Preparativi in corso

In questi giorni sono stato estremamente occupato con i preparativi per il Giappone.
Oltre a leggermi tutte le scartoffie, ho dovuto sbrigare urgenti pratiche, specialmente in merito all’immigrazione (parola che a delle persone che vivono nella parte di mondo ricco fa senso, quasi che l’immigrazione sia una parola solo da usare quando quelli poveri e scuri cercano di entrare illegalmente in un paese ricco).
Per fortuna dall’altra parte ho trovato persone che mi stanno aiutando (per avere il visto serve un certificato che ti deve fare il tuo contatto giapponese all’ufficio immigrazione in Giappone per poi spedirtelo). Ci si scambiano le email velocissimi: tu scrivi e dopo cinque minuti ricevi la risposta.
L’unico problema è il fuso orario, perciò queste comunicazioni si concentrano tra le 6 e le 9 di mattina.

Una cosa importate che ho poi fatto sono le foto tessera. Direi quasi fondamentale, più che importante. Infatti quando immigri ti servono un sacco di foto tessera, sia per le cose ufficiali (visto, permesso di soggiorno, tesserino università…) sia per quelle di vita quotidiana (abbonamento metro, tessera del club dei tiratori al piattello…).
Siccome sono un inguaribile tirchio, da anni (almeno dal 2004) ho adottato un metodo fenomenale: mi faccio la foto a casa (che tanto una qualsiasi fotocamera va benissimo), e poi compondo un’immagine 10×15 cm in gimp con tante copie della mia allegra faccia. Poi vado in un negozio dove si stampano le foto, tiro fuori la chiavetta USB e in tre minuti ho in mano tante belle copie della mia foto tessera a un prezzo ridicolo: in una 10×15 – circa 0,50 Euro – ce ne fai stare anche 8 di foto tessera, quindi il classico cartoncino da 4 foto tessera che ti dà la macchinetta ti viene a costare 25 centesimi di Euro. Eh! Ok, c’è lo sbattimento del tagliarsele, ma il risparmio è enorme.

Poi ho comprato un valigione per portare i miei effetti personali in Giappone. Cento litri (più qundici) di volume, almeno così c’è scritto sull’etichetta. Vedremo quanta roba ci starà dentro.

E per finire ho trovato un insegnante di Giapponese per i primi rudimenti della lingua. Vedremo come va…

3 Comments

  1. Qwert Yuiop said:

    頑張れ~! ^o^/

    15 Agosto 2010
    Reply
  2. Turz said:

    Siccome sono un inguaribile tirchio, da anni (almeno dal 2004) ho adottato un metodo fenomenale: mi faccio la foto a casa (che tanto una qualsiasi fotocamera va benissimo), e poi compondo un’immagine 10×15 cm in gimp con tante copie della mia allegra faccia. Poi vado in un negozio dove si stampano le foto, tiro fuori la chiavetta USB e in tre minuti ho in mano tante belle copie della mia foto tessera a un prezzo ridicolo

    Ottima idea, la riciclerò!

    Un ulteriore vantaggio di questo metodo (per i tipi esigenti) è che si possono fare tentativi illimitati e ispezionarli per un tempo illimitato.

    16 Agosto 2010
    Reply
  3. mattia said:

    Esattamente. Fai tutte le foto che vuoi fino a che non esci con la faccia che dici tu

    16 Agosto 2010
    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota sui biscottini: questo sito usa solo i biscottini di base di Wordpress per il funzionamento del sito. Non usa biscottini per memorizzare vostri dati personali, anche perché non me ne frega niente. Pensate che non vengono nemmeno fatte le statistiche sugli accessi di questo sito. Non ci sono nemmeno i pulsanti per mettere apprezzamenti sul feisbuc, il tuitter o altre reti sociali. Ciao.