Aspetta che mi butto dal ponte della vittoria

August 26th, 2011 by mattia | Filed under sbadigli.

6 Responses to “Aspetta che mi butto dal ponte della vittoria”

  1. IgorB says:

    se dico che mi dispiace mi cresce il naso.

  2. Thibaud Bertrand says:

    Ma protestano per quella legge che impone loro di versare il 10% del loro reddito allo Stato, esatto ?

  3. mattia says:

    boh, non lo so, la cosa mi interessa come il torneo parrocchiale di scala 40

  4. Lorenzo says:

    Ma protestano per quella legge che impone loro di versare il 10% del loro reddito allo Stato, esatto ?

    Il 10% del reddito oltre i 150.000 euro.
    Nel senso che se guadagni 151.000 euro, da quei 1000 aggiuntivi ne verranno scalati 100.

    Stranamente, per la vicenda ho sentimenti contrastanti. Da una parte, mi viene dal ridere a pensare allo sciopero di gente pagata per correre dietro a una palla. Dall’altra, trovo che abbiano tutto il diritto di scioperare.
    Il tutto mescolato a un generale “sticazzi” rivolto al ritardo dell’apertura del campionato. A mio parere, l’intera nazione trarrebbe beneficio da un’annata senza calcio ma dubito avremo questa fortuna.

  5. Stefano says:

    La protesta è in realtà dovuta ad una motivazione riguardante gli allenamenti dei giocatori fuori rosa. Giusto per la precisione, il succo della vicenda non cambia.

  6. Tyreal says:

    Beh, se sono lavoratori, hanno anche il diritto di scioperare… Quello che temo di più è che lo sciopero sia efficace, che all’italiano medio, cioé, risulti talmente insopportabile restare senza serie A da fare pressioni perché la situazione si sbrogli. Se davvero la maggioranza del paese alzasse le spalle e andasse oltre, si ridimensionerebbe un po’ la pagliacciata che è diventata il campionato odierno… Tuttavia temo che non succederà. Ho il timore che a noi italiani uno sciopero del calcio risulti più sgradito e insopportabile di uno dei benzinai o degli autotrasportatori.