Mtr: a guardar le stelle.

Settimana un po’ strana per gli allenamenti, quella appena trascorsa. Quasi tutto il lavoro è stato concentrato nella seconda parte della settimana visto che per un motivo o per l’altro fino a Mercoledì non sono riuscito a combinare niente. Un giorno piove, l’altro ti invitano a cena, l’altro ancora ti invitano a bere una birra, e tu non puoi dire di no.

Capita quindi che Mercoledì sera sono andato a correre dopo aver bevuto due birre, accompagnate da un hermelin con degli amici. Ho fatto 3,5 km, da casa mia al parco di Ladronka; il passo era buono, ma qualcosa non andava. Arrivato a metà del parco sono crollato come i coniglietti nella pubblicità della duracell (quelli che usavano le altre pile ovviamente). Inutile proseguire, le due birre con l’hermelin sono state fatali. Mi sono quindi sdraiato nel parco, buio e avvolto nel tepore di questo fine Novembre insolitamente caldo (un toccasana per gli allenamenti). Mi sono sdraiato a guardare le stelle. Bello.

Il giorno seguente, Giovedì, ci ho riprovato e ho fatto un buon 11,8 km a 5’41” (putroppo ho fatto un pasticcio coi file e ho perso i dati). La cosa notevole è che il passo è stato estremamente costante, un grafico piatto, che significa che era l’andatura adatta per quell’allenamento.
Sabato un altro allenamento all’obora Hvezda da 10,3 km a 5’39”, di cui fortunatamente ho il grafico:

allenamento_26

Un passo che quasi quasi cala. Ottimo.

E per concludere, oggi (Domenica) un 16,16 km  a 5’54”. Sono partito bene sui 5’40” circa, poi dopo 5 km ho un po’ rallentato per paura di non saper tenere il passo altri 10 km andando sui 6′ e rotti al km. Dopo il 10 km ho cercato di ritornare a un passo più spedito, cosa che mi è riuscita dino al 15esimo km. L’ultimo km era una bonus track che non avevo pronosticato. Diciamo che ho pagato un po’ la vicinanza dell’allenamento di sabato e un po’ di quello di giovedì. Con le gambe più rilassate avrei fatto di meglio.

allenamento_27

Ad ogni modo questa settimana i miei quasi 42 km li ho messi in cascina.

Posso dire che la soglia dei 15 km è andata. Ora si punta ai 20 km. Quando preparai la prima maratona (Praga 2007) arrivai ai 20 km a fine Dicembre. Quindi mi pongo come obiettivo di arrivare ai 20 km per Natale.

Per adesso sono contento. Inizio ad allungare le distanze con buoni tempi. Certo, corsi la mezza di Praga lo scorso Marzo al ritmo di 5’18”. Adesso non ce la farei, ma ci sono ancora 4 mesi per arrivarci. E dopo solo sei settimane di allenamenti i risultati mi sembrano ottimi. Con la corsa è così, non puoi allenarti in un giorno, serve costanza e pazienza.