Classi, bambini stranieri e giornalisti

Non so, delle volte mi sembra proprio di non capire il senso del discorso. Forse duro di comprendonio io.

Voglio dire, lo scorso Ottobre propongono di fare delle classi tutte piene zeppe di studenti stranieri.
E giornalisti criticano, perché per fare in modo che imparino l’italiano i bimbi stranieri è meglio mescolarli con gli italiani.

Adesso la Gelmini propone l’esatto opposto, cioè di mettere un po’ di bambini stranieri in ogni classe, così si mescolano con gli italiani e imparano l’italiano. Che poi è proprio quello che dicevano i giornalisti, quando criticavano a Ottobre.
Però criticano anche adesso, perché dicono che il tetto del 30% di studenti stranieri in una classe è razzista.

Sono solo io quello che vede un po’ di schizofrenia in questi giornalisti?

Mi ricordano quelli che si lamentano perché non scopano mai, però poi quando trovano una che gliela pianta dopo 3 minuti, si tirano indietro perché “così è troppo semplice, io voglio conquistarle“.

PIESSE: Giusto per fare qualche esempio di gente che si lamentava prima per la proposta A e si lamenta adesso per la proposta NOT(A).

3 Comments

  1. Alessandro said:

    Certo: lamentarsi dei lager, e poi avere da dire anche sull’olio di ricino: proprio una cosa da piagnoni.

    11 Gennaio 2010
  2. mattia said:

    Caro Gilioli, qui non si parla di fare una cosa brutta o una meno brutta.

    Si tratta di fare una cosa (tutti stranieri in una classe) oppure il suo opposto (al massimo un tot di stranieri).

    P.S. Forse è un problema di come si appellano le cose?

    Cioè, se dico “Disposizione per mescolare quanto più possibile gli studenti stranieri con gli italiani al fine di non fare classi ghetto” va bene.

    Se invece dico “Disposizione per evitare che ci siano troppi stranieri in classe a rallentare il lavoro degli italiani” va male.

    Liberi di commentare i nomi e le intenzioni, però io vorrei un commento sui fatti.

    11 Gennaio 2010
  3. mattia said:

    Ah, dimenticavo, appellarsi alla legge di Godwin al primo commento non vale.
    Proprio no.

    11 Gennaio 2010

Comments are closed.