Il sindaco di Amatrice si dia una calmata

April 18th, 2017 by mattia | Filed under ignoranza.

Io un appello che faccio è che non vengano qui a farsi i selfie sulle macerie perché un pochettino m’incazzo, insomma. Oggi ne ho visti qualcuno, qualcuno l’ho scacciato a malo modo.

il sindaco di Amatrice al TG3

 

Se ne avessi l’opportunità adesso sarei in viaggio per Amatrice con l’unico scopo di farmi un autoscatto con le macerie sullo sfondo.

Così, giusto per spiegare al signor sindaco che non è lo sceriffo del paese, che esiste una costituzione che consente la libera circolazione dei cittadini sul territorio della repubblica e che egli non ha alcun diritto di vietare a chicchessia di farsi una foto dove vuole.

Così come egli è libero di dire pubblicamente che prova disprezzo per chi si fa un autoscatto sulle macerie, così come egli è libero di incazzarsi allo stesso modo io sono libero di farmelo quell'autoscatto. E il sindaco non scaccia nessuno. Perché non ne ha il diritto.
Ché essere sindaco di un paese colpito da una tragedia non conferisce poteri speciali per fare il moralista e vietare agli altri ciò che a te non garba.

Si dia una calmata il signor sindaco.

 

Piesse: tutto questo senza considerare che uno potrebbe anche farsi un autoscatto con onesta intenzione di ricordare con dispiacere la tragedia. Ché il sindaco di Amatrice mica può leggere nelle loro menti per capirne i sentimenti né misurare l'arco del loro sorriso per dedurre che si fanno un autoscatto compiaciuti e non dispiaciuti. È proprio una questione che viene ancora prima, ché uno può anche farsi un autoscatto compiaciuto e tu non puoi vietarglielo. 

3 Responses to “Il sindaco di Amatrice si dia una calmata”

  1. ava says:

    Adesso non è che se arriva un terremoto a casa tua, diventi automaticamente più intelligente…
    e lo stesso vale per il sindaco ” eroico” ( eroe di non si capisce cosa) .

  2. Mauro says:

    e lo stesso vale per il sindaco ”eroico”

    Ti riferisci a quello di Amatrice o ad altri?

  3. Peto says:

    Stessa storia della nave Concordia. A un’amica che criticava il gesto, ricordai che il cimitero di Montmartre è una delle migliori attrazioni per turisti.
    E cacchio, una grande nave da crociera coricata sul fianco in attesa del recupero mica la vedi tutti i giorni!