Divergenze parallele

November 14th, 2017 by mattia | Filed under bufale, politica, repubblica ceca.



A tomio okamura (ve lo ricordate, il presidente del partito ceco che ha sfondato alle recenti elezioni) piace farsi vedere mentre fa gli esercizi ginnici.
È così forte che...



... che ha stortato la macchina per gli esercizi.
Stranamente vicino al braccio.

E per fortuna che non si è messo a fare i volteggi alle parallele. Altrimenti sarebbe riuscito a farle convergere.

4 Responses to “Divergenze parallele”

  1. Massimo G. says:

    Non c’è nessun imbroglio: è la massa muscolare, che, come tale, devia la luce…

  2. ava says:

    Ieri mi sono visto dal vivo Renzi qui a Vicenza.Sono riuscito ad intercettarlo nonostante avesse fatto di tutto per passare in segretezza , modificando orari e percorsi neanche fosse un agente segreto.
    Era dentro una fabbrica che ” ispezionava il tessuto produttivo”, da fuori hanno cominciato ad urlargli “buffone” , e allora è uscito dai cancelli ( si sentiva probabilmente chiamato in causa).
    ha iniziato quindi una discussione improbabile sulle banche popolari con un paio di vittime dei fallimenti, con sottofondo di offese , pernacchie e strombazzate.
    Nemmeno i poveri cristi fregati da Zonin e soci sembravano prenderlo sul serio e gli ridevano in faccia.
    Sostenitori suoi presenti : zero.
    giornalisti e carabinieri: un corpo d’armata.
    Uno spettacolo decisamente grottesco!

    Che dire fisicamente dell’ uomo ?
    Molto alto.
    Grasso come un porcello.
    Pieno di fondotinta .
    Parlata e gestualità da venditore di pentole.
    Insomma sicuramente poco accattivante, fisicamente.

  3. Faber says:

    @ Massimo G.

    Assassino 🙂
    a momenti mi ammazzo cadendo dalla sedia.

Leave a Reply


Nota importante per i commenti: i commenti sono moderati, perché ho voglia che lo siano (sostanzialmente non ho voglia di prendermi la responsabilità delle eventuali diffamazioni che scrive il primo che passa). Abito a Praga, quindi se qui è notte io vado a godermi questa magnifica città, non sto chiuso in casa a moderare i commenti: aspettate. E comunque li modero quando mi pare.
Non sono ammessi commenti che possono configurare reati, quindi evitate di rivolgere insulti, a me o ad altri. Si possono esprimere gli stessi concetti anche senza insultare. Non sono ammessi altresì commenti che contengono stupidità.
Se non vedete il vostro messaggio comparire e siete sicuri di non aver insultato nessuno, probabilmente il vostro messaggio è stupido. La qualità media dei commentatori di questo blog è molto alta, prima di commentare rifletti e cerca di capire se ne sei all'altezza. Se non ne sei sicuro lascia perdere.
E alla fine vale sempre il concetto che questa è casa mia e faccio quello che mi pare.
I commenti sono chiusi dopo 30 giorni: se hai qualcosa da dire fallo subito oppure evita di rompere i maroni.