Piccola vittoria

Avevo parlato lo scorso mese del fallimento di SkyEurope, la compagnia aerea slovacca, che mi ha fatto viaggiare tra Praga e Bergamo per anni.

Avevo un biglietto con SkyEurope, che a causa del fallimento, non ho potuto utilizzare.
Mi sembrava uno scherzo, ma sul sito dellacompagnia aerea, consigliavano di rivolgersi alla propria banca per farsi rimborsare il biglietto, se acquistato con carta di credito.

E vabbe’, sono andata alla mia banca, e loro mi hanno detto: portaci copia del biglietto e una comunicazione ufficiale di SkyEurope, dove ti comunicano che sono falliti.
Bravi, ma questi mica la mandano questa comunicazione, non rispondono nemmeno al telefono! E così mi fregano.

E invece no, perché mi è bastato mostrare alla mia banca un’email che io ho mandato alla SkyEurope per chiedere informazioni sul loro fallimento. Email a cui ovviamente SkyEurope non ha risposto. Ma alla mia banca è bastato.

E oggi mi hanno riaccreditato i 36 Euro del biglietto sul conto corrente. Senza dover protestare, senza dover andare in banca a pestare i pugni sul tavolo.

Sorriso.

E vaffanculo alle banche italiane allora, che te lo mettono in quel posto e pretendono anche di aver ragione.

skyeurope_rimborso

P.S. Da notare come tutto questo abbia un senso, e non sia una perdita secca per la banca. Perché io cliente di SkyEurope non mi infilerei nella lista dei creditori per 36 Euro. Una banca invece che deve rimborsare 1000 clienti come me che hanno acquistato il biglietto con carta di credito, stai sicuro che si presenta davanti alla corte per avere 36.000 euro da SkyEurope.