La storia della Capra

blog capraNon vado quasi mai al cinema, forse perché il più delle volte sono noiosi (sarà che li scelgo male io, che volete che vi dica). Oggi invece mi è capitato di vedere un gran bel film di animazione 3D.

Appuntamento con Linda e Zuzka al Rock Cafe in Narodni. Ingresso ridicolo (59 corone, 2 euro e 50) per una proiezione quasi privata in una saletta trasformata in cinema, all’interno del club.

Titolo quasi impossibile da pronunciare Kozí příběh – pověsti staré Prahy, La storia della capra – Leggenda della vecchia Praga.

Bellissimo lavoro di animazione 3D, ambientato nella Praga medievale. Di quando si costruiva l’orologio astronomico, e della sua leggenda (il costruttore fu accecato per proibirgli di farne un’altro). Un racconto che ti porta nel cantiere del ponte Carlo (che figata vedere quando lo stavano costruendo!), tra i notabili e preti dalla pancia piena, passando dagli angoli più cupi della Praga medievale, con gente che vende l’anima al demonio.

E in una città che riconosci ad ogni angolo (bella la sensazione di rivedere sullo schermo la piazza dove eri mezz’ora prima, raffigurata 400 anni fa…) si aggira un ragazzo con una capra. Un’esilarante capra, demenziale come piace a me.

Forse il carattere della capra ricorda troppo quello del tipico personaggio del film di animazione americano. Ma questa mi sembra davvero l’unica pecca.

Un bel film, di cui non svelo il finale, ma che vale davvero la pena guardare, anche a livello “educational”: può essere lo spunto per parlare della storia del paese.

Ora mi tocca solo trovare il DVD per riguardarlo coi titoli in inglese per capire quello che ho perso ascoltandolo in ceco.