Bastava leggerci dentro

July 13th, 2017 by mattia | Filed under ignoranza, politica.

Tante parole spese in questi giorni sulla proposta di legge fiano quando in realtà bastava leggere la relazione introduttiva alla legge stessa. Quell'introduzione che chi propone la legge deve scrivere per illustrare ai colleghi l'importanza e la necessità di approvare quella legge.
La trovate qui (evidenziazione mia):



Nonostante, infatti, vi siano numerose sentenze della Corte di cassazione (da ultimo la sentenza n. 37577 emessa dalla prima sezione penale il 12 settembre 2014) che hanno confermato che il saluto romano è un gesto perseguibile sulla base della legislazione vigente, bisogna anche tenere conto che ad esempio di recente, nel marzo 2015, il tribunale di Livorno ha assolto quattro tifosi scaligeri ripresi dalle telecamere nell’atto di compiere il saluto romano durante la partita di calcio Livorno-Hellas Verona del 3 dicembre 2011, valida per il campionato di serie B. Il giudice livornese, infatti, dopo aver ricostruito il quadro storico in cui sono state approvate la legge Mancino e la legge Scelba, cui la prima fa riferimento, ha ritenuto che il fatto non costituisca reato in quanto ai fini della sussistenza dello stesso è imprescindibile che il comportamento censurato determini un pericolo concreto e attuale di riproposizione quei movimenti in tutte le sue forme e che il saluto romano non costituisce reato poiché «non è punibile il gesto in sé».

In pratica, che cosa è successo? Ci sono state persone che hanno fatto il saluto romano ma sono state assolte perché il giudice ha detto che fare il saluto romano non fa tornare il fascismo (ma va?)
Affinché ci sia reato il gesto deve causare un concreto pericolo di cadere in un regime non democratico. Cosa che ovviamente non esiste in tutti questi casi in cui quattro gatti invasati si trovano in un cimitero o in un agriturismo a rimembrare i bei tempi andati (ché normalmente li guardi e ti fanno pena, più o meno come i vegani).
C'è reato se quelle persone vanno coi bastoni a fare azioni violente, se fanno un colpo di Stato, se si propongono di sovvertire le regole della democrazia. Ma finché fanno i nostalgici non c'è reato perché non c'è nemmeno pericolo per la democrazia.

E questa dovrebbe essere una regola di buon senso: la libertà di pensiero si ferma solo là dove crea pericolo per la collettività.

Ecco, il PD vuole intervenire proprio lì. Non gli basta punire chi mette a rischio la democrazia. Vuole punire un'ideologia anche quando non crea nessun pericolo.
Una cosa che oltre a essere incostituzionale è un filino fascista. Ops...



7 Responses to “Bastava leggerci dentro”

  1. JS says:

    Correttissimo. La responsabilita’ oggettiva (quella per il puro evento, senza dolo o colpa) e’ limitatissima nel penale (un po’ piu’ ampia nel civile) e si rende sempre a svuotarla il piu’ possibile.

    ci hai fatto caso che la legge parla di “nazifascismo” invece di “nazionalsocialismo”?

  2. Diego says:

    C’è anche un altro problema pratico: come fai a distinguere uno che fa il saluto romano da uno che si sta riparando dal sole con la mano destra e il braccio teso, ad esempio?

  3. Mauro says:

    @ Diego

    Basti pensare alla famosa foto di Lucio Battisti che sembra fare il saluto romano sul palco durante un concerto.
    Il fotografo scattò (volontariamente o per caso, non lo so) nel momento “giusto”… ma il braccio di Battisti stava facendo un movimento continuo, non si fermò né in quella posizione né in nessun’altra.
    Però grazie a quella foto Battisti passò alla storia come fascista.

  4. mattia says:

    C’è anche un altro problema pratico: come fai a distinguere uno che fa il saluto romano da uno che si sta riparando dal sole con la mano destra e il braccio teso, ad esempio?

    Quello è semplice: se ti sta simpatico si riparava dal sole, se ti sta sul culo faceva il saluto romano.

    Piesse: la cosa mi ricorda quella volta che stavo nella capitale danese e mi spiegarono che in bicicletta quando ti fermi devi annunciare l’arresto alzando il braccio, in perfetto stile saluto romano.
    Tutti arrestati!

  5. Ghezzi Paolo says:

    ‘una cosa che oltre a essere incostituzionale è un filino fascista’. Certo, la tua analisi è impeccabile, ma il problema è che nel cervello (ammesso che lo posseggano e che ne facciano uso) del sinistroide medio il termine ‘fascista’ è un sinonimo di ‘tutti quelli che non sono d’accordo con le mie idee’…

  6. shevathas says:

    Faccio il gombloddista: tra un poco ci sono le elezioni e la legge “contro l’apologia di fascismo” può servire a riunire le 123.456 “unica vera autentica sinistra DOCG – diffidate dalle imitazioni” in una coalizione con le altre “unica vera autentica sinistra DOCG – diffidate dalle imitazioni”. Si tratta dell’unico argomento sul quale son più o meno tutte d’accordo.

    *Salvo l’accusarsi reciprocamente di essere fascisti, vedi polemiche Renzi ANPI.

  7. Peto says:

    Italia: le leggi le facciamo più per vendicare chi ha sofferto in passato, che per proteggere chi potrebbe soffrire in futuro.