Lo spam e l’allegato da 1,7 MB

Ieri hanno pubblicato un mio commento su italians.
Con la stitica risposta di Severgnini, che se avesse alzato il telefono e fatto quella domanda (riportandone la risposta) magari avrebbe fatto quella strana cosa chiamata giornalismo.

Ma al di là di questo, come al solito mi sta arrivando la valanga di spam di persone che usano gli indirizzi pubblicati su italians per mandarti le loro masturbazioni mentali, anche se non c’entrano una mazza con l’argomento di cui parli nella lettera.

Questo merita di essere citato (i grassetti sono miei):

Gentile Mattia Butta buongiorno,
dato il suo interesse per la cultura innovativa e partecipativa (eh? dove?), le ho inviato  in allegato la sudatissima (uella peppa!) opera riguardante il giornalismo partecipativo e le  ultime attualità del mondo della cultura nazionale e internazionale (e a me che me ne frega?). Nel libro  vengono trattati temi riguardanti il giornalismo, i libri, la scienza, il web,  l’economia, ecc. (fammi capire, hai riscritto l’enciclopedia?) L’opera è quindi molto adatta per orientare i ragazzi che  devono fare la scelta universitaria (l’ho anche già finita l’università da 5 anni) e per aiutare chi deve decidere l’argomento  della tesi (anche quella l’ho fatta, stampata e discussa) e gli studi post-universitari (e fra un paio di mesi finisco anche il PhD, quindi nulla che mi possa interessare).

Inoltre la invito a scrivere anche su ***********.

Il precedente libro “************” ha riscosso un buon successo nel Web, alla Radio (RadioMonteCarlo e Radio 101) e in TV,
su “RaiNews24”, su RAI TRE (in “Cominciamo bene estate” con Michele   Mirabella) e su Odeon TV. Si può verificare direttamente online digitando il  titolo del libro o il mio nome e cognome. (e vabbe’, facciamo la gara? il mio libro  l’ho presentato a tre metri sopra il cepu. ho vinto io)

Anche “**********i” ha già ottenuto in poche settimane molta visibilità nel Web. Può trovare ulteriori informazioni su questi siti:
Booksblog.it, Segretidipulcinella.it, Liberalcafe.it, Vocescuola.it, Scuolaeweb.it, ProgettoBabele.it, Controluce.it, ItaloEuropeo.it, JulieNews.it, Politicamentecorretto.com, VocedItalia.it, Scrigno.netsons.org, Graphe.it,
Culturaeculturenews.com, Unonotizie.it, Babylonbus.org, IlRecensore.com,   Libreidee.org, CitizenJournalist.it, Atuttascuola.it, Mondoeditoriale.com, ecc. (ma che sono, domini che si è aperto apposta per far finta che qualcuno si interessi della sua nuova enciclopedia?)

Moltissimi articoli sono facilmente consultabili online sul sito ***** e vengono pubblicati nuovi articoli ogni settimana (questa cosa che dice che aggiungono cose nuove ogni settimana mi ricorda qualcosa…:D). La visione è completamente gratuita.

Grazie per l’attenzione, buon lavoro e buona lettura!

***nome*** ***cognome***

In allegato il suo libro il pdf da 1,7 MB. Ripeto 1,7 MB, porca troia.

Al che gli rispondo

Egr. Sig. ****,

mi potrebbe cortesemente dire da cosa ha dedotto che io abbia un qualsivoglia interesse per la cultura innovativa e partecipativa?
L’ho forse scritto per sbaglio da qualche parte?
No, lo chiedo perché sono un orgoglioso individualista e borioso egocentrico, quindi concepisco solo il fatto che io diffondo il mio pensiero e gli altri ascoltano.
Un po’ di saluti,

Mattia Butta

P.S. “Gentile” si usa per le signore. Io sono un uomo, quindi mi si scrive “Egregio”. Ecco.

La sua risposta

Infatti il suo egocentrismo non le ha fatto capire che l’Italians del titolo era riferito al suo contributo a Severgnini e al suo progetto pionieristico di giornalismo partecipativo…

Non mi risulta che gentile sia riferito alle donne, ma forse lei è un po’ all’antica…. Le formule più amichevoli e moderne non fanno per lei…

Reciti pure la parte del duro…

Comunque sempre meglio un tipo originale come lei, invece dei soliti consumatori zozzerie mediatiche…

Finiamola qui e buone cose

***nome*** ***cognome***

Fin troppo gentile sono stato a non dargli dello spammatore malefico. E lui si incazza pure, invece di scusarsi. Allora gli scrivo:

Egr. Sig. *******,

certo che ho visto il riferimento ad italians, e proprio per questo non capivo cosa potesse c’entrare il giornalismo. Dico, il giornalismo con Severgnini, che diamine c’entra?

Per inciso, se avessi voluto fare il duro le avrei scritto che la prossima volta che si permette di mandarmi un messaggio email (non rischiesto e OT) con un allegato da 1,7 MB le pianto un paletto su per il culo, con il cortese invito a imparare un po’ di
netiquette.

Saluti q.b.,

Mattia Butta