Maneggiare con cura

ESPLOSIONEQui in Repubblica Ceca, quando arriva Settembre si beve il mosto, in ceco “burcak”.

Dalla sagra del vino, fino alla sciura col carrettino all’angolo della via, si trova ovunque il burcak. Distribuito in bicchieri o in bottiglie di plastica, come quelle per la minerale.

Così tu vai, ti compri la bottiglia di burcak, ne bevi un po’ con gli amici e poi magari te ne rimane un po’ da portare a casa.

E capita anche che poi te lo dimentichi sulla credenza. Ma lui non si dimentica di te, e continua a fermentare…

Non ho mai studiato bene come funziona il discorso della fermentazione, ma sembra che ci sia un aumento di volume. E bello forte, visto che ha fatto scoppiare la bottiglia di burcak che avevo sulla credenza (smedandomi mezza casa).

Però non è tutta colpa mia: potevano mettere un’etichetta sulla bottiglia con scritto “Pericolo di esplosione, maneggiare con cura”.

Secondo me c’è anche qualche legge che lo impone.

burcak_esploso

Aggiornamento:

Sembra che non sia il solo a sperimentare questi effetti del burcak

7 Comments

  1. Davide said:

    L’anno scorso ne portai a casa una bottiglia dal Vinobrani di Jirijo z Podebrad, per fortuna mi accorsi dopo due giorni che la bottiglia di plastica stava si stava gonfiando, e disinnescai la bomba in tempo!!

    15 Ottobre 2009
  2. Più che l’aumento di volume è la produzione di gas vari quella pericolosa (ocio che sono tossici).
    Se mescoli il mosto alla pasta di pane in compenso puoi fare le ciambelle al mosto, da cuocere ed intridere di glassa allo zucchero. GNAM.

    16 Ottobre 2009
  3. Alessio said:

    ahahah… Ma era la bottiglia che avevi comprato qui a Brno? ahahahah 😀 😀 😀

    16 Ottobre 2009
  4. mattia said:

    Esattamente!

    16 Ottobre 2009
  5. mauro said:

    in romagna c’è un vino rosso che si chiama cagnina che ha la stessa tendenza ad esplodere.però lo mettono in bottiglie di vetro e il tappo è legato al collo della bottiglia.saluti.

    17 Ottobre 2009
  6. mattia said:

    Sì, secondo me la bottiglia di vetro è l’unica soluzione, anche se mi è scoppiata pure quella. Però forse costerebbe molto di più della bottiglia di plastica…

    17 Ottobre 2009
  7. Stefano said:

    Ma guarda… leggendo il post in cui lamentavi la tua ignoranza sulla rivoluzione dei garofani portoghese mi ero sentito di consigliarti “Alla rivoluzione sulla 2 cavalli”, film che proprio di quello parla.
    Invece era gia’ qui. 🙂
    (sto leggendo il tuo blog all’incontrario)
    Ciao
    Ste

    23 Maggio 2010

Comments are closed.