La mezza di Praga 2010

Domani mezza maratona a Praga.
Innanzitutto una conferma per i miei numerosissimi fan: la corro.
Sarò anche io alle 12 al Rodolfinum al nastro di partenza (oddio che espressione oscena da giornale di provincia, anche perché non esiste alcun nastro, e soprattutto perché io – col numero 2152 partirò giusto un zic più dietro).

Sono più di tre mesi che non mi alleno, dopo  l’infortunio dello scorso Dicembre. La scorsa settimana ho fatto qualcosa, poi mi sono fermato per penuria di tempo (sto piastellando la mia cameretta). C’è di buono che anche portare al terzo piano le piastrelle o i sacchi di colla è un buon esercizio fisico. E star giù sgobbati per ore fa più di molto stretching.

Come andrà? Non lo so: il piede ogni tanto fa ancora le bizze. La distanza non è molta, ma se non la fai da tre mesi può pesare. Diciamo che già finirla senza trascinarmi fino alla fine sarà una vittoria.

Diciamo che meno di due ore non le faccio, nemmeno segnandomi con un gomito. Quindi se volete venire a vedermi potete giungere al Rodolfinum  verso le 14.00.

Ma allora perché la corro? Per il contorno. Oggi sono andato a ritirare il pettorale: mi è venuta in mente l’atmosfera del pre-gara. Il mio nome sullo schermo alla registrazione, i camion della Ceska Televize, la gente che chiacchera, il conquistarsi degli spazi riservati alle macchine, il tappeto blu dell’arrivo che ti fa sentire un atleta vero di quelli che vedi alla tv, la fibrillazione della partenza…

Ah, nota per i milanesi: è da una settimana che strombazzano in metrò e sui pannelli a messaggio variabile sulle strade che sabato ci sarà casino alla viabilità per via della mezza. Ecco.

Piesse: quest’anno hanno invertito il percorso, salcazzo perché.

Piesse 2: finalmente hanno eliminato il chip dal pettorale e hanno messo una tag rfid usa e getta. Così che dopo 21 km non devi stare in fila 10 minuti per restituire il chip e prendere il deposito. Alla mezza di Pardubice lo fecero già due anni fa.

One Comment

  1. antonio said:

    dai Mattia!!! Occhio però a non sforzare troppo il piede!!!!

    26 Marzo 2010

Comments are closed.