Col beneficio del dubbio

rubbia

Questa è grossa. Talmente grossa che la pubblico col beneficio del dubbio. Spero cioè che sia stata la giornalista, Elena Dusi, ad aver riportato male le parole. È vero, sono virgolettate, quindi ci si aspetterebbe che siano le parole autentiche che ha pronunciato l’intervistato. Ma conoscendo le brutte abitudini dei giornalisti italiani, non escludo che la frase sia stata riportata in modo allegro.

Quello che rimane è che Rubbia ha dichiarato a Repubblica (evidenziazione mia):

Sì, ma non dimentichiamo che quella tecnologia, sviluppata quando ero alla guida dell’Enea, a Priolo sarà in grado di produrre 4 megawatt di energia, mentre la Spagna ha già in via di realizzazione impianti per 14mila megawatt…

Energia? ENERGIA? megawatt di ENERGIA???????

Prima che arrivi qualche simpaticone a dirmi non fare il precisino, vale la pena far notare che questo ORRORE detto (si presume… e continuo a sperare che non sia vero) da un fisico, nasconde un grosso nodo sulla divulgazione dei dati sulle energie alternative.
Parlano tutti di potenze installate. Certo, installi impianti con una potenza da 14 GW, ma poi dimmi… quanta energia produci? Dare un’indicazione della potenza installata senza citare l’energia prodotta è ingannevole e fuorviante.  E ovviamente la popolazione, grazie alla già citata ignoranza scientifica, si beve questi dati senza capire di essere presi in giro. Evviva.

4 Comments

  1. Marco said:

    Be’, l’amministratore delegato di ENEL l’altro ieri sera in radio (Focus Economia, Radio24), ha parlato per 5 minuti buoni di una tecnologia per immagazzinare sottoterra “atomi di anidride carbonica”.

    2 Dicembre 2009
  2. mattia said:

    Argh!!!
    Cerco subito il podcast…

    2 Dicembre 2009
  3. mattia said:

    trovato. Ascolto e posto.

    2 Dicembre 2009
  4. Marco said:

    Qui, al minuto 51 circa 🙂

    2 Dicembre 2009

Comments are closed.