Dieci anni di grafica web buttati nel cesso

Semplicemente indecente che nel 2010 l’home page di un quotidiano si presenti così.
Due scrollate di rotella per arrivare a delle notizie.

Qualcuno mandi a un corso di grafica il tizio che ha fatto il sito de Il Fatto Quotidiano.

11 Comments

  1. Diego said:

    lol
    Non si tratta di incompetenza, di sicuro hanno pagato fior di quattrini per il sito. Il fatto è un altro: a loro non interessa informare, a loro interessa attaccare, in modo da assicurarsi un buon numero di lettori! 😉

    28 Giugno 2010
  2. mattia said:

    no, ma guarda che a me non me ne frega niente in questo contesto di quali sono i loro scopi. Anche se sei un accanito oppositore di berlusconi, una home page così ti fa girare le palle.
    Perché fa un titolo enorme per un’inchiesta.
    Un titolo/foto che copre tutto lo schermo come questo lo fai per eventi storici, tipo l’11/9, non per un’inchiesta.

    28 Giugno 2010
  3. Emiliano said:

    Intanto il corriere della sera, la repubblica, il giornale, la padania, il sole 24 ore e altri giornali che ho controllato in rete non mettono in risalto, ed in alcuni casi non si trova, la notizia che oggi ci sara’ il giudizio di appello per Dell’Utri. Sara’ brutto da vedere, attacchera’ a priori… ma ho il diritto di sapere qualche cosa dei fatti sporchi di casa mia.

    29 Giugno 2010
  4. mattia said:

    Sì, ma la notizia che oggi ci sarà la sentenza d’appello per Dell’Utri è una non notizia. Diventa notizia quando arriva la sentenza.
    Cosa mi aggiunge sapere che sarà oggi tra le 9.30 e le 10.00 se non so il contenuto? Ditemi il conenuto quando arriva e amen.
    Non è che sto lì dalle 9.30 alle 10.00 a refreshare il sito del quotidiano per sapere come è andata a finire.
    Se anche so della sentanza il pomeriggio non casca il mondo.

    29 Giugno 2010
  5. Emiliano said:

    Beh, adesso non trovo piu’ l’articolo precedente. La notizia non era solo del tipo oggi dalle 9.30 alle 10.00 si sapra’ l’esito. Era un riassunto della situazione, cosi’ da dare al lettore la possibilita’ di capire poi l’articolo sulla sentenza.

    29 Giugno 2010
  6. mattia said:

    però hai visto che adesso la notizia campeggia su tutte le home page dei quotidiani?
    Secondo me è solo una questione del “main topic” del giornale.
    Sul solee 24 ore probabilmente scrivo il giorno prima una notizia sull’atteso taglio dei tassi d’interesse. Su gli altri giornali lo scrivono quando accade.
    Se uno legge il fatto perché è appassionato di cronaca giudiziaria, ci sta. Se uno è un lettore generalista, lo legge stamattina.
    E poi, scusa, prima c’era la morte di Taricone.
    Non vorrai mica dire che un senatore condannato in appello per concorso esterno in associazione mafiosa è più importante di uno del GF che è morto.

    29 Giugno 2010
  7. Chrisix said:

    Senza offesa ma non è che il tuo brilli per originalità grafica 🙂

    29 Giugno 2010
  8. mattia said:

    Io non sono un sito di un quotidiano nazionale. Sono un blog, ed il blog è per definizione minimalista. Ci si leggono cose sequenziali.
    Il giornale deve presentarti le notizie insieme.
    Due scopi diversi.

    29 Giugno 2010
  9. Chrisix said:

    Non sono convinto che lo scopo de il fatto Quotidiano sia molto diverso da quello di “BloG più”.

    Prova stilisticamente ad ingraziarsi i frequentatori di blog. Come me e te, no?

    E ne imita il taglio. Il minimal non è esclusivo dei blog.

    29 Giugno 2010
  10. mattia said:

    scelta legittima.
    solo che poi si spaccia per quotidiano, e un lettore si sente confuso: “sto leggendo un blog o un quotidiano”?

    29 Giugno 2010
  11. Chrisix said:

    Credo che la linea di demarcazione sarà sempre meno netta.

    29 Giugno 2010

Comments are closed.