Questione di saper leggere

Fra un mese ci dovevano essere le elezioni qui in Repubblica Ceca. Le elezioni per il parlamento, visto che il Governo di Topolanek è caduto la scorsa primavera, e per adesso governicchia un esecutivo pro tempore.

Allora, cosa fanno: indicono nuove elezioni. Ma non come dice la costituzione, non seguendo la procedura legale. Cambiano il procedimento, fanno su un bordello, e per renderlo legale fanno una leggina che dice “Sì, è anticostituzionale, ma vale solo per questa volta, poi non lo facciamo più, giurin giuretto“.

Inizia la propaganda, smerdano le città di manifesti, e poi la Corte Costituzionale ferma tutto.

Elezioni rinviate, a data da destinarsi. Queste puttanate non si fanno.

E io dico, se era così anticostituzionale, perché diamine il Presidente della Repubblica Klaus ha firmato la legge? Non ha uno staff presidenziale che gli dice “Oh, ma che fai… è una porcata… le elezioni mica si indicono così, ma cosà”.
Curioso, il compito del Presidente della Repubblica in questo stato è proprio di fare il garante della Costituzione. Mi chiedo, l’avrà mai letta. E nel caso, l’avrà capita?

P.S. Su tutto vale il commento di quello che mi ha detto: meglio così, se la campagna elettorale dura tre mesi i partiti finiscono i soldi, e allora la gente voterà per quello che propongono e non per quello che vedono sui manifesti.