Licenziatelo!

Ci sono poche cose che mi fanno incazzare. I vecchi che pensano di aver ragione per il fatto di essere vecchi, e i giornalisti che scrivono “embeddato“.

Il tutto in questo articolo di Tiziano Toniutti. (che poi non si capisce se è un articolo o pubblicità, tra l’altro scritta pure male perché io non ho ancora capito cos’è quest’onda).

embeddato

5 Comments

  1. tt said:

    Ciao,
    non ti arrabbiare per un embeddato di troppo, avrei potuto scrivere innestato, incorporato, inserito, impiantato, ma tecnicamente il concetto di embedding è quello che rende al meglio l’interconnessione di applicazioni.
    Mi dispiace se per te non sono stato abbastanza chiaro ma credimi, Wave è un’esperienza inedita. I video comunque rendono abbastanza l’idea
    ciao
    tt.

    ps. quella del licenziamento non è una soluzione percorribile

    15 Ottobre 2009
  2. mattia said:

    Ciao tt,

    non ti arrabbiare per un embeddato di troppo, avrei potuto scrivere innestato, incorporato, inserito, impiantato, ma

    Avrei anche tollerato embedded. Ma embeddato no, è un pugno nello stomaco.

    Mi dispiace se per te non sono stato abbastanza chiaro ma credimi, Wave è un’esperienza inedita.

    Il motivo per cui non è chiaro l’articolo è che l’hai farcito con frasi stile agenzia pubblicitaria. Esempi:

    A queste si aggiunge quella di Google Wave, l’onda di Big G. La cui definizione più prossima è forse quella assegnabile all’onda anomala: una manifestazione di una potenza sovrastante e insieme fenomeno non ancora compreso.

    Voglia di fare il poeta? Se apri così l’articolo uno inizia a stufarsi e si chiede davvero “che diamine è sta caxxxo di onda?”.

    Dimenticate l’e-mail, gli instant messenger, i link esterni e forse anche i social network. Google Wave è tutto questo insieme, e in più un classico caso in cui la somma delle parti è comunque superiore al totale.

    E che è, pubblicità?

    Una risultato di entità ancora da comprendere ma, dopo l’iniziale spaesamento, viene da chiedersi perché nessuno ci abbia mai pensato prima.

    Un’entità ancora da comprendere? Cos’è, una nuova divinità?

    uno “stream of dataness” di testo

    Un flusso di che? dataness? Non trovo questa parola su alcun vocabolario, poi magari chiedo ai miei studenti americani se conoscono questa parola a me ignota.

    Ecco… uno arriva qua, si è già spazientito perché non ha capito ancora nulla e ha letto solo paroloni e frasi auliche.

    E poi non mi dici neanche le cose importanti (o non l’ho visto): se metto insieme tutto – email, im, fb … – in GW, dove vengono salvati i miei dati? Con che sicurezza? E con che licenze (chi è il proprietario)?
    Questo voglio capire, mica voglio leggere frasi leopardiane tipo:

    “Come dovranno fare gli utenti, onde nell’infinito mare di internet, in rivoluzione permanente”

    I video comunque rendono abbastanza l’idea

    Eh? intendi quei video che hai pubblicato, dove il contenuto del video è del tipo:

    Start video
    “Space bar can be use to navigate between unread messages”
    Stop video

    Ah be’, allora se so come usare la barra spaziatrice, ho capito cos’è l’onda…

    Il video che ha segnalato massimo della conferenza, quello sì che è utile per capire!


    ps. quella del licenziamento non è una soluzione percorribile

    Lo temevo

    15 Ottobre 2009
  3. Sara said:

    Caro Mattia, leggendo il tuo commento non posso fare a meno di pensare “accanimento e frustrazione”. Capisco che possa non piacere un articolo o addirittura considerarlo una marketta però non credo sia questo il modo per esprimere il proprio disappunto.
    Insomma…poco elegante e professionale quasi da far pensare “sarà invidioso di qualcosa?”
    Non conosco Toniutti ma dopo quest’attacco…già mi sta simpatico.
    Grazie. Comincerò a leggere con più interesse i suoi articoli.
    S.S.

    11 Aprile 2011
  4. mattia said:

    Non conosco Toniutti ma dopo quest’attacco…già mi sta simpatico.
    Grazie. Comincerò a leggere con più interesse i suoi articoli.

    hai sbagliato indirizzo.
    L’asilo mariuccia è due blog più a destra.

    11 Aprile 2011

Comments are closed.