esagerati. Certo, bisogna anche capire quanto siano rappresentativi tali cartelli. Per questo dico che è dura dare una visione significativa della situazione.

    27 Settembre 2010
  3. Simone said:

    Bel blog, complimenti. Mi hai strappato più di un sorriso.
    Dato che forse a marzo partirò per la Kyushu University per starci sei mesi, trovo questo articolo sul costo delle cose molto utile, almeno sfata un pregiudizio sull’insostenibilità economica del Giappone.

    19 Ottobre 2010
  4. mattia said:

    Dopo quasi un mese che sono qua posso dirti che le cose che costano molto sono il trasporto pubblico, la cultura, la frutta.
    I 100 yen che scrivevo qua infatti sono la tariffa base, ma se appena fai qualche fermata in più la tariffa lievi vertiginosamente.
    Allora ci si compra una bicicletta e si risolve il problema.
    Per quanto riguarda la cultura, rimpiango Praga, dove con 5 o 6 Euro ti ascoltavi un concerto di musicisti coi controcazzi.
    Qua si parte dai 30 euro, fanculo.

    19 Ottobre 2010

Comments are closed.